Homepage > Guerra > HistoricalFiction > Romanticismo > Guardando le stelle Recensioni

Guardando le stelle

Looking at the Stars
Da Jo Cotterill
Recensioni: 26 | Valutazione complessiva: Bene
Premiato
17
Bene
4
Media
5
Male
0
Terribile
0
La patria di Aminas è stata devastata dalla guerra per molti mesi, ma finora lei e la sua famiglia sono al sicuro insieme. Quando una cosiddetta forza liberatrice arriva nel paese, la famiglia pensa che le loro preghiere per la pace riceveranno presto risposta, ma si sbagliano terribilmente. . . Il paese viene gettato in ulteriori tumulti e la famiglia Aminas è devastata. . Attraverso tutto, Amina ha

Recensioni

04/21/2020
Dinin Lavalle

“L'unico modo in cui possiamo sopravvivere è lavorare insieme. Ognuno di noi deve fare la nostra parte. Nel momento in cui restiamo soli, cadiamo soli. " Questo libro mi ha lasciato senza fiato. Penso che questo libro sia uno dei migliori che abbia mai letto. “La sensazione di calore e sicurezza, famiglia e amicizia. Risate in lutto. La sensazione che l'immaginazione potrebbe superare tutte le difficoltà se solo provassi abbastanza. "
04/21/2020
Rochette Hertling

Mi ci vuole quasi un giorno intero per raccogliere i miei pensieri e fare una recensione perché c'è così tanto di cui voglio parlare. Alla fine, basta inserire un modulo elenco:Pro:
1. Innanzitutto, questo libro detiene un record per essere un libro con oltre 300 pagine che ho letto più velocemente. Quasi da un giorno all'altro e sono un lettore lento.
2. Personalità di Amina e desiderio di educazione.
3. Mi piace il rapporto tra i membri della famiglia.
4. La compagnia che si è formata nel campo profughi.
5. Questo mi ha ricordato fangirl by Rainbow Rowell (visualizza spoiler)[perché c'è una storia all'interno di una storia e in questo caso ne abbiamo ricavate alcune dalla narrazione di Amina. Non ho alcun problema, non come nel libro detto. (nascondi spoiler)]
6. Secondo l'autore, la storia si basa su alcuni paesi che in guerra come la Siria, la Palestina, il Congo (?) ... non ricordo ... ma qui non riusciamo a vedere l'aspetto religioso della comunità. Ci sono solo un paio di momenti in cui Amina ha detto che qualcosa sulla cultura ha proibito loro di fare questo e quello (questo libro è tratto dal suo POV) e per non toccare gli aspetti religiosi, lo apprezzo davvero perché è un argomento delicato anche se modernizzato è la nostra generazione .

Contro:(visualizza spoiler)[
1. Era una storia davvero tipica sulla guerra civile e personalmente, ho visto alcuni film che trattano la stessa storia meno il talento narrativo di Amina.
2. L'intera scena in cui i soldati trascinarono Potta e Amina mentì per salvarli era geniale, ma quando Potta in realtà morì e le ragazze andarono avanti "dopo aver pianto fino a quando le loro lacrime si asciugarono". Mi aspettavo qualcosa di sconvolgente scena in cui le mie lacrime sarebbero davvero cadute ...
3. Quando hanno detto che potevano tornare a casa, ho sentito che era la fine più anti-climatica perché per i rifugiati, la loro attesa è quasi indefinita. Tuttavia non sanno ancora quale sia la situazione reale a casa. Si sente ancora come, per mancanza di parole migliori, una brutta vacanza o una vacanza diventano cattive (?). Mi dispiace...
4. Quell'angoscia adolescenziale che l'autore ha tentato di mettere tra Amina, Aron e Jenna. Dio! Odio il triangolo amoroso che coinvolge i fratelli. L'ho quasi scoperto quando Amina ha realizzato la sua sensazione e quell'abbraccio mentre dormiva (IL MIO DIO AIUTAMI!). l'unica teoria che mi consente di andare avanti è che Aron in realtà ha detto a Jenna che gli piace Amina e non c'è nulla tra di loro. Tuttavia ammira Jenna in modo platonico. Amen. (nascondi spoiler)]
04/21/2020
Rodmann Csirke

Looking at the Stars is a book about life in Talas under ‘the glorious leader and his glorious Kwana army’, where women are considered inferior to men and where everyone is forced to wear badges indicating their class.

La storia è raccontata attraverso gli occhi della tredicenne Amina, la cui immaginazione offre speranza nell'oscurità e la cui voce grida di essere ascoltata in un mondo in cui le donne vengono sistematicamente represse e segregate.
In modi diversi, la famiglia di Amina si ribella alla sua oppressione. Il figlio maggiore Ruman si unisce a un movimento clandestino segreto, Mamie continua a visitare e aiutare le famiglie "Q" anche quando non è più sicura, e Potta protesta attraverso il potere del silenzio mentre cerca di proteggere la sua famiglia.

I lettori possono essere tentati di collocare il Kwana in un determinato paese e di collegare le loro leggi oppressive a una particolare religione, ma Jo Cotterill evita di identificare i regimi. È imparziale, descrivendo come i Kwana fossero inizialmente una forza per il bene, migliorando gli ospedali e i trasporti, e illustrando come Amina è sconcertata dai soldati liberatori che fissano troppo apertamente e suggeriscono che le "belle ragazze" hanno modi di ottenere ciò che vogliono .

Piuttosto che fare dichiarazioni politiche, Looking at the Stars si concentra invece sulla storia umana della lotta di Amina per sopravvivere e sulle persone che incontra nel suo viaggio. I sentori di romanticismo sono dolci e convincenti, e se avessi una lamentela sarebbe che avrei voluto un finale più appagante per Aron e Amina (seguito di seguito, commissionando alla gente).

Questo è un libro potente e avvincente. L'ho aperto con l'intenzione di sfogliare il primo capitolo e ho finito per annullare i miei piani per la giornata perché dovevo scoprire cosa è successo ad Amina dopo il brutale attacco che ha separato la sua famiglia.

Mentre Amina condivide storie sotto le stelle, sua sorella controlla costantemente: "Questa è una storia felice, vero Mini?" E sebbene Looking at the Stars contenga momenti desolati, nel complesso è una storia di speranza e di sopravvivenza. Jo Cotterill ha creato una storia emozionante, snervante e, a volte, straziante che parlerà a lettori di tutte le età. Si tratta di un libro di cui sospetto che parleremo a lungo dopo che è stato messo giù
04/21/2020
Ancilin Lankswert

Recensione di Beth 3.5 / 5

Questo romanzo è un'occasione per intravedere l'orrore della vita in un'azienda apparentemente in via di sviluppo durante una guerra civile. Dico, apparentemente, mentre mi trovavo alle prese con il concetto che Guardare le stelle non aveva un senso concreto del luogo - poiché qualcuno interessato alla storia e mettere le cose nei loro posti corretti mi ha turbato per tutto. Capisco perfettamente che l'autore stava cercando di chiarire come questo tipo di evento potesse e si verifichi in molti luoghi diversi, ma senza una base concreta ciò significava che non ero collegato con i personaggi come avrei potuto essere. In un'altra nota positiva, penso che forse i lettori più giovani potrebbero trovare più facile capire come Amina e la sua situazione familiare.
Nonostante i miei dubbi, Cotterill dipinge un'immagine onesta e vivida di una famiglia che sta vivendo alcuni dei periodi più difficili e non si tira indietro quando si tratta di morte, malattie e la vera natura della vita in tali tempi di prova. Mentre Amina e sua sorella arrivano al campo profughi incontrano ogni tipo di orrore, questo dopo aver visto le forze governative fare a pezzi la loro famiglia e aver perso la madre, il padre e la sorella più giovane lungo la strada.
L'unica via di fuga che hanno dal campo e dalle loro vite sono le storie magiche di Amina, che danno a loro e agli altri nel campo un vero senso di evasione. Mentre racconta le sue storie affascinanti aiuta innumerevoli persone a superare un altro giorno ed è incoraggiante pensare che il potere dell'immaginazione possa sopravvivere in ambienti così orribili.
Jo Cotterill ha immaginato un mondo senza nome pieno di eventi reali e credibili. Mentre le persone vengono colpite, muoiono di malnutrizione e vengono picchiate oltre ogni possibilità di riconoscimento, devi ricordare a te stesso che Amina è solo una bambina e sola in questo con solo un altro bambino, sua sorella, per compagnia. Nel corso del romanzo ho dovuto ricordarmelo alcune volte poiché la maturità che esibiscono va ben oltre i loro anni.
L'idea e il concetto di Cotterill sono geniali, cercare di ritrarre gli effetti dell'orribile Guerra civile per i bambini è una grande domanda e penso che ci riesca molto bene. Non posso dire che mi sia piaciuto personalmente tanto quanto potrei avere a causa della mancanza di messa a terra, mi piacciono i miei fatti!
04/21/2020
Royo Schink

Un degno vincitore del Coventry Inspiration Book Awards 2016, categoria Hooked on Books. Il mio gruppo di libri ha votato all'unanimità come il loro vincitore, dicendo tutti di aver pianto in vari punti della storia (compresi i ragazzi).

La storia segue Amena e la sua famiglia attraverso le loro vite in un paese devastato dalla guerra civile, dove le ragazze sono cittadini di seconda classe e il loro velo racconta la loro età, e in seguito i badge dichiarano il loro status sociale. Da una casa di famiglia amorevole divisa da credenze e azioni politiche a un campo di rifugio, questo libro mostra come l'immaginazione può aiutare a sostenere lo spirito umano e guarire le anime danneggiate.

Assicurati di avere i tessuti pronti; da adulto è una lettura straziante ma edificante. Per quanto riguarda i bambini del mio gruppo di libri, ha sollevato così tante domande sulle attuali crisi umanitarie. Ogni libro che provoca discussioni, domande nel mondo in cui vivono i bambini e li fa chiedere a gran voce di girare la pagina merita più delle cinque stelle che posso dare.
04/21/2020
Snider Rajbiri

'Looking at the Stars' è una storia incredibile piena di disperazione, speranza, dolore e gentilezza. Onestamente, quando ho raccolto questo libro per la prima volta, non ero sicuro di cosa mi aspettassi. Il primo o due capitoli sembravano indugiare, non affascinandomi davvero tanto quanto pensavo, ma poi quando le cose iniziarono a scaldarsi e la guerra raggiunse la soglia della famiglia di Amina, fu allora che le cose iniziarono davvero a muoversi.

Amina stessa, poiché il personaggio principale era coraggioso, fantasioso e indipendente e per una ragazza gettata in mezzo alla guerra e alla distruzione, le era difficile adattarsi, ma con l'aiuto di sua sorella Jenna, che era molto più sommessa, più calma e generosa, Amina è stata in grado di apprendere che tutte le cose buone richiedono tempo e pazienza. Nel corso del tempo, Jenna stessa ha iniziato a capire che stare zitti non era sempre il modo migliore e che a volte era necessario essere più disponibili, come lo era Amina. È stato bello vedere come entrambe le sorelle sono state in grado di imparare così tanto l'una dall'altra nel loro viaggio e hanno cercato così tanto conforto le une dalle altre.

La relazione familiare in seguito tra Cosmina, Lemo, Aron e Jenna e Amina fu commovente in quanto vedere che la gentilezza e l'amore in un momento così difficile era raro. Il modo in cui tutti si sono riuniti e hanno avuto i loro punti di forza individuali nell'aiutare a mantenere alto lo spirito di tutti è stato meraviglioso, il momento clou ovviamente è la narrazione di Amina.

Raccontare storie è stato un modo così semplice ma efficace per Amina di aiutare gli altri e mi ha commosso così tanto il modo in cui è stata in grado di connettersi con gli altri e confortarli semplicemente creando questa storia elaborata sui guerrieri nel cielo. Distraeva tutti dalla realtà e dava loro speranza e fuga dai tempi pericolosi in cui si trovavano attualmente. Penso che questo aspetto di questo libro per me sia stato ciò che mi ha fatto amare ancora di più. Vedere il potere della narrazione attraverso Amina mi ha ricordato così tanto quanto sia importante avere un'immaginazione e come possa portare agli altri tanta felicità, anche durante i periodi bui.

Adoro anche il modo in cui l'autore non ha ambientato questa storia in un Paese specifico e l'ha resa abbastanza generale perché gli eventi che si sono svolti in questo libro hanno sicuramente rappresentato molto di ciò che sta accadendo in tutto il mondo in questo momento.

Veramente pensato provocante, spezzacuore e caldo. Lo consiglierei davvero a tutti per leggere!
04/21/2020
Myer Orban

Vinto ARC su Goodreads First Reads, grazie mille a Random House Children's UK.
descrizione

Una storia straziante ed emotiva che probabilmente attirerà le tue corde del cuore e ti farà pensare agli eventi che si verificano nel mondo che ci circonda. La copertina è adorabile, evidenzia gli aspetti di questa storia che ricorderete davvero: il legame forte e amorevole tra due sorelle e le belle storie delle stelle.

La guerra è caduta sulla terra natia di Amina. Finora la sua famiglia è stata al sicuro, quando vengono pronunciate nuove leggi, le cose si capovolgono. Mentre viaggiano attraverso il paese per trovare speranza e aiuto, si avventurano in un posto diverso dal loro, sono soli e cercano.

Amina e Jena sono due sorelle che hanno un legame molto forte, si supportano e si cercano costantemente l'un l'altro. Sono entrambi guidati dall'amore e dalla speranza, per aiutare gli altri e per far sorridere e rallegrare le persone. Amina racconta storie fantasiose che elevano l'emozione all'interno di chiunque ascolta, cerca costantemente di rimanere positiva per assicurarsi che tutti stiano bene e pensi sempre agli altri; Mi è piaciuta l'idea di consentire ad alcuni dei bambini che si incontrano di scegliere la propria stella.

I turned to Lemo. "Have you decided on a star?"
He pointed. I leaned across, trying to follow the line of his arm. "That bright one?" I asked. He nodded. I couldn't be sure I was looking at the same star he was, but it didn't matter. "Good choice," I told him. "This one's a lovely story. That warrior is called Clemus, and he grew up in the countryside. "
Pagina 229 (edizione ARC)

Questa è una storia avvincente ed emotiva, che merita senza dubbio di essere letta. È stato scritto magnificamente, coinvolgendoti immediatamente in un paese e in eventi diversi. Questa storia ti farà sicuramente rilassare e pensare, afferrandoti nella storia di due ragazze che lottano per la sopravvivenza e l'importanza di stare con, e aiutare gli altri.
04/21/2020
Bradshaw Slezak

È in ogni modo sconcertante, ma paragonabile.
Questo libro è così crudo e reale come niente di ciò che ho letto prima, penso che da subito ho capito che questo libro non è un libro con un finale che lo zucchero ricopre tutto e mostra solo felicità.
È così genuino, mostra tutto.
E a volte faceva così male che mi sentivo emotivamente svuotato che volevo che lo scrittore per una pagina si fermasse. Mentire e scrivere di arcobaleni e farfalle. Non fraintendetemi, perché il modo in cui lasciano che la loro immaginazione sia il loro carburante è così stimolante.
Inoltre, alla fine qualcosa in me è cambiato, mi sono sentito sopraffatto dall'accettazione.
E ho davvero capito il significato di come va la vita. Lo consiglio vivamente, ma se non riesci a gestire libri pesanti questo non fa per te.
04/21/2020
Renae Ginter

È stato bellissimo. Mi sono sentito molto grato di non essere in guerra e di avere la mia famiglia, ho pianto per i personaggi ma era anche molto fiducioso. La gentilezza è ancora viva!
Parla di una famiglia che vive in un paese che è governato da Kwana, un potere politico militare e che sono sostanzialmente intrappolati nella propria terra. Non hanno diritti democratici, non possono nemmeno parlare contro il loro governo o sono puniti gravemente. Si occupa degli orrori della guerra e i personaggi passano molto.
La scrittura in questo è molto semplice e lo sviluppo del personaggio, la trama erano anche buoni.
Lo consiglierei
04/21/2020
Barb Jamon

Un bellissimo libro sulle vite delle persone catturate nelle loro stesse terre, che vivono e cercano di sopravvivere sotto l'oppressione. Il libro esplora i numerosi temi che ne derivano, ma soprattutto condivide l'importanza delle storie mentre il nostro personaggio principale racconta storie delle stelle e mantiene alte le speranze delle persone nei campi. Storie che riuniscono la loro famiglia distrutta il più lontano possibile. La bellezza del libro e il modo in cui mi ha fatto sentire è difficile dire parole, è semplicemente pura bellezza.
Consiglio a chiunque ami una storia di leggerlo.
04/21/2020
Leith Vestal

This book has been on my to-read list for at least the last year. I found it when I was attempting to broaden my reading to include stories I didn’t have, or was unlikely to have, or hope never to have, first hand experience of.

Well written characters, all with different strengths, and skills. A story of stories, told to escape, told to bring strength, told to bring hope.

Overall, I think it’s a story of hope.
04/21/2020
Marasco Fegurgur

Whilst I really enjoyed the story, I’m not sure how I feel about the story being set in an unnamed country. I understand the author’s intent, however it just didn’t feel 100% real to me. Still, a lively story with themes of war, refugees, family, friendship and resilience.
04/21/2020
Carce Odhiambo

Questo libro mi ha lasciato colpito dalle stelle e riguarda la speranza e 2 sorelle che non si arrendono mai per trovare la loro famiglia e incontrano amici lungo la strada.
04/21/2020
Terrye Shifflette

Guardando le stelle di Jo Cotterill è una bella storia dedicata a bambini più grandi / giovani adulti. Gestisce temi seri che la maggior parte dei lettori non avrebbe e, si spera, mai affronteranno.

Amina ha tredici anni e vive in un paese in cui le donne non hanno alcun potere. Proibita dall'andare a scuola, trascorre le sue giornate con sua sorella, Jenna, tessendo cestini e tappeti, che vendono ai portabiti nel mercato locale. Il romanzo inizia con le due ragazze che assistono all'arrivo di soldati stranieri. Sono felicissimi di credere che tutti i loro problemi siano finiti ora che la liberazione è iniziata. Questo, tuttavia, si rivela essere una falsa speranza.

Separati dalla loro famiglia, Amina e Jenna si dirigono in un campo profughi dove sperano di trovare la loro sorella minore, Vivie, e persino di scoprire informazioni su ciò che è successo a loro madre. Al fine di impedire loro di soccombere alla disperazione sia nel viaggio che nella vita nel campo, Amina inventa storie sulle stelle nel cielo - da qui il titolo del romanzo.

Le personalità di Amina e Jenna sono molto diverse, il che significa che il lettore dovrebbe essere in grado di identificarsi con almeno una delle ragazze e inserirsi nella storia per avere un'idea più ravvicinata di come deve essere stata la loro vita. Ci viene da chiederci come potremmo farcela in queste situazioni. Amina è il tipo di persona che fa domande. Vuole sapere perché le cose accadono e chiede costantemente "cosa succede se?" Nonostante sia un anno più giovane di Jenna, è la più sicura delle due ed è in parte la sua determinazione a tenerle in vita. Personalmente, penso di essere più simile a Jenna: silenzioso, ansioso, sempre desideroso di fare la cosa giusta. Jenna "vuole solo che tutti siano felici". Jenna è una realista, mentre Amina è una sognatrice.

L'aspetto narrativo di questo romanzo lo rende unico per gli altri in questo genere. Ci sono molti libri che trattano di guerra, rifugiati e morte, ma le storie di Amina forniscono qualcosa in più. Sono belli e portano speranza e fede in ambienti cupi e pericolosi.

Mentre questa storia è ambientata in città immaginarie in un paese senza nome, non è diversa dalle recenti guerre civili in Siria e dai conflitti in Iraq e Afghanistan. Per lo più siamo in grado di prendere le distanze da queste nuove storie, perché per noi sono proprio questo: storie, relazioni; non qualcosa che dobbiamo affrontare. Ma questo romanzo, raccontato dal punto di vista di una ragazza di tredici anni, ci rivela com'è per gli innocenti - le migliaia di innocenti. E ancora meglio, lo dice in un modo che i bambini / giovani comprenderanno per saperne di più su ciò che è accaduto e ciò che sta accadendo in questi paesi.

Penso che Looking at the Stars sia un libro brillante che è, e so di aver usato molto questa parola, raccontato magnificamente. Lo consiglio vivamente!
04/21/2020
Starkey Dennin

Daisy (13) per Big Book Little Book
Copia ricevuta in cambio di una recensione onesta.

Ho adorato questo libro, è così onesto e innocente ma allo stesso tempo è potente e straziante.

Amina Ambrose vive a Talas, un paese instabile della dittatura in un continente sconosciuto. L'esercito che lo dirige si chiama Kwana e sta iniziando a sfruttare il suo potere sul popolo del paese di Amina. Hanno fatto delle regole nel paese che sono ingiuste, come far sì che le donne indossino il velo e gli uomini abbiano il potere sulle donne e i ragazzi abbiano il potere sulle ragazze. È necessaria una rivoluzione per salvare il Paese. Amina ha circa 14 anni; ha una fantastica immaginazione geniale per inventare storie e raccontarle alla sua famiglia. Vive con sua madre-mamma, suo padre-Potta, suo fratello maggiore-Ruman, sua sorella, che ha un anno in più-Jenna e la sua sorellina-Vivie.

Kwana ha acquistato una nuova regola: "A seconda del tuo stato o dello stato della tua famiglia ti verrà consegnata una lettera di eredità che dovrai indossare in ogni momento". Le lettere dell'eredità determinano il tuo grado nella vita, quindi se un membro della famiglia faceva parte del Kwana saresti una lettera A. Il grado più alto è una lettera A. La famiglia di Amina è un H. fratello. Un amico di famiglia è misteriosamente scomparso e sulla loro porta è stata dipinta la lettera Q.

Le cose hanno iniziato a sembrare molto male. La gente veniva sparata, molti venivano puniti per aver detto qualcosa di male contro il Kwana e dopo la scuola un giorno Ruman decise che non ce l'avrebbe più e se ne andò per unirsi a un movimento ribelle sotterraneo. Anche di notte Amina poteva sentire i suoi genitori sussurrare cose come: "dobbiamo dirgli, prima o poi lo scopriranno" ...

La guerra era scoppiata tra il Kwana e un paese invasore per aiutare a salvare il popolo del paese di Amina. Nel cuore della notte il Kwana fece irruzione nella casa di Amina chiedendo dove fosse Ruman. La famiglia non lo sapeva, alla fine il Kwana li trascinò fuori di casa e cercò di ottenere risposte. Amina ha cercato di mentire per salvare la sua famiglia, ma c'era ancora un risultato devastante.

La famiglia di Amina non poteva in alcun modo rimanere a Talas, così se ne andarono e rimasero bloccati a un posto di blocco. I Kwana stavano esaminando documenti di identificazione per vedere se potevano andarsene. Purtroppo la famiglia di Amina ha avuto problemi al checkpoint (a proposito, non sto dicendo cosa è successo perché non voglio darlo via!) E ora Jenna e Amina avevano perso Vivie e Mamie! Riesci a indovinare cosa succede alla famiglia Ambrose? Leggi il libro per scoprirlo!

Verdetto: penso che questo libro sia stato un vero toccasana per le guerre che devastano altri paesi del mondo. Mostra alla gente la vera lotta per rimanere in vita e ho pensato che fosse un ottimo libro ed era molto interessante.

04/21/2020
Daven Mcclam

This is a really interesting novel about survival and what it is like to flee your own country and end up as a refugee. Cotterill has written a bold and important story which tells us the plight of Amina who lives in a developing country under an oppressive ruling "Kwana". It appears to be a fictional place and remains non specific which I did find a little confusing to start with but appreciate that Cotterill really wants to explore the human story behind the family's struggle rather than make a political statement or stick to factual events.
La storia inizia con l'intervento aggressivo del Kwana mentre le ragazze stanno trascurando ignari a casa. La loro madre è immediatamente sospettosa: "Perché ti hanno preso?" "Stavo sorridendo .... sembravo troppo felice." La Kwana non ha bisogno di una scusa e la risposta di Amina è quasi impercettibile nella sua accettazione del fatto che sia così. "A nessuno importa quello che penso", continua, "I Kwana hanno portato via tutto ciò che le donne avevano - lavoro, diritti, libertà - quando sono saliti al potere". Amina e sua sorella devono smettere di andare a scuola e sua madre deve rinunciare al suo lavoro.
Cotterill non evita gli aspetti più scioccanti di un potere dominante e militante e la storia del fratello di Amina, Ruman, è angosciante e sconvolgente anche se è una parte potente e necessaria della trama.
La paura e la disperazione dei personaggi sono palpabili, il loro bisogno di fuggire ma senza un posto dove fuggire è ben catturato. La descrizione dei campi profughi è convincente e chiaramente ben studiata e nonostante il senso della posizione nel romanzo rimanga generalmente (deliberatamente) un po 'confuso, le scene all'interno del campo sono molto facili da visualizzare.
Amina rimane un personaggio positivo e ottimista il più possibile e si affida al potere della narrazione per aiutare le persone a sopravvivere alle atrocità. Come nel suo altro romanzo "La biblioteca dei limoni", Cotterill ci mostra il potere delle storie, dell'immaginazione e della condivisione nei libri per guarire, unire, rassicurare e calmare.
Questa è una storia commovente. È uno che rimarrà con te. È toccante e sicuramente una lettura importante per ora. Sarebbe un buon libro da usare in classe o con un gruppo di lettura di giovani adulti a causa delle questioni sollevate e anche a causa dei personaggi e della loro forza d'animo.
04/21/2020
Lubba Keske

Amina racconta storie. Ha un'immaginazione, una potente, ed è stata la sua compagna durante la guerra che ha devastato il suo paese. La sua famiglia ne ha risentito in modo diverso, ma stanno insieme. Questo è sufficiente. Questo è abbastanza per sopravvivere. Ma poi le cose iniziano a cambiare e scivolano orribilmente fuori controllo e la vita familiare di Amina è sconvolta. Niente sarà mai più lo stesso. Amina racconterà mai più una storia? Cosa succederà alla sua famiglia?

Ultimamente sto leggendo dei buoni libri. Questo, un racconto di famiglia e rifugiati e il terribile impatto della guerra, è uno di questi e mi ha fatto completamente piangere alla fine. Looking At The Stars è un libro sull'immaginazione, la voce e il potere della storia. È anche un libro sul peggio dell'umanità e su come le persone possano facilmente passare a una violenza orribile. Come puoi immaginare, è difficile giudicare questo tipo di tono in un libro per giovani lettori e penso che uno dei punti di forza di questo sia che si trova in un ambiente immaginario. Questo potrebbe essere ovunque; ci sono echi dell'Iraq, dell'Afghanistan ma anche della Germania nazista e l'impatto cumulativo di questo è di creare un "ovunque" immaginario dove, in un certo senso, la storia acquisisce più immediatezza proprio perché potrebbe essere ovunque. Potrebbe essere ovunque.

Piazzole Cotterill Looking At The Stars perfettamente; scrive con un calore comprensivo che non evita i dettagli di alcuni degli incidenti più grafici che si verificano durante la narrazione. Ci sono alcuni che sono difficili da leggere (come sempre, leggi il libro se ci lavori e conosci il contesto dei bambini con cui lavori) ma non sono mai gratuiti. Sono dolorosi, strazianti, emotivi, ma non sono mai mal gestiti. È una grande abilità da avere e quella che dà a questo libro la sua grande forza. È una storia di storie e narrazioni, e il delizioso vantaggio di ciò non è offuscato. Semmai, è reso più nitido dalla prosa sobria e riservata di Cotterill e dalla sua meravigliosa capacità di vedere lo stupore in un cielo stellato. Che libro è questo.

04/21/2020
Spevek Tretina

“L'unico modo in cui possiamo sopravvivere è lavorare insieme. Ognuno di noi deve fare la nostra parte. Nel momento in cui restiamo soli, cadiamo soli. "

La patria di Amina è stata devastata dalla guerra per molti mesi, ma finora lei e la sua famiglia sono al sicuro insieme. Quando una cosiddetta forza liberatrice arriva nel paese, la famiglia pensa che le loro preghiere per la pace riceveranno presto risposta, ma si sbagliano terribilmente. . . Il paese viene gettato in ulteriori tumulti e la famiglia di Amina è devastata. . .




In tutto questo, Amina ha la sua immaginazione su cui ripiegare - di un posto e di un tempo migliori. Ma le sue storie possono farcela?


Questo libro è fantastico. All'inizio, quando ho trovato questo libro in biblioteca, ero tipo: "Va bene, la copertina è bella e il riassunto è ok, ma non mi piacciono molto le storie di guerra". E io no.

Ma dopo un bel po 'di consigli (elemosinare) Bonny, il mio amico e verme del libro ("Le storie di guerra sono belle. Tu avere per leggere questo! "erano le sue parole esatte), ho deciso di leggerlo.
....
....
....
È stato abbastanza carino, non quello che mi aspettavo! Ho sempre pensato che le storie di guerra fossero noiose e complicate, ma questa mi ha davvero lasciato senza fiato. La signora Cotterli è davvero una grande autrice.
04/21/2020
Arnulfo Ledoux

Ho vinto sulle prime letture di Goodreads e su WOW!

Non sapevo cosa aspettarmi di entrare nel libro perché al posto di un riassunto c'era una citazione (anche se lo adoro), ma Looking at the Stars è una lettura incredibile. La lotta di Amina, fisicamente e mentalmente, fuggendo dalla dittatura del suo paese e il Kwana fu commovente e ben consegnato con sottilmente da Jo Cotterill (anche se non ho letto nessuno dei suoi altri!) E sebbene nei capitoli introduttivi il Kwana fosse, in alcune parti, esagerato per giocare agli stereotipi di guerra, le descrizioni diventano, secondo me, molto più credibili e oneste per il personaggio e l'ambiente circostante mentre si sviluppa nel corso della storia.

Una delle cose davvero adorabili di questo romanzo sono state le storie che Amina racconta di notte e mi sono trovato affascinato e ipnotizzato come Lemo o Tiger o ... qualsiasi altro personaggio che si accampava per ascoltare le sue storie. Questo libro è stato ben scritto e sono stato costantemente in attesa del prossimo disastro (quando Cosima ti dice di mantenere pulito un taglio, dovresti tenerlo pulito !!!).

Nel complesso questo libro era pieno di speranza e anche dopo aver avuto un piccolo pianto alla fine mi sono sentito commosso dal coraggio di Amina e delle sue storie.

MA CHE COSA È SUCCESSO CON JENNA E ARON O CHE COSA È STATO SUCCESSO Quasi CON ARON E AMINA ??
04/21/2020
Quintie Lemoi

This book is about a girl called Amina. She has 1 elder sister, 1 elder brother, and 1 younger sister. She is a great storyteller, and stories come easily to her. Unfortunately, her family scolds her whenever she tells stories. They live in a country that is controlled by the Kwana. They have strict rules and if someone breaks them, bad things will happen to the whole family. One night, Amina's elder brother, Ruman, was told by his teacher that they should fight against the Kwana people. Amina's family disagreed and the only solution is Ruman left this family. The next day, it is told that Ruman had participated in a riot against the Kwana. Because of this, Amina's father had been beaten dead by the officials. The only solution for the family is to move out of the country. When they got to the gates, Amina's mother confess that she is a gypsy, and is arrested by the official, with Amina's youngest sister with her mother.
04/21/2020
Normy Peppard

I am so pleased to have this wonderful book sitting on my bookcase not just because of the gorgeous cover and the fabulous title but because of what happens inside the pages. Jo Cotterill has written an engaging and really important book which explores war, refuges, camps and all of those difficult and often hard to truly imagine experiences that seem to happen far too much these days. The author has created one of the loveliest and most honest protagonists in Mini and this may sound slightly melodramatic but I honestly feel I am going to miss spending time with her and the captivating stories she tells everyone in the camp.
C'è un sacco di materiale di cui parlare dopo aver letto Looking at the Stars che lo rende perfetto per scuole, club del libro e gruppi di lettura di tutte le età. Ci sono anche alcuni punti di discussione sul retro del libro, nonché un'interessante domanda e risposta con l'autore. Non posso raccomandare vivamente questo libro e comprerò molte altre copie da regalare.
04/21/2020
Doyle Platz

Un libro assolutamente straordinario che può colpire duramente e farti piangere. So di certo che l'ho fatto! La scrittura dell'autore è così creativa e potente in questo che penso che questo sia probabilmente uno dei migliori libri che io abbia mai letto. Lo consiglierei a chiunque sia appassionato di libri potenti.

Interno:

E se non ti fosse rimasto altro che i racconti nella tua testa?
Questa è la storia di una bambina normale, proprio come qualsiasi altra, a parte i tempi terribili in cui vive.
Questa è la storia di un bambino straordinario, la cui immaginazione selvaggia dà alle persone intorno a lei un motivo per sopravvivere.
Questa è la storia di Amina, separata dalla sua famiglia e costretta a fuggire dalla guerra devastando il suo paese, che trova speranza nel potere delle storie di non rinunciare mai alle persone che ama.
Questa è una storia di amore e guerra, famiglia e amicizia, e rimarrà con te fino a quando le stelle saranno nel cielo.
04/21/2020
Poock Todora

Storia davvero edificante, nonostante il suo argomento.

Ora potrebbe accadere in qualsiasi parte del mondo e traccia i cambiamenti in una famiglia normale provocati da un governo corrotto e dai loro sostenitori, e la paura che proviene quando qualcuno esce dalla linea o è il sesso sbagliato.

Le cose per questa famiglia vanno di male in peggio e finiscono separate l'una dall'altra. La protagonista e sua sorella in un campo profughi lottano per sopravvivere. Avendo sempre avuto un'immaginazione molto vivace, Amina inizia a raccontare storie per aiutare un ragazzo che è stato traumatizzato da eventi a cui ha assistito.

Ma sperano sempre di ricongiungersi con il resto della propria famiglia.

Consiglierei questo libro ed è facilmente leggibile e comprensibile da più di 10 bambini, nonostante l'argomento. Ha anche la lettura di domande di gruppo e informazioni su dove l'autore abbia tratto ispirazione.
04/21/2020
De Witt Acee

Ho vinto una copia tramite Good Reads First Reads.

Amina e la sua famiglia hanno vissuto sotto il dominio di Kwana per così tanto tempo che si sono abituati al loro modo di fare le cose anche se al di sotto non sono d'accordo con le restrizioni e le regole imposte su di loro.

Quando le forze liberatrici entrano nel loro paese, Amina e la sua famiglia credono che il peggio sia finito - credono di essere liberi dal dominio del Kwana, ma il peggio deve ancora venire. Con le forze liberanti arriva più conflitto; ribellioni; pestaggi ed esecuzioni pubbliche; campi profughi ...

Attraverso tutto ciò Amina intreccia le sue storie sulle stelle portando speranza alle famiglie che hanno già perso così tanto. Un libro meravigliosamente tragico pieno di speranza e ispirazione.
04/21/2020
Lyndel Amarjit

Guardando le stelle si parla di una ragazza di 13 anni di nome Amina che vive in un posto in cui i Kwana sono al potere e in cui alle donne non è permesso andare a scuola. E proprio così ...


Le persone prese dalle loro famiglie e uccise per strada, l'eroismo è punito in un modo. Morte.
Questo è un libro sull'amore, la passione, la determinazione e il dolore. Questa è una storia che ti farà battere il cuore e ti lascerà a chiedere di più, una storia per tutte le età che amerai.


Adoro questi due personaggi.

Lascia una recensione per Guardando le stelle