Homepage > Saggistica > Memoir > autoaiuto > Tutto ciò che rimane: un ricordo dei minimalisti Recensioni

Tutto ciò che rimane: un ricordo dei minimalisti

Everything That Remains: A Memoir by the Minimalists
Da Joshua Fields Millburn Ryan Nicodemus,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Male
Premiato
1
Bene
3
Media
5
Male
12
Terribile
9
"Come Henry David Thoreau, ma con Wi-Fi." Boston Globe Cosa succede se tutto ciò che hai sempre desiderato non è quello che realmente vuoi? Ventenne, vestito in modo elegante e mobile verso l'alto, Joshua Fields Millburn pensava di avere tutto ciò che chiunque potesse desiderare. Fino a quando non lo fece più. Accecato dalla perdita di sua madre e dal suo matrimonio nello stesso mese, Millburn iniziò a interrogarsi

Recensioni

04/21/2020
Lubow Myrick

Questo libro è stata la peggiore esperienza di lettura che ho avuto da molto tempo. Per essere chiari: il mio disprezzo spetta all'autore e al suo amico amico intelligente e non al messaggio del minimalismo.

Per caso, un amico mi ha inviato un link al sito Web di Minimalists.com con una nota che questi due ragazzi sarebbero stati a Denver nell'aprile 2014. Ho scannerizzato il sito Web, concentrandomi principalmente sui video dell'intervista pubblicati lì. Dato che sono in un posto della mia vita in cui ridimensiono le "cose", ho pensato di provare il loro tour del libro. Inoltre è stato un evento gratuito.

Alcuni giorni prima dell'evento di Denver, ho ricevuto il libro dalla biblioteca. I capitoli iniziali si concentrano su come la vita di Millburn prima del minimalismo sia stata un evento infelice dopo l'altro, inclusa la morte di sua madre e il suo divorzio dopo sei anni di matrimonio. Le osservazioni sulla cultura orientata al consumatore in questi capitoli sono interessanti. Sono d'accordo che è abbastanza facile trasformarsi in una persona incline seduta indietro, guardando la televisione, postando su Facebook, nutrendo il tuo corpo e lo spirito con cibo spazzatura insensato.

Così sono entrato nel Teatro Orientale con una mente aperta e una visione positiva. In generale, mi piace il messaggio sul minimalismo. Incoraggiano le persone a rivalutare le cose nella nostra vita e a decidere consapevolmente ciò che è significativo. Che cosa uso? Cosa mi porta gioia? In che modo questa cosa si aggiunge alla mia vita?

Tuttavia, mentre guardavo Millburn e Nicodemus parlare, mi stavo leggermente contrando. Si stavano esibendo. Stavano recitando. Avevo già sentito tutte queste parole nelle interviste e, in molti casi, alla lettera. Questo display era teatro. Anche quando rispondevano alle domande del pubblico, si davano le stesse parole (anche Colin Wright era lì quella sera) prima di rispondere. Le risposte sono state provate, memorizzate.

Ho deciso di finire il libro. Dopo tutto, mi piace il messaggio, quindi aggira il sistema di consegna. Adattare. Ed è allora che ho iniziato davvero a non gradire l'autore e il suo assistente, che commentano in queste note irritanti che devi cercare separatamente. Dio non voglia, crei delle note.

Nel capitolo sei, Millburn ha questo pezzo sulle ancore. Scrive l'opinione della società ancorato persone ben adattate. Tuttavia, li vede come mantenuti in linea, sul posto. Le ancore rubano la tua libertà impedendoti di raggiungere la tua felicità.

A questo punto della mia esperienza di lettura, sono diventato incredibilmente sospettoso riguardo all'intelligenza emotiva dell'autore. Sta scrivendo un libro di memorie sulla trentina, quindi ha già ottenuto l'etichetta autoassorbente. Tuttavia, ora sta scrivendo della vita come un viaggio. Ho già letto Tolkien.

Il mio ritmo di lettura rallenta a questo punto, ma quando sono arrivato al capitolo dieci, ero davvero irritato. Millburn e Nicodemus si sono trasferiti in una piccola città del Montana per scrivere e creare. Hanno scelto di vivere nel Montana. Tuttavia, in base al capitolo dieci, potresti pensare che Millburn fosse un patrizio romano costretto a vivere tra i lebbrosi.

È seduto in un "bar a due bit e ascolta una canzone banjo inquinare le onde sonore" che lo circonda. Nicodemo sta parlando con "Whatshername" che Millburn descrive come "macchiato con la faccia a faccia in giù".

Si accorge di altre due ragazze che "sfoggiano ottuse fedi nuziali in oro con piccoli diamanti". Veramente? Stai scrivendo un libro che critica la cultura orientata al consumatore, ma all'interno di quel libro critichi la qualità dell'anello nuziale / di fidanzamento? Come se la dimensione del diamante fosse direttamente proporzionale all'amore del partner?

Quindi si lamenta che la ragazza seduta accanto a lui gli stia prestando troppa attenzione. Scrive "Non ho quasi mai detto una parola, ma lei dice che mi trova" interessante ", che è un termine che userei passivamente-aggressivamente, un insulto a rovescio".

Interessante è un insulto? In che mondo vive Millburn? Le persone che sono interessanti sono avvincenti, stimolanti, intriganti, impressionanti e seducenti. Il mio obiettivo è circondarmi di quante più persone interessanti possibile.

La mia conclusione è che il libro di memorie di Millburn non riguarda il minimalismo. Sta davvero scrivendo del suo viaggio verso l'intelligenza emotiva e la maturità che il minimalismo sta aiutando ad accelerare.

Per approfondire il mio punto, ho visto che i minimalisti avevano un discorso su TedX. È esattamente la stessa presentazione che ho visto a Denver all'Oriental Theatre. Mentre hanno aggiunto scatole come oggetti di scena per TedX, il discorso è stato altrettanto accentuato, tanto insincero quanto la presentazione che ho visto e il libro che ho letto. Se stai cercando un libro sul minimalismo, cercherei altrove.

04/21/2020
Kwabena Segee

Il messaggio di questo libro è potente. La qualità della scrittura, per me, ha frenato un po 'quel potere. Devo ammettere che sono immediatamente scettico (e forse offeso?) Dagli scrittori che affermano di essere grandi scrittori nei loro libri. Mi rende più probabile modificare (mentalmente) il ripieno di tutto ciò che leggo dopo la loro dichiarazione. E questo libro soffre di essere stato scritto da qualcuno che è giovane e pensa di essere un grande scrittore: prosa imbottita, metafore imbarazzanti, mancanza di struttura, mancanza di contesto, dialogo che si sente fabbricato e mancanza di umiltà. Spero di poter evidenziare queste cose da un luogo di riconoscimento perché ne soffro, sono molto più vecchio dell'autore, e mi esercito quotidianamente a scrivere e fin da quando ero alle superiori.

Sono riluttante ad ammettere la mia reazione a causa dell'importanza della missione e dello scopo dell'autore per iscritto. Risponde alla fame che provano così tante persone - e narra di un approccio suggerito, affinato dalla sua stessa vita, che può aiutare molte, molte persone a sentire una connessione più profonda con la propria vita. E ciò, in definitiva, è più importante del fatto che, nella mia esperienza, la qualità della prosa era tesa.

Lo consiglierei ancora agli amici che sono curiosi di sapere cosa stanno facendo e perché lo stanno facendo e come il minimalismo potrebbe parlare con loro. Siamo tutti alla ricerca di risposte e tutte le troveremo sulla nostra strada. Questo libro può incoraggiarti a fare un salto che ti aprirà come ha fatto per l'autore. Leggerlo mi ha incoraggiato a pensare come avrei potuto affrontare un simile viaggio a modo mio e nel mio tempo, con una vita e un insieme di responsabilità diversi da quelli dell'autore.
04/21/2020
Lyndsey Gargi

Abbiamo una relazione di odio-amore con le cose. Amiamo volere cose - può essere così soddisfacente acquisire e collezionare i nostri tesori! Ma dobbiamo anche conservare tutte quelle cose. Dobbiamo pulirlo, organizzarlo e mantenerlo.

I minimalisti sostengono che se avremo meno roba, le nostre vite saranno più ricche e più felici. Trascorreremo meno tempo a pulire e preoccuparci delle nostre cose. Avremo relazioni più soddisfacenti. Non dovremo lavorare tanto duramente o avere tanto debito perché spenderemo meno soldi. Eliminare tutto ciò che non è necessario libererà spazio nella nostra vita per essere più consapevoli di noi stessi e degli altri.

Joshua Fields Millburn e il suo amico, Ryan Nicodemus, gestiscono un blog chiamato The Minimalists, e questo libro è un libro di memorie sul loro viaggio per semplificare la loro vita. (Il minimalismo sembra essere il nuovo termine alla moda che è stato appena chiamato Simple Living negli anni '90. Nuovo secolo, nuovo termine!)

Joshua e Ryan avevano entrambi lavori ben pagati nel settore delle telecomunicazioni. Hanno lavorato per molte ore e hanno avuto molto stress. Dopo la morte della madre di Joshua nel 2009, ha dovuto ripulire la sua casa ed è rimasto scioccato da quante cose ha raccolto. Il suo primo pensiero fu di imballare tutto e pagare per conservarlo da qualche parte, ma poi si rese conto di quanto sarebbe ridicolo e costoso. Quindi si rannicchiò e riordinò tutte le sue stanze di roba, liberandosi di tutto tranne alcune fotografie e ricordi. *

E poi, il suo matrimonio è finito. In un nuovo appartamento, Joshua decise di iniziare a ridurre anche le sue cose.

"Ho iniziato in piccolo, mi sono chiesto: E se togliessi un possesso materiale - solo uno - dalla tua vita ogni giorno per un mese? Cosa succederebbe? Il risultato: ho scaricato più di trenta articoli nei primi trenta giorni. Piace, molto di più. Divenne una specie di sfida personale, scoprendo di cosa potevo liberarmi, cosa potevo togliermi di mezzo, quante cose non necessarie che potevo rimuovere dal mio tesoro. Ho cercato nelle mie stanze e armadi, armadi e corridoi, auto e ufficio, frugando in cerca di oggetti con cui separarmi, mantenendo solo le cose di cui avevo bisogno. "

Ci sono voluti diversi mesi, ma Joshua ha ridotto le sue cose solo agli articoli necessari. Si è sbarazzato di tutte le cose "per ogni evenienza" che stava risparmiando. Digitalizzò le sue fotografie. Ha digitalizzato i suoi cd e film. Pulì l'armadio e conservò solo i suoi vestiti preferiti. Era vicino a un progetto "tutto deve andare". Ha anche cambiato le sue relazioni e alla fine ha lasciato il lavoro che lo aveva reso infelice.

"Manteniamo i lavori che non ci piacciono perché crediamo che ci sia sicurezza in una busta paga. Restiamo in relazioni di merda perché pensiamo che ci sia sicurezza nel non essere soli. Teniamo duro a cose di cui non abbiamo bisogno, solo nel caso potremmo averne bisogno lungo la strada in un futuro inesistente e più sicuro. Se tali accessori inondano le nostre vite di scontento, non sono sicuri ".

Ryan si ispirò a minimizzare le sue cose dopo aver visto quanto Joshua fosse più felice. Ryan tentò un progetto leggermente diverso: impacchettò tutti i suoi oggetti in scatole come se si stesse muovendo, etichettò tutto e li impilò nel suo salotto. Quindi ha trascorso 21 giorni a disimballare solo gli articoli di cui aveva bisogno. Ad esempio, le prime cose che ha disimballato sono state lo spazzolino da denti, le lenzuola, alcuni piatti, ecc. Alla fine dei 21 giorni, aveva decompresso solo circa il 15 percento delle sue cose. Si è sbarazzato di tutto ciò che era ancora confezionato nelle scatole. WOW.

"Immagina di vivere una vita più sana, in cui non solo stai meglio, ma ti senti meglio. Immagina una vita con standard più elevati. Immagina una vita con meno disordine, meno roba, meno distrazioni. Immagina la tua vita con meno - meno stress, meno debito, meno malcontento. Ora immagina la tua vita con più - più tempo, più contributo, più euforia ... Ciò che stai immaginando è una vita significativa. Non una vita perfetta, nemmeno una vita facile, ma un semplice ".

Questo libro è stato stimolante da leggere e mi ha persino portato in una grave modalità di decluttering. (Ho già portato molte buste di cose alla buona volontà.) La mia lamentela riguarda la scrittura; Joshua può essere un po 'florido e anche la struttura del libro è stata frustrante. È allestito come una raccolta di saggi, ma a Ryan sono state concesse le note; i suoi commenti sono sul retro del libro, che ha richiesto un secondo segnalibro. Mentre Ryan aveva alcuni punti positivi, come il suo diario sul suo progetto di 21 giorni, molte delle sue interiezioni non erano necessarie e mi sono infastidito girandomi avanti e indietro.

Tuttavia, ho apprezzato la ponderatezza del libro e poiché è stato così stimolante, sto prendendo il mio punteggio di 3.5 e arrotondando per eccesso a 4.

* Questa è solo una prova aneddotica, ma ho sentito storie simili da parte di amici su come la morte di un genitore o di un nonno li abbia spinti a far decadere la propria vita, perché hanno dovuto sistemare tutte le cose dei loro parenti. Tutti quei "tesori" possono finire per essere un peso per quelli lasciati indietro.
04/21/2020
Allrud Nakanishi

Sbarazzarsi di cose in eccesso può essere liberatorio. L'autore, tuttavia, indossa il suo badge Ethos fai-da-te con troppa orgoglio: persino le note di fine postura come DFW-esque includono pseudo-scuse per la cattiva scrittura. L'arroganza giovanile è un meccanismo di sopravvivenza darwiniano. Qui si manifesta in prosa autoindulgente con l'hubris dell'autore, il marxismo "a valore aggiunto" e il buddismo di Facebook. L'autore e i suoi amici hanno reinventato la ruota, ma sono così pompati dai grandi numeri sul loro sito web che non riescono a sentire le loro voci vapide, vacue e invariabilmente monotone che ripetono rivelazioni che non sono né nuove né interessanti. Questo libro è un perfetto esempio di ciò che accade quando chiunque può pubblicare qualsiasi cosa.
04/21/2020
Cristal Alshabazz

È difficile non amare questi ragazzi (l'autore Millburn e il suo collega Ryan Nicodemus) hanno persino dato la grande impresa che hanno creato, diffondendo il vangelo della vita minimalista scrivendo di quanto siano umilmente meravigliosi. Il loro sito "The Minimalists" (http://www.theminimalists.com) è davvero stimolante e mi ha fornito una visione unica e preziosa: semplicemente riducendo significativamente il numero di cose che possiedo, posso farmi sentire molto meglio con me stesso. Questo è così contrario al modo in cui avevo pensato che mi ha colpito con forza. Nelle poche settimane successive ho smaltito diverse scatole di libri, centinaia di CD, una chitarra inutilizzata e un bel po 'di confusione, la cui utilità era semplicemente congetturale. Il mio obiettivo è quello di possedere solo ciò che posso adattare comodamente in una casa o appartamento di 1200 piedi quadrati, con il meno possibile impacchettato. Penso che sia realizzabile in un anno. Mia moglie ed io abbiamo già scoperto che regalare cose diventa avvincente.

Ma torniamo al libro: mentre mi aspettavo ingenuamente un mix di circa il 30% di memorie, il 40% di teoria e il 30% di consigli pratici, ho ottenuto l'85% di memorie, il 15% di teoria e nessun consiglio pratico. E la memoria diventa rapidamente troppo in più di una semplice lunghezza. Molti recensori hanno commentato quanto Millburn enfatizzi il successo della sua carriera pre-illuminista: l'ascesa al livello di regista mentre era ancora sui 20 anni, lo stipendio a sei cifre, il bling yuppie. Come per il predicatore che versa lacrime pubbliche sulle 1,000 donne con cui ha dormito prima di trovare Gesù, qui c'è un senso stridente del "modesto vanto". Altri passaggi ci raccontano di quanto sia un grande scrittore (che non è), di quanto sia famoso (una donna carina si avvicina timidamente al suo tavolo in un ristorante) e di quanto sia sensibile (un capitolo interamente su una ragazza perduta). Niente di tutto ciò spiega come e perché liberare i beni non necessari dalla propria vita.

L'autore è generoso nel riconoscimento di altri minimalisti, tra cui Joshua Becker di diventandominimalist.com, Courtney Carver di bemorewithless.com e Leo Babauta di zenhabits.net. Tutti questi siti, insieme a theminimalists.com, meritano una lettura.
04/21/2020
Leeanne Lisbon

Aggiornamento #1: 20 pagine in e sono rimandato da quello che un coglione Joshua / "Millie" è come narratore. Davvero negativo e sprezzante verso le persone. Non abbiamo nemmeno iniziato il minimalismo ed è già un idiota. Bleh.

Inoltre, tornare costantemente alla fine del libro per leggere i commenti (per lo più irrilevanti) del suo co-sceneggiatore è ridicolo. Le note a piè di pagina sarebbero state molto più convenienti delle note di chiusura.

Aggiornamento #2:DNF al 40%: ha rinunciato a pagina 80 quando è diventato un predicato, merdoso rantolo di dialoghi sulla sua ex ragazza. Questo è stato dopo il capitolo che era solo una trascrizione di un'intervista televisiva e un testo integrale dal sito Web di altri minimalisti. E dopo il capitolo su ciò che è un grande scrittore.


La scrittura in questo è terribile, è lunga, ha prodotto conversazioni come esposizione e tonnellate di imbottiture. C'è a malapena qualche teoria minimalista o consigli pratici qui, solo un lungo libro di memorie sui ricchi bianchi bianchi che - vorrei scherzare - passano una pagina a zampillare su come FIGHT CLUB sia cambiato per loro.

Ho pensato che avrei potuto portare questo piccolo libro fino alla fine, ma la vita è troppo breve.
04/21/2020
Adena Heathcoat

Solo un libro davvero buono o molto cattivo mi spingerà a prendere il tempo per scrivere una recensione. Sfortunatamente, questo rientra in quest'ultima categoria. Ho imparato dal libro e l'ho letto come tale: ha aggiunto valore alla mia vita? No. Ecco perché ho deciso di essere minimale e fermarmi a metà strada.

Ho capito il loro punto. I ricchi bianchi si avvicinano a un'idea non unica, trovano l'illuminazione nei beni abbandonati e predicano alle masse che chiedono di essere salvate dalla loro tristezza. Fine.

Inoltre, ho trovato la scrittura scritta e irritante. Sì, sono uno scrittore per educazione e carriera. L'autore è un aspirante scrittore e lo raccomando vivamente per aver perseguito il suo sogno. Detto questo, dopo essere stato chiesto, "Sei buono?" egli opina:

["Sì", mi sento riconoscere per la prima volta ad alta voce. "Senza dubbio" dico sapendo che negli ultimi sei mesi sono migliorato in modo esponenziale, scrivendo ogni giorno, diventando ossessionato dall'arte. Ho preso qualcosa in cui ero bravo e ho iniziato a lavorare verso la grandezza.]

Sospiro ... Essere prolisso e usare la tua app Thesaurus (sì, ne ha una sul telefono) non ti rende un grande scrittore. Non indosso un camice bianco e mi definisco un farmacista, anche se VOGLIO davvero esserlo. Mi sono ritrovato a ridere della tempestività della mia lettura di questo, in mezzo al candidato presidenziale di Donald Trump. Per citare Trump: "Conosco le parole. Ho le parole migliori".

La tua vita è breve Sii minimale - non leggere questo libro.
04/21/2020
Adoree Stahle

Volevo davvero amare questo libro. Si tratta di un argomento che mi interessa molto e le persone dicono sempre cose fantastiche sul loro blog.

ma ...

Non c'era davvero nulla di originale o profondo. È stato in qualche modo interessante vedere riconfezionare la vita semplice per una nuova generazione, ma è stata una lunga strada da percorrere.

Sembravano piuttosto egocentrici e egocentrici. Mi sono ritrovato a chiedermi perché avrei ascoltato i consigli che mi hanno dato ...

La scrittura non era poi così buona. L'autore ci dice che bravo scrittore è più volte, ma l'ho trovato piuttosto pungente e alcune sezioni sembravano essere state sollevate direttamente dal blog. Ricrea diverse conversazioni e stavo ridendo pensando che se davvero parla così non c'è da meravigliarsi se trova meglio incontrare persone online.

Le sto dando 2 stelle perché sospetto che altri lo leggeranno e lo troveranno che cambia la vita e non saranno disturbati dai problemi sopra elencati. Solo io no.
04/21/2020
Eugenie Ruzicka

SBADIGLIO! Questo libro è stato così incredibilmente noioso che ho saltato la maggior parte di esso. Continuavo a sfogliare sperando in un barlume di eccitazione, o almeno qualche consiglio su come diventare un minimalista. No. L'autore è completamente egocentrico e la sua verbosità esagerata è tutt'altro che minimale e semplicistica. Mi sentivo come se stesse provando così tanto a impressionare usando varie parole "interessanti" che gran parte del punto del libro è andato perso. I suoi continui e fioriti paragrafi sono appena stati trascinati e trascinati d .... Conosco un modo in cui posso avvicinarmi a diventare un minimalista .... buttare via questo libro!
04/21/2020
Cris Mcchain

Questo è il mio secondo libro dei minimalisti e sono lacerato.

Da un lato adoro la filosofia, i loro discorsi sul ted sono stati grandiosi e molto di ciò che dicono ha senso. Dall'altro lo stile di scrittura è pretenzioso come.

A un certo punto Giosuè disse "l'orologio colava minuti sul comodino" o le parole in tal senso. È come se fosse andato a un seminario di scrittura, qualcuno gli ha presentato metafore e ha dichiarato che sarebbero state la sua "missione". Capisco di ambientare la scena e che è il suo libro di memorie, ma le parti in cui ha parlato apertamente del suo viaggio sono state fantastiche, le parti in cui il cielo era "denim" (adora davvero parlare del cielo) meno. Sono solo 216 pagine e giuro che il cielo appare ogni tre pagine se non di più.

Tutto sommato, se ti piace l'idea e vuoi saperne di più sul loro viaggio verso il minimalismo, consiglierei il loro blog o ted talk, è su YouTube. Se ti piacciono le ripetizioni, le metafore sul cielo, le persone che desiderano essere state battute dai poeti e lo strano sguardo nel loro viaggio minimalista, prova i libri.
04/21/2020
Gusella Mcginity

Se hai intenzione di leggere questo libro, non leggere prima le recensioni. Vorrei iniziare da lì.

C'erano due lati distinti in questo libro. La metà (sebbene i due fossero mescolati insieme) era piena di informazioni illuminanti e affascinanti sul minimalismo e l'idea generale che tutte le "cose" materiali nella vita siano vuote. Questa verità è qualcosa che la maggior parte delle persone arriva alla fine, ma è sempre bello ricordare, soprattutto mentre perseguiamo costantemente le "cose".

L'altro lato, tuttavia, era un libro di memorie a volte interessante che semplicemente andava avanti troppo a lungo. L'autore dice inizialmente che il libro era di oltre 1000 pagine. Anche se è fino a 200, è ancora troppo lungo. Tutto nel libro avrebbe potuto essere detto con molte meno parole più selettive. Se avessi fatto il punto sul tipo di parole in questo libro, scommetterei che un'enorme percentuale sarebbe costituita da avverbi freddi. Cerare la poetica è divertente di volta in volta, ma non per 200 pagine a testa in giù accanto a informazioni utili. Il mio grande amico inglese Adam probabilmente perderebbe la testa cercando di leggere questo libro, urlando ad alta voce di tanto in tanto perché doveva far fronte a un'altra enfatizzata descrizione.

Ho anche fatto l'errore di leggere alcune recensioni qui su Goodreads a metà del libro. Mi hanno fatto conoscere tutto quello che stava succedendo e quella sensazione frustrata che non potevo mettere il dito. Dopo che mi sono stati segnalati i problemi della scrittura, non sono riuscito a non vederli. Continuavano a accumularsi come un'ape che mi ronzava nell'orecchio.

Non mi dispiace di aver letto il libro, ma sono anche contento della mia decisione di scremare gli ultimi tre capitoli. Era troppo lungo e troppo prolisso. Soprattutto per un libro sul minimalismo! :)
04/21/2020
Valera Nissman

Tempo per l'angolo di onestà. Penso che i messaggi di minimalismo, spesa consapevole e scelte deliberate siano estremamente importanti, ma sfortunatamente sono sepolti in alcuni scritti davvero tragici all'interno di queste pagine. Comicamente male. Come è stato pubblicato ?? Oh giusto, Millburn ha fondato la sua casa editrice indipendente. Chiaramente hanno poco personale per i redattori, o i suoi amici sono stati troppo carini per dirgli la dura verità sulla sua scrittura. Avrebbe davvero beneficiato di una seconda serie di occhi.

Mi sentirei peggio rovinare la qualità della scrittura se Millburn non venisse fuori così arrogante e puzzolente di arroganza. Non ho fatto altro che dare un'occhiata alle note del migliore amico sparse nel libro perché erano completamente inutili ed è stato un dolore andare avanti e indietro ogni altra frase. C'è così tanta prosa viola in questo libro. I bravi scrittori non hanno bisogno di menzionare ripetutamente quanto sono bravi: si mostra. La scrittura qui è soffocante e anche se c'era un disclaimer sulla necessità di ricreare scene dalla memoria, si legge falso. Millburn continua a parlare di come scrivere sia la sua passione e di quanto tempo dedichi alla pratica ogni giorno, ma non credo che arrivi da nessuna parte. Come ha già detto un altro recensore, la sua convinzione nel suo talento mi ha fatto pensare in modo più approfondito al mio (è tempo di fare il crack su quel primo romanzo!).

Mi piace molto il blog e il podcast di The Minimalists, ma la qualità della scrittura e dell'ego gonfio in questo "libro di memorie" era degna di nota e oscurò il messaggio essenziale del libro.
04/21/2020
Eph Pattyre

Ottimo messaggio, ma davvero cercando di leggere. L'autore ha una storia ispiratrice, eppure la inserisce in un linguaggio così inutilmente oscuro - una terribile combinazione di termini vecchio stile e contrazioni informali. Le note non aggiungono nulla e potrebbero essere state presentate in modo diverso (cioè non come note di chiusura che richiedono uno scorrimento avanti e indietro) per evitare le interruzioni, se non modificate del tutto. Detto questo, ho trovato il diario di disimballaggio di Nicodemo uno dei passaggi più leggibili.

Mentre avanzavo nel libro, mi sono sempre più spaventato per la scrittura e mi sono perfino imbarazzato di averlo raccomandato ad un amico, con il quale ho intenzione di andare a vedere la coppia parlare nell'ottobre di quest'anno. Semmai, la convinzione di Millburn nel suo talento di scrittore mi ha fatto pensare meglio del mio.

Tuttavia, a parte le critiche alla scrittura, è incoraggiante vedere un movimento crescente contro il consumo inutile.
04/21/2020
Bruning Lasser

Mentre apprezzo il minimalismo e il modo in cui può migliorare la tua vita, questo romanzo ha semplicemente ridisegnato le stranezze che avevo sentito durante le interviste e quando ho visto gli amici parlare di persona. A volte era arrogante, snob e esagerato, ma la caratteristica peggiore era il costante sminuimento e sessismo verso le femmine che incontravano. Millburn ha
molta più anima cerca di fare per superare il suo ego.

È finita una lettura forzata per me su un argomento a cui già sottoscrivo moltissimo. Deluso.
04/21/2020
Aurea Veron

Questo ottiene due stelle solo perché alcune delle idee del minimalismo sono molto interessanti per me. Sfortunatamente la scrittura ha ostacolato qualcosa di buono in questo libro. L'autore è risultato pretenzioso e fuori dal mondo. Vorrei che l'autore si fosse chiesto se ogni frase che scriveva aggiungesse valore al libro. Un consiglio all'autore, i redattori sono bravi dovresti prenderne uno!
04/21/2020
Andrien Abdou

Nel complesso, ho trovato questo libro molto fastidioso. In breve, diamo troppo valore alla ricerca di beni materiali e ci identifichiamo con il nostro lavoro rispetto alle nostre passioni. Ma per arrivarci è necessario passare attraverso una memoria sovrascritta da due hipsters autorevoli. La curiosità mi ha fatto andare avanti su questo e per fortuna è stata una lettura veloce.
04/21/2020
Dupre Pezzullo

Un altro libro breve, ma piuttosto bello. L'unica cosa con cui ho avuto problemi è quanto descriverà le cose che non hanno aggiunto nulla alla storia. Sembrava che avesse un obiettivo di così tante parole e che avesse dovuto aggiungere qualcosa in più per raggiungere quegli obiettivi. Tuttavia ha un messaggio davvero eccezionale. Quindi penso ancora che valga la pena leggere.
04/21/2020
Brandy Malinoski

Sono un fanatico dei libri di stile di auto-aiuto, e sebbene Tutto ciò che rimane è descritto come un "libro di memorie", ho sentito che era molto più orientato verso la consulenza e mostrare il minimalismo come una scelta di vita. Inoltre, chi può davvero scrivere un libro di memorie all'età di 31/32 anni? Quindi, naturalmente, ho trovato questo libro incredibilmente interessante e divertente da leggere.

Questo libro è stato scritto principalmente da Joshua Fields Millburn, metà di The Minimalists, ma include note finali scritte dal suo partner di blog e dal suo migliore amico Ryan Nicodemus, che mi sono piaciute molto. Erano una gradita uscita dalla prosa di Millburn e includevano anche alcune sezioni davvero interessanti come la rappresentazione della sua "festa degli imballaggi" (la prima volta che sperimentava il minimalismo). Ci vuole un po 'a girare avanti e indietro se vuoi leggerli in tandem con quando compaiono nel testo (e siamo onesti, sarebbe un po' strano se non lo facessi), ma ho usato tutto due segnalibri si avvicinano e ha funzionato abbastanza bene per me!

Ci sono stati momenti in cui ho sentito che la prosa era un po 'importante per me stessa e predica, ma poi di nuovo questo è un libro su uno stile di vita e un modo di vivere di cui gli autori si sentono incredibilmente appassionati - quindi ovviamente lo sono lo farò con gusto! Sono stato in grado di guardare oltre questo, e leggerlo a mio vantaggio personale: amo l'idea del minimalismo e ho già iniziato a incorporarlo al livello più elementare (l'idea di sbarazzarsi di beni inutili). Ho ancora molta strada da fare prima di poter dire che sto davvero abbracciando il minimalismo, e dubito che farò alcune delle cose che hanno i Minimalisti, ma sarà sicuramente un lavoro in corso.

Se sei interessato al minimalismo, ti consiglio di leggere questo libro anche se non lo prendi del tutto sul serio. Ho avuto la possibilità di vedere i minimalisti parlare all'inizio della settimana prima di completare questo libro, dove erano molto carismatici e interessanti, e hanno persino ricevuto un abbraccio da entrambi e hanno fatto firmare la mia copia! Ragazzi adorabili e un messaggio adorabile. Sono un gioco.
04/21/2020
McLaurin Tecchio

Nel 2017, ho visto il documentario dei minimalisti su Netflix e da lì sono stato condotto al loro podcast e al sito Web. Adoro questi ragazzi e il loro lavoro ha sicuramente ispirato molti cambiamenti positivi nella mia vita (vale a dire aggiungere valore lol). Mi capita anche di identificarmi molto con JFM, in particolare il suo sentimento di malcontento per lo status quo e il suo desiderio di perseguire una carriera come scrittore.

Detto questo, questo libro andava bene solo per me. Ci sono un sacco di grandi battute, alcuni consigli, alcuni paragrafi convincenti. In sostanza, se li hai già ascoltati o consultato il loro sito Web, nulla di questo libro sarà davvero nuovo. La novità è che questo libro ha cristallizzato ciò che mi ha infastidito del loro podcast sul quale non avrei mai potuto davvero mettere un dito.

JFM è un tipo arrogante e privilegiato. O almeno è così che si imbatte in questo libro, e mi ha fatto capire che ho pensato tante volte anche ascoltando i minimalisti. I capitoli successivi che si sono trasferiti nel Montana hanno davvero sigillato l'affare per me: le sue descrizioni orribilmente condiscendenti delle persone con cui aveva a malapena interagito, il suo licenziamento casuale di altri esseri umani - era onestamente disgustoso. Avevo pensato prima che il privilegio dei minimalisti fosse limitato al fatto che non erano disposti a riconoscere che avevano iniziato i loro viaggi in un posto migliore rispetto alla maggior parte (anche se non avresti mai pensato di ascoltarli mentre lo dicevano), ma questo mi ha fatto dubitare che forse il problema è un po 'più endemico. Spero sinceramente che non sia così.

Nel complesso, non consiglierei questo libro a qualcuno che si avvicina per la prima volta al minimalismo, non penso che sia un'ottima rappresentazione di tutte le grandi cose che i minimalisti hanno da offrire. Prova invece il podcast.
04/21/2020
Carree Escoba

Mi è piaciuto molto. Le mie esperienze sono state così simili, perdendo mia madre, ripulendo la sua casa, avendo epifanie e volendo diventare un migliore ... qualsiasi cosa. Questo libro è probabilmente molto utile se desideri essere ispirato a ridurre e semplificare, sono più una poltrona minimalista. Adoro leggerlo. Ammiro le persone che lo fanno. Ho teorie sul modo migliore per realizzarlo e condividerò felicemente le mie scoperte. Ma davvero minimizzare? Non ho davvero tempo, sono un po 'impegnato a mettere un altro asciugamano nell'armadio. Ma la scrittura di J. Milburn è così bella che voglio leggere altri suoi libri. Ho usato un evidenziatore. È stato così bello

Ho letto questo libro perché stavo scrivendo un romanzo, Violet's MountainViolet's Mountain, su una giovane donna che è una accaparratrice. La sua pila ha raggiunto proporzioni montuose monumentali, e per un senso del dovere, dell'amore e del dolore è bloccata a vivere lì, in cima al tesoro. Ho chiesto a Joshua Fields Millburn di raccomandare uno dei suoi libri per la mia protagonista dopo che è scesa dalla sua montagna. Se lei scende dalla sua montagna, e lui ha gentilmente raccomandato questo libro, Tutto ciò che rimane. L'ho letto ed è stato perfetto. Riposa sul suo tavolino da caffè, un regalo dell'uomo che la ama.
04/21/2020
Baiel Mandothi

L'unica ragione per cui non sto dando a questo libro una stella è che mi piace il messaggio: smettiamo di vendere il nostro tempo solo per comprare più cose e, apparentemente, lo status. Tuttavia, temo che le persone che leggono questo libro possano pensare che tu diventi (o debba iniziare come) un odioso fratello per essere un minimalista. JFM fa di tutto per diffondere la sensazione "colloquiale" del libro, ma ogni sua parte sembra provata, sovraccarica. C'è un capitolo particolarmente fastidioso che sembra un mix imbarazzante di evangelismo e metodo socratico, in cui JFM convince anche il suo compagno, Ryan, ad abbracciare il minimalismo. Lunghi paragrafi di JFM intervallati da affermazioni (a volte mascherate da domande) di Ryan. È stato così irritante che ho pensato di restituire il libro in biblioteca prima di finirlo, ma ho continuato e ho letto il capitolo in cui si trasferiscono nel Montana insieme e JFM trascorre l'intero capitolo descrivendo la popolazione tra cui ha scelto di vivere a malapena nascosto disprezzo.

A causa del mio interesse per l'argomento, non mi rendevo conto di quanto non mi piaceva questo libro fino a quando non avevo quasi finito. Quindi, l'ho messo in evidenza.
04/21/2020
Peterec Bahrke

Lo scrittore mediocre penetra il suo libro di memorie autopubblicante.

Questo libro avrebbe potuto essere più corto di 150 pagine. Ci sono state frasi dolorose (credo che fosse orgoglioso del suo 3-cercapersone; se ne vanta più avanti nel libro), metafore estese di formaggio e interi capitoli grondanti di mancanza di consapevolezza di sé. Sono quasi morto dentro quando ha proiettato i suoi pensieri su un POC nelle prime pagine.
Adoro il podcast dei minimalisti, ma questo libro è stato orribile. Lo scrittore si presenta come un duro colpo che non capisce perché nessuno lo pubblichi. È ovvio per le persone che amano leggere esattamente perché è stato passato così tante volte dal mondo dell'editoria; la sua scrittura non ha senso. Se alla fine ha ragione, è dopo che ha trascorso pagine a guardare l'ombelico e a condividere le sue epifanie non così profonde e ad usare ogni parola oscura che gli viene in mente. Odio dire questo sui ragazzi che mi sono divertiti così tanto tramite il podcast, ma questo libro aveva bisogno di un editore con una motosega che potesse regnare in tutto il dramma in eccesso.
04/21/2020
Susannah Bartoldus

Un libro come questo che ho realizzato avrà un impatto solo se stai attraversando un processo di rivalutazione della tua vita o cerchi una vita che abbia più significato.
Essere in un processo del genere a causa di numerosi eventi importanti in un arco di tempo piuttosto breve ha portato a trovarsi in uno spazio in cui è naturale voler ripulire tutto il gunk (sia fisico che psicologico) per portare chiarezza su ciò che è veramente importante e ciò che deve essere versato lungo la strada.
Non tutti hanno la fortuna di avere un percorso chiaro su ciò che vogliono fare "quando crescono", quindi non c'è da meravigliarsi se ci si chiede dopo circa 20 anni di lavoro: sono contento di tutte le mie scelte?
Ho visto il documentario con mio marito prima di leggere questo libro. Si pensava che provocasse e portasse a un processo lento che è ancora in corso, di sbarazzarsi delle cose in casa che non hanno più significato. Improvvisamente la casa che era troppo piccola, sembra far fronte e per ora essere abbastanza. Dare via è anche gratificante. Improvvisamente comprare qualcosa perché voglio averlo ora, è una decisione più ponderata.
Per me, questo libro sembrava una conversazione onesta da una persona che ha subito una trasformazione, a un'altra che ne vede il valore e cerca lo stesso. No, non mi ha fatto impazzire, ma non era la mia aspettativa. Volevo ascoltare la storia dell'autore, come sbarazzarsi del disordine gli abbia permesso di godersi di più la vita e andare a fare le cose che non avrebbe mai creduto possibile. La crescita e lo sviluppo individuale sono una cosa così personale e nessuno può scartare ciò che un altro ha attraversato.
Se non sei pronto ad ascoltare davvero questo messaggio, allora non farlo.
04/21/2020
Halford Segerstrom

Ho letto un libro simile a questo prima in cui gli autori sono andati dal blog -> pubblicato. Da quel momento in poi dovremmo semplicemente accettare ciò che presentano come accettabile. Purtroppo questo non suona vero per questo libro (o forse solo per il pubblico americano e le radici da cui proviene).

Mentre ci sono elementi di verità nel libro, ho onestamente suddiviso in zone così spesso che è difficile ricordare esattamente dove fossero le grandi pepite di informazioni. Penso spesso che le persone (super generalizzate) tendano a collezionare cose nel tempo, ma secondo me non è proprio una brutta cosa. Pensando a un certo numero di cose nella mia vita, tendo a comprare cose solo dopo che diventa evidente che non averlo mi sta influenzando, o non lasciandomi fare le cose in modo efficiente o non essere in grado di fare qualcosa del periodo. Ciò che ha portato a ciò è che anche nella recente mossa che ho fatto, mentre c'era un mucchio di spazzatura, la maggior parte l'ho lasciata andare facilmente, tutto il resto era stato usato una o più volte negli ultimi 3 mesi.

Inoltre non ho idea di quale fosse il punto della persona che continuava a iniettare commenti secondari nel libro, oltre a poter eventualmente attribuire il proprio nome al libro. Ogni commento sembrava forzato e abbastanza distratto.

Alcune informazioni utili nascoste da qualche parte qui, dove esattamente non posso dire, probabilmente dovrai fare una profonda introspezione della tua vita e decidere dove stai andando. C'è molto che si può dire sugli stili di vita personali e sulla religione rispetto al libro, ma sembra un caso del pubblico sbagliato a cui indirizzare questi pensieri.
04/21/2020
Garris Malaspina

Onestamente, volevo amare questo libro tanto quanto amo il minimalismo e il loro messaggio, ma lo stile di scrittura di Millburn era dappertutto, il che mi ha fatto davvero non piacere il libro.

Per prima cosa, lasciami dire che ci sono diversi frammenti eccellenti qui. Detto questo, l'autore passerebbe dal ricordare un ricordo a dare consigli su come discutere dei suoi hobby, al rantolo sullo status socioeconomico, tutto in pochi paragrafi. I capitoli passerebbero dalla creazione di un sito Web alla limitazione del consumo alle ex ragazze. Niente di veramente connesso per me. Era tutto sparso. Sì, so che questo stile era intenzionale, ma era troppo distratto dalla mia lettura che toglieva il loro messaggio di fondo.

Inoltre, le note di chiusura erano fastidiose e sembravano un modo inutile per attaccare il nome di Ryan come autore. Le note di chiusura erano quasi una totale perdita di tempo, dovendo continuamente tornare indietro per una battuta inutile. Quindi hai le eccezioni delle note 43 e 67, che avrei amato come capitoli separati e dettagliati in sé e per sé.

Nel complesso, questo libro ha avuto così tanto potenziale ma uno stile chiaro e organizzato era profondamente carente, non riuscendo a riportare la sua storia a casa per me.
04/21/2020
Cobbie Engels

Questo è stato un ascolto abbastanza breve.
Il che probabilmente lo ha aiutato un po '.

Ci sono 3 prospettive che ottengo da questo libro.

1. Una moda simile alla corsa a piedi nudi, dove viene venduta come la cosa più naturale, e che ti sbagli nel non farlo.
2. Grandi idee su come ridimensionare l'indulgenza, spendere soldi che non hai e sbarazzarti del disordine. Concentrarsi su ciò che è importante.
3. Le informazioni presentate in modo tale che sembra che dovresti lasciare il tuo lavoro e scaricare tua moglie per essere felice.

Ci sono alcuni preziosi titoli di informazioni, preziosi per chiunque, sia che seguano rigorosamente uno stile di vita minimalista o meno.

L'ultima parte del libro è stata una vera e propria schlep. I tour / viaggi avevano zero informazioni rilevanti. Capisco che si tratta di un libro di memorie, e stanno raccontando la loro storia, ma non c'era nulla che mi interessasse. L'inizio del libro aveva frammenti molto più preziosi.

Quindi nella versione audio. L'interiezione di Ryan è stata fatta in modo tale da farmi rabbrividire ogni volta che la sua voce saliva.
04/21/2020
Merlina Gravitte

Se non avessi ricevuto questo libro gratuitamente, probabilmente non l'avrei acquistato, non perché il libro non sia buono ma perché di solito non sono uno per le memorie. "I minimalisti"- Joshua Fields Millburn e Ryan Nicodemus - hanno offerto il loro libro più venduto gratuitamente e, essendo interessato alle loro altre pubblicazioni, l'ho raccolto per leggere. È una lettura breve che ti dà un'idea di come il denaro non garantisce la felicità anche se sei convinto che lo farà. Se hai letto o ascoltato qualcosa di "I minimalisti"in precedenza noterai molto di ciò che dicono sia ripetuto ancora e ancora e ancora ... ti consiglio di guardare Minimalismo: un documentario sulle cose importanti anziché.
04/21/2020
Audres Scheri

"Sono il plagio secondo il secondo anno, velato di Jack."

Questo libro ha fatto schifo. L'autore non ha potuto scegliere tra scrivere la fan fiction del Fight Club e un libro di auto-aiuto.

Era scritto in modo scadente e sconclusionato e molto giudicante e il viaggio dell'autore verso un minimalismo sembrava al secondo anno, una specie di come accadere su una cosa e andare avanti con essa.

Ho difficoltà a pensare che questo ragazzo credesse davvero a quello che stava dicendo. Sembrava più che il minimalismo fosse lo sgabello che questo ragazzo usava per infliggere al mondo le sue metafore merdose.

Questo è un esempio perfetto del motivo per cui nel mondo della scrittura devono esserci editori che agiscono come guardiani.
04/21/2020
Holna Gartman

Argomento molto interessante per me, ma l'autore ha uno stile di scrittura incoerente e a volte diventa troppo "predicatore". Inoltre, non sembra qualificarsi prima di andare ai suoi sermoni. A volte sembra un diario personale mediocre. Le note a piè di pagina e un paio di passaggi sono piuttosto divertenti, però.

Lascia una recensione per Tutto ciò che rimane: un ricordo dei minimalisti