Homepage > Classics > Finzione > HistoricalFiction > Adam Bede Recensioni

Adam Bede

Da George Eliot Joanna Trollope, Hugh Osborne,
Recensioni: 29 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
12
Bene
7
Media
6
Male
2
Terribile
2
Adam Bede, il primo romanzo scritto da George Eliot (pseudonimo di Mary Ann Evans), fu pubblicato nel 1859. Fu pubblicato in modo pseudonimo, sebbene Evans fosse una studiosa ben pubblicata e molto rispettata del suo tempo. La trama della trama segue la vita rurale di quattro personaggi nella comunità immaginaria della comunità rurale, pastorale e affiatata di Hayslopea nel 1799. Il romanzo

Recensioni

04/21/2020
Fabrianna Herlong

Lettore, ti chiedo, cosa può esserci di meglio di un lungo libro pieno di buone frasi?

Questa era una domanda retorica, ovviamente - penso che non ci sia niente di meglio che buone frasi che si susseguono l'una sull'altra, e questo libro ne è pieno.
Ma Adam Bede offre anche che i lettori di ingredienti extra generalmente non possono resistere: l'intrigo.

L'intrigo è incentrato sulla curiosa natura delle regole di attrazione, il che non sorprende naturalmente, poiché le variazioni del classico triangolo amoroso sono spesso presenti nei libri di George Eliot. Tuttavia in Adam Bede, le regole di attrazione sembrano estendersi ben oltre la solita figura a tre facce. Invece abbiamo una situazione molto più complicata:

SB ama DM che ama AB che ama HS che ama AD.
*……*……*……*……*
Cinque punti isolati. Sembra che non ci sia modo di riunirli, né di costruirli in una forma utile, come ad esempio una casa. Eppure Adam Bede, che è al centro della problematica, è un falegname che è molto bravo nel calcolare le distanze e gli angoli e il peso corretto delle travi del tetto. Dai, Adam, diciamo incoraggiante, costruisci quella casa! Fa in modo che succeda.

Nel frattempo, le nostre attività mentali si svolgono in modo molto simile a quelle dello Stato: gran parte del duro lavoro viene svolto da agenti che non sono riconosciuti. Anche in un macchinario credo che ci sia spesso una piccola ruota impercettibile che ha molto a che fare con il movimento di quelli grandi ovvi ... l'anima umana è una cosa molto complessa.

Prima di poter costruire la casa di Adamo, devono essere condotti un po 'di affari mentali, un piccolo aggiustamento di ruote e ingranaggi, e senza dimenticare alcuni piccoli "agenti" legati al cuore che i loro proprietari difficilmente sanno, devono essere eseguiti da molti dei personaggi. È un processo molto interessante da guardare.


Il cuore umano è davvero una cosa molto complessa.
04/21/2020
Calia Glas

Il fatto che George Eliot chiamasse questo romanzo Adam Bede e non Hetty Sorrel dimostra che non esiste giustizia in questo mondo.

Il romanzo stesso, il primo di Eliot, è una storia d'amore pastorale abbastanza pittoresca. Tutti sono innamorati della persona sbagliata. Ottieni l'immagine. La trama non porta davvero bene il peso del romanzo. Si tratta solo di violare 600 pagine e non è assolutamente necessario: non c'è bisogno.

È un peccato che Adam Bede è una storia simile, considerando che per il romanzo Eliot ha inventato un personaggio così complesso, adorabile e assolutamente tragico come Hetty Sorrel. Ho adorato Hetty e, a giudicare dalla maggior parte delle altre recensioni qui, lo hanno fatto anche tutti gli altri. La sua storia è così completamente straziante, il che è impressionante, dato che la maggior parte dei personaggi della letteratura vittoriana lo attraversa davvero.

Devo ammettere che in certi momenti mi sono davvero stufato di questo romanzo, solo per tutto da riprendere quando arriva Hetty. Ma non consiglierò nemmeno un romanzo vittoriano minore lungo 600 pagine solo perché un personaggio è buono. Quindi immagino che sia quello.
04/21/2020
Sair Lakey

Adam Bede (1859) fu il primo romanzo di George Eliot, preceduto solo dalla sua breve raccolta di narrativa, Scene di vita clericale. Il romanzo è stato riconosciuto come un capolavoro sin dall'inizio. Il Volte recensione affermava che "l'autore si classifica tra i maestri del mestiere" e descrive "lui" come possessore di "genio di primissimo ordine". Elizabeth Gaskell, con Nord e Sud già dietro di lei, tristemente annotato in una lettera che "ho la sensazione che non valga la pena provare a scrivere quando ci sono libri come Adam Bede. "

Quando ho letto Adam Bede per la prima volta, stavo solo uscendo da un trauma della vita (anche se niente di così brutto come l'orribile evento attorno al quale ruota la trama, per fortuna). Il romanzo mi ha lasciato senza fiato con l'accuratezza delle sue intuizioni su shock e sofferenza e sui loro effetti psicologici. Era una lettura immensamente terapeutica.

È stato interessante rivisitare questo romanzo in un momento più calmo e più obiettivo, con un occhio più letterario-critico. L'ho adorato tanto quanto la prima volta, anche se per ragioni piuttosto diverse. L'ho letto quasi di continuo con Eliot dopo Felix Holt: The Radicaled è stato divertente allineare i due l'uno contro l'altro. Ci sono molte somiglianze. Il protagonista maschile di entrambi è un uomo intelligente, in parte autodidatta, della classe operaia - sebbene Felix Holt abbia scelto la carriera di artigiano, piuttosto che averlo visitato da lui alla nascita - ed entrambi sono i figli debitori di due dei madri più fastidiose nella finzione. (Ad essere sinceri, Lisbeth Bede ha più per redimere la tragica dignità che la signora Holt, ma sarebbe comunque una sorta di confusione su cui vorresti almeno essere intrappolato in un ascensore.)

Più seriamente, Adam Bede è una rappresentazione brillante e socialmente sfumata e vivida di un villaggio rurale delle Midland nel 1799 come Felix Holt è di una cittadina rurale della Midland febbrile alle elezioni nel 1832. Eliot sapeva di cosa parlava; era cresciuta proprio nel tipo di società rurale di cui scrisse qui; e il suo affascinante breve memoriale delle origini di Adam Bede (incluso come appendice all'edizione dei Classici del mondo che ho usato) identifica suo padre, Robert Evans, un ex falegname mobile verso l'alto trasformato in manager immobiliare, come una delle ispirazioni per il suo personaggio principale.

Come sempre con Eliot, oltre alla trama personale del romanzo — qui, a differenza di Felix Holt, aspro e semplice come una tragedia greca - è in atto una narrazione sociale più ampia e pacatamente politica. Uno dei motivi per cui l'impostazione del villaggio funziona così bene è che può fungere da microcosmo della società inglese in generale, nella sua classe e distinzioni religiose. Inoltre, non ci è mai del tutto possibile dimenticare che il romanzo si svolge un decennio dopo l'evento politico più convulso del secolo, la Rivoluzione francese. Questo è un romanzo intensamente consapevole della classe, tanto quanto Felix Holt, a modo suo.

L'elenco di cast di Adam Bede è vasto e estremamente ben schierato. Oltre ad Adam e alla sua famiglia, i personaggi principali del romanzo includono il giovane scudiero vanitoso e vanitoso, Arthur Donnithorpe; il vicario mondano e saggio del mondo, il signor Irvine e la sua vecchia madre regale e vivace; una coppia di contadini comodamente fuori casa, i Poyser; e le loro due nipoti orfane, la vanitosa e graziosa Hetty Sorrel e la carismatica e devota Dinah Morris. Oltre a questi, abbiamo anche un coro più ampio, composto dai servitori assortiti e dai braccianti dei Poyser; i più grandi servitori della "grande casa"; villaggio ne'er-do-well assortito; il banale maestro di scuola Bartle Massey; I colleghi di Adam nella falegnameria. Eliot riunisce magistralmente l'intero villaggio nel magnifico set della ventunesima festa di compleanno di Arthur, che si svolge immediatamente prima della crisi del romanzo, con il destino sospeso pesantemente in aria.

Questo elemento del destino e del prefigurare ricorda ancora una volta la tragedia greca; e non penso che sia una coincidenza. Eliot ha letto di Sofocle Oedipus Rex poco prima di iniziare i lavori su Adam Bede; e rende il signor Irvine, nel romanzo, un lettore di Sofocle ed Eschilo. Un grande trionfo di Adam Bede è la sua combinazione del potere emotivo e dell'universalità della tragedia con il realismo intricato, storicamente preciso, socialmente incorporato del romanzo maturo vittoriano.

Potrei continuare all'infinito. Non posso iniziare a rendere giustizia alle eccellenze di questo romanzo. Non ho nemmeno menzionato il fascino del ritratto di Eliot nei confronti di Dinah Morris, la giovane predicatrice laica metodista, catturata in un momento all'inizio del movimento metodista quando le donne predicarono in alcuni numeri (un epilogo ci abbatte oltre il 1803, quando una sentenza limitata loro di predicare esclusivamente al proprio sesso.) La caratterizzazione è superba in generale: a parte Dinah, ho amato, in diversi modi, Adamo; Arthur; Hetty; Sig. Irvine; Martin Poyser; e Seth Bede, fratello di Adam. E ottieni molta saggezza e simpatia morale umanistica del marchio Eliot. Il suo trattamento di Arthur è esemplare al riguardo; lei non pedala sulla sua vanità e sul terribile danno che lui provoca su tutto ciò che lo circonda, eppure non ci consente - o, in definitiva, Adam - la facile opzione di condannarlo senza guardarci bene .

Ci sono anche alcune risate dentro Adam Bede, a dispetto della reputazione di Eliot per l'alta serietà morale. Ci volle un po 'per insinuarsi su di me, ma alla fine stavo gustando i barbi oltraggiosi della super casalinga dalla lingua tagliente Mrs Poyser, specialmente quando li rivoltò contro il tirannico Scudiero Donnithorne (alla base degli aristos!) e il misogino Bartle Massey. Ho particolarmente ammirato il modo in cui Eliot ha incapsulato il suo personaggio nel suo tic fisico di camminare a maglia costantemente "con una feroce rapidità, come se quel movimento fosse una funzione necessaria, come il cinguettio delle antenne di un granchio".
04/21/2020
Marian Gavinski

Credo che questo possa essere il libro più bello che abbia mai letto. Mi sono sentito sollevato ed emotivamente svuotato quando ho finito. La tragedia e la grande bellezza della scrittura di George Eliot! Non ho letto questa edizione, la mia era molto più antica, ma l'introduzione della mia edizione citava Charles Dickens che diceva che leggere Adam Bede era un'epoca della sua vita, e Alexandre Dumas l'ha definita il capolavoro del secolo. Sono felice di essere d'accordo con loro. Molte persone dicono che Middlemarch è il capolavoro di George Eliot. È stato anche tragico e bello, ma ero molto più attratto dai personaggi di Adam Bede. Li ho amati tutti (anche Hetty) perché anche se potrebbero aver fatto delle scelte sbagliate, ci è stato permesso di vedere le cose dalla loro prospettiva e capire perché hanno fatto quello che hanno fatto. Lo adoro per George Eliot. I personaggi di Dickens a volte sembrano quasi caricature perché sono o così buoni o così cattivi. Apprezzo l'umanità di Eliot. In effetti, ho capito Arthur Donnithorne fin troppo bene. Vuole così essere una brava persona e far sì che la gente pensi bene di lui, eppure è debole quando conta davvero. Questa è un'analogia sciocca, ma un giorno ho deciso di preparare biscotti con gocce di cioccolato mentre leggevo Adam Bede. Sapevo che non avrei dovuto farlo perché ne avrei mangiati troppi e non sarei riuscito a smettere, ma quando è arrivato al punto li ho fatti comunque e ne ho mangiati troppi. Mi sono reso conto di come fosse Arthur! Sapeva che non avrebbe dovuto fare quello che stava facendo, e ne ha discusso molte volte, ma quando è arrivato al punto lo ha ancora fatto.
È interessante notare che, sebbene George Eliot abbia personalmente avuto problemi con la religione dei suoi tempi, nei suoi libri può parlare così tanto della religione. (Mi rendo conto di aver usato la parola "bellissimo" troppe volte, ma oh se la leggi, capirai.) L'anno in cui la storia si svolge è il 1799, ma l'anno in cui fu pubblicata fu (credo) il 1856. C'era molto fervore religioso in corso in quel momento. La gente cercava e voleva fare ciò che era giusto, ed era insoddisfatta della religione della nazione, anche se c'erano molti membri buoni e meravigliosi del clero. Chi non poteva amare il signor Irwine? Eppure Dinah ci ha creduto molto di più. Ho avuto antenati in Inghilterra in quel periodo che credo provassero allo stesso modo, ed è per questo che erano così aperti a sapere della restaurazione del Vangelo dai missionari mormoni che furono inviati lì.
La signora Poyser era un vero gioiello! Ho adorato il fatto che fosse in grado di scacciare lo scudiero e di tener duro con il signor Massey che odiava le donne (volevo anche scacciarlo, vorrei poter sentire perché odiava così tanto le donne). Sono grato che George Eliot abbia inserito un epilogo in modo da poter vedere cosa è successo ai personaggi che mancavano alla fine del libro. Questo è un libro fantastico - tutti dovrebbero leggerlo.
04/21/2020
Gray Fanara

Perché stavo rileggendo David Copperfield durante un po 'di tempo in cui stavo leggendo questo, non ho potuto fare a meno di confrontare i personaggi (e le situazioni) di un libro con l'altro: ad esempio, gli estremi tra l'adorabile Dora / Hetty e l'angelica Agnes / Dinah. E anche se so che Eliot aveva delle riserve sulle opere di Dickens, vedo come estende - nel realismo - un personaggio come David Copperfieldè Emily.

Anche per me è interessante il tema discutibilmente sensazionale di Adam Bede è un tema importante del norvegese Knut Hamsun'S Crescita del suolo, un altro libro che stavo leggendo contemporaneamente.

Se avessi letto questo da giovane adolescente, le mie simpatie sarebbero state con un personaggio minore, il fratello minore Seth. Ad ogni modo, ho ancora alcuni di quei sentimenti residui nei suoi confronti, aiutati dal mio accordo con il suo commento sull'ultima pagina, che si contrappone alla visione più tradizionale di suo fratello, l'eroe omonimo. Quest'ultimo mi ha lasciato un sentimento vagamente irritato, anche se nulla di quello che ha detto in precedenza mi ha disturbato. Con questa sua affermazione, tuttavia, Eliot segue la storia; e la sua più grande forza in questo, il suo primo romanzo integrale, è quella dello storico sociale.
04/21/2020
Joiner Deierlein

Adam Bede è una storia di amore, autoinganno, sentimento religioso, innocenza ed esperienza. Non sarebbe un'introduzione inadatta a Eliot, sebbene Middlemarch sia di gran lunga il suo romanzo superiore. Sono stupito dall'intuizione psicologica di Eliot sulla personalità umana. I suoi personaggi sono tra i più vividi di tutta la storia letteraria e la sua capacità di penetrare nel cuore della motivazione umana non ha rivali. Presenta la sua storia con arguzia e sottile sarcasmo. (Prendi, ad esempio, questo commento ironico: "Certo, so che, di regola, gli uomini sensibili si innamorano delle donne più sensibili della loro conoscenza, vedono attraverso tutti i graziosi inganni della bellezza civettuola, non immaginarsi mai amati quando non sono amati, cessano di amare in tutte le occasioni appropriate e sposano la donna più adatta a loro in tutti gli aspetti ... Ma anche a questa regola si verificherà un'eccezione di tanto in tanto nel corso dei secoli, e il mio amico Adam era uno. ")

La padronanza dell'inglese di Eliot è profondamente impressionante, e questo libro vale la pena leggere solo per la bellezza della lingua. Ma anche la storia è piuttosto interessante, e ti interesserai e simpatizzerai con i personaggi. Non è un libro dal ritmo frenetico e richiederà un investimento di tempo e intelletto. Ma vale la pena leggere.

04/21/2020
Morgan Eppolito

Il capolavoro di George Eliot è Middlemarch, ma Adam Bede è sempre stato il mio romanzo preferito di Eliot. Non sono sicuro del perché. Potrebbe essere perché Bede è stato il primo libro di Eliot che ho letto. Ne dubito, tuttavia, perché il primo libro di Austen che ho letto è stato Orgoglio e pregiudizio, ma il mio libro Austen preferito è Persuasione. Capisco il perché Middlemarch è un capolavoro, eppure mi trovo d'accordo con Dumas pere nel considerare Bede essere il "capolavoro del secolo".

Ho letto per la prima volta Bede dopo aver visto la prima parte di a Masterpiece Theatre (ricordi quando Cooke l'ha ospitato?) mostra della storia. Ho visto solo la prima parte e si è conclusa con la lotta tra Adam e Arthur, dove Adam bussa ad Arthur e pensa di aver ucciso lo scudiero. Ho dovuto sapere cosa è successo dopo, quindi sono uscito e ho portato il libro.

Da allora ho letto Bede molto più di quanto abbia letto Middlemarch, anche se non ho mai rintracciato e portato la versione del capolavoro della storia. C'è una bellezza e una semplicità Bede eppure è una storia complessa e profonda. Sembra quasi un paradosso, ma non lo è.

Mi chiedo come sia stato ricevuto questo libro in generale quando è stato pubblicato per la prima volta. Come quello di Scott Cuore del Midlothian, questo lavoro riguarda una donna, una ragazza, che intraprende una relazione sconsiderata e si ritrova incinta. Eppure, l'uso di Eliot di questa trama è di gran lunga superiore a Scott, anche a qualcuno come me che considera Cuore essere uno dei migliori lavori di Scott, se non il suo miglior lavoro. È l'uso di questa trama in Bede che rendono il libro un capolavoro. Deve essere dovuto al fatto che Eliot è una donna e sa molto di più su quanto la nipote del contadino sarebbe effettivamente a conoscenza del suo ciclo. Fa un ottimo uso della parola terrore.

È vero che il personaggio del titolo è il personaggio centrale. Non è un santo, non è la perfezione; è brava gente, forse una versione più raffinata di Otello. Uno prova qualcosa per lui e ha dei difetti. Il suo cieco amore per Hetty e la sua prontezza di carattere. Anche Dinah, come alcuni difetti, e questo le impedisce di essere una Mary Sue totalmente inimmaginabile. Il lettore sa cosa è meglio per questi due personaggi molto prima che lo facciano.
In molti modi, tuttavia, il canile della storia riguarda Hetty e Arthur, e molto più di Hetty. È interessante che il narratore sottolinei sempre i difetti di Hetty al lettore. Hetty non sembra una persona particolarmente simpatica o attraente, soprattutto se paragonata a Dinah. Il narratore ha ragione nel sottolineare che l'aspetto di Hetty fa sì che le persone perdonino e guardino oltre i suoi altri difetti. Nonostante i modi meschini di Hetty e la sua incapacità di provare sentimenti, sia il narratore che il lettore provano simpatia per lei. Esito a dire come. Non so nemmeno ora se mi piace Hetty, ma mi dispiace per lei. Hetty fa qualcosa di stupido, ma lei gioca un prezzo alto. Anche prima dell'era moderna, con i nostri dibattiti o discussioni sulle madri single e su come (o se) rendere responsabili i padri, Eliot ci tocca. Vincolata dal tempo in cui viveva, Eliot non può dargli il colpo grafico che sarebbe usato oggi. Questa moderazione, tuttavia, rende la storia più tragica e toccante. Anche nell'oscurità del racconto, Eliot organizza per mostrare al lettore un certo grado di pietà. Hetty potrebbe sentirsi sola a causa della vergogna, la sua famiglia potrebbe cacciarla via, ma non è veramente sola. Almeno non del tutto. Ci sono estranei utili e Dinah. Certo, il lettore sa ancora che Hetty non è in un buon posto, che la società l'ha respinta nel complesso e non ha previsto nulla per lei.

Eliot non cade nella trappola che hanno altri autori, come Hardy. Sappiamo che il rapporto tra Arthur e Hetty è consensuale. Inoltre, Arthur viene trattato molto più delicatamente di Alec Tess. Forse questo semplifica le cose o indebolisce la storia come alcuni critici hanno sottolineato, ma non credo che lo faccia. Arthur è vicino all'età di Hetty, ha 21 anni a 17 anni. Più vecchio, più istruito, ma ancora abbastanza giovane da sbagliare. Va anche notato che entrambi gli amanti sono in sostanza orfani. Perché Arthur si pente, perché soffre un po ', diventa simpatico. Non può salvare completamente Hetty, ma non la abbandona completamente quando si rende conto di quello che è successo. Semmai, il libro può essere visto come un commento non lusinghiero sulle rigide regole della società, nonostante Eliot non produca agnelli immacolati tra Hetty e Arthur. Hetty è meno simpatico, ma molto più reale di quanto affermi Hardy Tess.

La storia di Arthur e Hetty mostra quanto e quanto poca società sia cambiata.

Gli amanti non sono l'unica caratteristica vincente di questo romanzo. Ci sono descrizioni meravigliose e bellissimi commenti sulle persone. I semi di Middlemarch sono qui. C'è un capitolo meraviglioso su ciò che rende un buon sacerdote e su come le cose dovrebbero essere ritratte in letteratura. Linee belle e stimolanti, come “Siamo più gentili con i bruti che ci amano che con le donne che ci amano. È perché i bruti sono stupidi? ” Al lettore viene data un'immagine del tempo e del luogo che passa davanti agli occhi, proprio come un film.
04/21/2020
Britte Narimatsu

Forse 3.5.
Ho trovato affascinante la premessa e alcuni aspetti del libro, e la seconda metà è stata molto avvincente - ma come trovo spesso con George Eliot, l'ho trovato più interessante che divertente, e il ritmo, specialmente alla fine, non era del tutto giusto per me. Tuttavia, non vedo l'ora di leggere più George Eliot in futuro.
04/21/2020
Gen Boduram

Adam Bede è un romanzo inglese del diciannovesimo secolo con la tipica abbondanza di parole. Ogni scena è scritta con il suo contenuto più completo con conseguente paragrafi che si estendono su pagine. Non ci sono eccezioni: impostazioni, dialoghi e sentimenti sono ampiamente coperti. Fanno per un romanzo rilassante perché progressivamente non succede molto durante ogni sessione di lettura e, ad essere sinceri, mi godo un romanzo rilassante ogni tanto.

L'unicità del romanzo deriva dalla sua ambientazione e personaggi. La storia si svolge in un villaggio rurale nel cuore dell'Inghilterra nel 1799. Mi è piaciuto il modo in cui il libro è rimasto concentrato su questa impostazione per tutta la sua lunghezza. Faceva affidamento sulla natura sana degli abitanti del villaggio per far crescere organicamente i conflitti umani che hanno portato avanti la trama. Eliot non aveva bisogno di cattivi malvagi, avidi padroni di casa o persino principi affascinanti, e ha un modo per far emergere una realtà che è da tempo perduta. In quanto tale, questo libro appartiene alle persone e al periodo che descrive.

Il fastidio più significativo che ho riguarda le scene culminanti che portano alla fine del libro. Per questo interludio, Elliot si tolse un coniglio dal cappello. Ha quindi usato il coniglio come fulcro della storia in modo che una sorta di dramma potesse essere sollevato nella trama. È stata sicuramente una delusione. L'intero romanzo a quel punto era una costruzione così calma e deliberata per un finale inimmaginabile e poi nello spazio di un singolo paragrafo il libro si trasforma in un gioco irrealistico verso un'emozione mozzafiato. I conigli, dopotutto, non appaiono improvvisamente dai cappelli. Ci sono segni precisi quando un coniglio sta arrivando che Eliot sembra ignorare.

Mentre leggo Adam Bede è stato interessante scoprire che il villaggio di Adam Bede di Hayslope è la rappresentazione fittizia del villaggio di Ellaston, dove è cresciuto il padre di Eliot (Mary Ann Evans). Guardando nella geografia, Google Maps era usato per camminare lungo le strade reali e per vedere i luoghi reali descritti da Eliot. E la cosa magica di una visita virtuale a Ellaston è che sembra proprio come è stato descritto per la maggior parte del libro: piuttosto; accogliente per i suoi abitanti e si spera altrettanto accogliente per i suoi sinceri visitatori. È stata trovata una guida più dettagliata di Ellaston ... qui.
04/21/2020
Seibold Salera

It would be a poor result of all our anguish and our wrestling if we won nothing but our old selves at the end of it—if we could return to the same blind loves, the same self-confident blame, the same light thoughts of human suffering, the same frivolous gossip over blighted human lives, the same feeble sense of that Unknown towards which we have sent forth irrepressible cries in our loneliness. Adam Bede, Il primo romanzo e il secondo lavoro pubblicato di George Eliot, è un romanzo altrettanto brillante quanto il riverito Middlemarch, anche se è un po 'meno lucido. Questa è davvero la storia di Hetty Sorrel, anche se viene trascurata quando il suo arco incontra la sua conclusione cinematografica. Francamente, Adam è il personaggio più noioso del lotto; Hetty, Dinah Morris, Seth Bede, i Poyser, Arthur Donnithorne - sono tutti infinitamente più sfumati e intriganti dell'Adam fangoso. Hetty è ciò che chiameremmo, nel 2015, "vapido", una semplice ragazza di campagna che sogna cose belle, svago e un uomo ricco. Tuttavia, se questo è tutto ciò che prendi dalla storia di Hetty, ti stai perdendo molto. Eliot costruisce e costruisce e costruisce magistralmente fino a quando tutti i blocchi cadono a terra e la città di Hayslope viene lasciata a raccogliere i pezzi. La prima metà è piuttosto corta sulla trama, ma non sarei stata la metà investita nella ricaduta se non fossi stato il frutto del laborioso rendering di Eliot di tempo e luogo.

In prima lettura, la trama di Adam Bede sembra irrimediabilmente arcaico. Ma davvero, non c'è nulla di arcaico nei desideri di Hetty, nei suoi rimpianti, nella sua vergogna, nella sua totale disperazione; le donne soffrono come a Hetty piaceva l'orologeria, in tutto il mondo; alcuni sono abbastanza accecati dalla paura di fare le stesse sfortunate scelte, mentre altri hanno il lusso di non essere mai costretti a raggiungere l'incrocio che ha fatto. Hetty è così umana, così piena di difetti, così disperatamente egoista - è quasi come se Eliot ci sfidasse a non essere altruisti nel nostro giudizio su di lei.

La prosa di Eliot è meno raffinata e il romanzo è piuttosto più descrittivo dell'intuizione del suo marchio: It was a still afternoon—the golden light was lingering languidly among the upper boughs, only glancing down here and there on the purple pathway and its edge of faintly sprinkled moss: an afternoon in which destiny disguises her cold awful face behind a hazy radiant veil, encloses us in warm downy wings, and poisons us with violet-scented breath. Ma è lì, e viene fornito con una forza altrettanto piena, artigli fuori: In bed our yesterdays are too oppressive: if a man can only get up, though it be but to whistle or to smoke, he has a present which offers some resistance to the past—sensations which assert themselves against tyrannous memories. Questo è un romanzo che merita davvero la cura e la pazienza di un lettore. E forse il finale è inventato e un po 'imbarazzante. Ma, come ho detto prima, la star dello spettacolo è Hetty Sorrel. Non so se sia quello Adam Bede venduto più copie di Hetty Sorrel avrebbe, o che i lettori esigessero un protagonista "simpatico", o se fosse solo che Adamo era l'incarnazione di un ideale. Qualunque sia la ragione, Hetty Sorrel è la mia Emma Woodhouse e Adam Bede è mio Emma—Non in quanto assomiglia in qualche modo a una commedia romantica, ma in quanto recita un'improbabile eroina in un romanzo messo in ombra dall'opera più famosa dell'autore.
04/21/2020
Faustena Denio

Leggere questo mi ha ricordato il sapone radiofonico di lunga durata, The Archers. È iniziato circa 70 anni fa, penso, mentre questo romanzo è ambientato tra la fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX.

Il personaggio del titolo è un bel pezzo di un uomo che spunta tutte le scatole giuste per George Eliot e il resto di noi - donna e genere umano. Oltre ad essere un osservatore, è intelligente, onorevole e interessante. Ma, come il migliore di noi, dimostra il vecchio adagio che l'amore è cieco.

Questo è un libro in cui perdersi. La trama è forte e i personaggi vivono e respirano attraverso la pagina. Molti parlano con un accento che George / Maryann ovviamente hanno sentito mentre scriveva. Nel corso del discorso di ogni giorno la loro arguzia e sagacia colpiscono il lettore con frasi colloquiali, espressioni, aforismi e simili, che sento di voler elencare e dedicare alla memoria.

Oltre a una buona trama, questa è avvincente storia sociale. Di particolare interesse per me è l'ascesa del metodismo insieme alla sorella maggiore anglicana al tempo delle guerre napoleoniche. L'autrice è ecumenica nel suo approccio ad entrambi e il buonsenso dei suoi personaggi è l'inglese per colpa. L'angelica Dinah ha piuttosto esagerato un po 'per me e mi ha fatto pensare a pensieri impuri a volte come speculare su un incontro casuale con il Marchese de Sade.
04/21/2020
Yablon Lightbourne

Sono un fan di George Eliot da una vita, quindi è strano che non abbia mai avuto Adam Bede prima d'ora. Suppongo che temessi che non sarebbe stato all'altezza dei capolavori di Eliot, Middlemarch e Daniel Deronda, o addirittura Mill on the Floss e Silas Marner. Adam Bede è in effetti un libro "antico"; si percepisce che Eliot lavora verso i suoi più grandi poteri. La stimolazione può essere un po 'lenta a volte; Eliot si destreggia con meno fili narrativi di quelli che fa più tardi nella sua carriera; e c'è un leggero sensazionalismo nel focus sulla storia di una donna caduta. Tuttavia, che delizia! C'è tutta la solita bellezza della psicologia penetrante di Eliot, la sua compassione, il suo umorismo. Di tutti i suoi romanzi che ho letto, questo trasmette il senso più forte della vita rurale inglese, il suo radicamento nel tempo e nelle colture e la modellatura umana di tutto, dalle bare al burro. Adam e Hetty e il Rev. Irvine e Arthur sono personaggi grandi e veri.
04/21/2020
Burne Szuch

Mi sono preso il tempo con questo libro. In primo luogo, è stato per godersi lo stile di scrittura quasi cinematografico di Eliot all'inizio del romanzo mentre esponeva il mondo e i personaggi di "Adam Bede". Poi, ho letto lentamente per rallentare l'arrivo dell'inevitabile caduta dal paradiso. Ma Eliot lo gestì magnificamente completo di strapiombi che mi videro, in un capitolo drammatico, far cadere il libro, gettarmi il braccio sugli occhi e ansimare per respirare. Saprai dove quando lo leggi. Per favore, il mondo di Adam Bede sembra bucolico ma le passioni si trovano proprio sotto e le persone lottano per fare la cosa giusta e talvolta falliscono proprio come fanno adesso. Questa è una storia più semplice e diretta di "Middlemarch", quindi se non hai mai superato quell'epopea e vuoi leggere Eliot, prova invece "Adam Bede".
04/21/2020
Hilel Cunningan

Adam Bede è simile a Tess dei D'Uberville nella sua premessa di base; una fanciulla innocente e ignara cade in preda ai desideri di un ricco aristocratico che ostacola l'amore e le buone intenzioni di un eroe orgoglioso e onorevole. Naturalmente Adam Bede è stato scritto 32 anni prima di Tess. Adam Bede è uno dei miei preferiti dei grandi romanzi classici.
04/21/2020
Romilda Flowe

Ho adorato questo libro! È stata solo una storia divertente e pacifica non leggere nulla che mi attirasse al mio posto e all'improvviso stavo morendo! In vita mia non sono mai stato completamente strappato; Non riuscivo a smettere di leggere perché dovevo sapere cosa sarebbe successo nello stesso momento in cui dovevo smettere di leggere perché avevo paura di vedere cosa sarebbe successo. Mai nella mia vita ho preso in seria considerazione l'idea di sfogliare il retro del libro per vedere come va a finire, e non sono uno spoiler di trame. Non per essere un cliché, ma ho riso e pianto e ... l'ho adorato. La scrittura di George Eliot era così completa quando si trattava dello sviluppo del personaggio che conoscevo ogni personaggio ... completamente. L'intuizione che ha delle emozioni umane e delle complessità della personalità è stata sorprendente. Ha colpito l'unghia sulla testa. Adam Bede ora si unisce ai ranghi con Jane Eyre e altri come uno dei miei libri preferiti di tutti i tempi.
04/21/2020
Li Hambly

All'inizio, una storia tranquilla e senza pretese sulla vita del villaggio in cui vivono Adam Bede e suo fratello Seth, una predicatrice di nome Dinah, una ragazza carina ingenua di nome Hetty e altri personaggi distinti. Veniamo lentamente presentati a ogni famiglia e ai suoi lotti nella vita e ai loro problemi, inoltre vediamo come interagiscono tutti e costruiscono la rete del villaggio nel suo insieme. Ma mentre ci vuole un po 'perché questa storia si muova, quando lo fa è piena di dramma e tragedia d'amore, e anche di qualche commedia. Crimine, amore non corrisposto, matrimonio, scopo della vita, religione, lavoro, sogni e angoscia - è ricco nel suo arazzo di sentimento umano, ed Eliot ha un modo per catturare le minuzie di quelle stesse emozioni che rendono questo romanzo nel suo insieme sia piacevole storia da seguire e scrivere che vale la pena soffermarsi.
04/21/2020
Seale Sagun

Penso di aver letto da qualche parte che Dinah Morris è anche conosciuta come That Irksome Character ...
04/21/2020
Ender Kor

100% coinvolgente. Questo è uno di quei libri che ritieni più umani per aver letto.

Ciò che la trama potrebbe non avere portata, la scrittura compensa dieci volte con intuizioni tenere e vere sul dolore, sulla speranza, sulla vanità e sulla vita prosaica. È un libro vero, vero, vero, che batte con un cuore onesto. Ami il narratore nel fatto stesso che il narratore è aperto sul suo amore per i personaggi. questo libro è un tesoro, in tutta la sua asprezza familiare e talvolta eventi scioccanti, ma inevitabili. Non è tanto la storia, ma come viene raccontata. pieno di verità abbondanti e pensiero semplice. Intelligente e sostanziale. Dang, mi è piaciuto così tanto !!!!
04/21/2020
Chemosh Charistil

Quando la gente dice: "Non sei tu; sono io", manca di sincerità. Tuttavia, sono molto sincero quando dico che mi è voluto così tanto tempo per leggere questo libro a causa mia, non a causa di difetti all'interno del libro stesso. Sono stato impegnato e ho letto la trilogia avvincente di Robin Hobb The Tawny Man, eccetera, eccetera. Scuse a parte, questo libro merita di essere letto e può essere letto in molto meno tempo di quanto ho impiegato per leggerlo.
Questo è il secondo libro che ho letto di George Eliot, ed è rapidamente diventata una delle mie autrici preferite, come dimostra il fatto che entrambi i libri che ho letto ora siedono sul mio scaffale "preferito" su GR. Questo libro avrebbe potuto essere più breve di quanto non fosse, ma non mi dà fastidio come fa in altri libri perché Eliot ha usato le pagine extra per presentarci completamente ai suoi personaggi, quindi quando accadono eventi a loro, ci importa. Come dice la descrizione del libro su GR, Eliot ha preso una trama comune e l'ha trasformata in qualcosa di speciale a causa dei suoi personaggi. Mi sento in contatto con Adam, Dinah, Arthur, Bartle Massey, Mr. Irwine e i Poyser ... persino Hetty e Arthur. Prendono vita perché Eliot ha impiegato del tempo, non solo per delinearli, ma per attirarli.
Mi è piaciuta anche la storia. Una volta che si verifica l'evento principale, la storia si muove molto rapidamente e porta con sé il lettore, in modo che possa scoprire come si svolge la storia e a cosa condurranno gli eventi per i personaggi.
C'era una cosa che non volevo che succedesse, ma è accennato all'inizio, ed è che Adam e Dinah finiscono insieme. La ragione per cui non volevo che ciò accadesse è che Seth, il fratello minore di Adam, adori Dinah. Non volevo che Seth vivesse con suo fratello maggiore, che è già più forte, più alto, più bello e più amato dalla madre, che ha sposato la donna che amava per prima. Ma, ovviamente, è quello che succede. Adam sposa Dinah, ma non posso nemmeno essere arrabbiato con Eliot perché Adam e Dinah sono così carini. Il loro amore si sviluppa in modo credibile e le loro dichiarazioni reciproche sono così dolci. Inoltre, Adam ne parla con Seth prima ancora di dire a Dinah come si sente, rendendolo un personaggio ancora migliore di quello che già è.
Adam è un personaggio eccezionale. Ha dei difetti, ma lo rendono più realistico. È intelligente ma semplice, deciso ma amorevole. È ovvio che Eliot ama il suo personaggio, ed è ovvio il perché.
Mi è piaciuto anche che Eliot abbia scritto circa un tempo probabilmente cinquant'anni prima del suo tempo. È facile identificarsi con la narratrice quando parla di come i tempi fossero più semplici di allora, di come le cose siano cambiate così tanto da allora, di come le persone siano meno legate alla natura e complichino tutto, dalla religione all'agricoltura. È anche un'ambientazione adatta poiché i metodisti hanno permesso e incoraggiato le predicatrici fino all'inizio del XIX secolo, ed Eliot stava scrivendo in un periodo in cui doveva creare uno pseudonimo maschile solo per essere presa sul serio come scrittrice. Apprezzo la sua decisione di ambientare la storia nel secolo precedente, quando le donne furono rispettate dagli sviluppatori di una nuova setta cristiana e furono incoraggiate a predicare all'aperto, al di fuori dei confini di ciò che la società si aspettava e esigeva dalle donne. Adoro il fatto che Dinah sia un personaggio femminile forte che si conosce molto bene ma è anche una donna cristiana forte perché, sai, le donne possono essere forti, indipendenti, sicure, e profondamente cristiano.
Potrei dire molto di più su questo libro. Eliot idealizza decisamente un passato perduto, ma come possiamo biasimarla? Ora trovo persone che lo fanno sempre a causa dei cambiamenti che la nostra tecnologia e i "progressi" hanno apportato alla società americana. Per un libro scritto oltre 100 anni fa (!), Adam Bede è sorprendentemente facile da mettere in relazione. Inoltre, l'astuzia psicologica di Eliot mi stupisce. Analizza sentimenti, pensieri e azioni più di quanto farebbe uno scrittore contemporaneo, ma mi è piaciuta la sua analisi perché è così moderna. Mi identifico con molte delle osservazioni e spiegazioni di Eliot sulla natura umana e le motivazioni.
Bene, questa è stata un'altra lunga recensione. In sostanza, mi è piaciuto molto questo libro come mi è piaciuta Silas Marner e mi mancheranno questi personaggi e le loro storie. È un libro che raccomando e non mi dispiacerebbe tornare un giorno!
04/21/2020
Kyte Mogle

# 2015 Reading Challenge - Settimana 15: primo libro di un autore popolare.

Questo è veramente uno dei migliori libri che abbia mai letto. Certo, non è una lettura facile, essendo piena di dialetto locale e struttura densa e complicata delle frasi, ma vale la pena dedicare tempo e fatica al lettore. Eliot sviluppa lentamente la scena e i personaggi nelle prime 300 pagine, trasportando il lettore nella campagna inglese del 1799 dove prendono vita alcuni dei personaggi più corposi della letteratura inglese.

È nella seconda metà del romanzo che gli eventi che sono stati messi in moto dalle azioni e dalle decisioni di questi personaggi prendono velocità e iniziano a correre verso la loro inevitabile conclusione. "Le vite degli uomini si fondono perfettamente l'una con l'altra dell'aria che respirano: il male si diffonde necessariamente come una malattia."

Ambiente lussureggiante, vita da fattoria / famiglia, amicizia, romanticismo, tradimento, inganno, omicidio, processo giudiziario: questo primo romanzo di Eliot ha tutto. Altamente raccomandato!

04/21/2020
Ronni Clevinger

Sebbene non sia particolarmente veloce né eccessivamente elettrizzante, Adam Bede è una bellissima intuizione di un momento cruciale della storia britannica - e della condizione umana in generale - tutto inserito nella cornice di una storia meravigliosa e sorprendentemente divertente.
Video-recensione: https://www.youtube.com/watch?v=rR3-K...
04/21/2020
Coheman Cissel

"... il nostro dolore vive in noi come una forza indistruttibile, solo cambiando la sua forma, come fanno le forze, e passando dal dolore alla simpatia - l'unica povera parola che include tutte le nostre migliori intuizioni e il nostro migliore amore."

In questo romanzo, George Eliot ci regala Hayslope, un villaggio popolato da tipi contrari: giovani e vecchi, sinceri e frivoli, sfortunati e quelli che lottano per la fortuna. Eroi e criminali di persuasioni maschili e femminili sono nel mix e le loro interazioni ci portano alla tragica trama del romanzo. Come se ricordasse l'altruismo, i cani hanno avuto un ruolo chiave nella storia. Sembrava che ogni personaggio avesse uno o due devoti canini che trottavano insieme a loro o li fissavano amorevolmente.

Eliot sembra pieno di scoppi. Ha un'abbondanza di opinioni (sul nostro movimento da un passato idilliaco, sul clero e sulla necessità per noi di vedere persone reali e avere compassione per loro), e un'abbondanza di personaggi (compresi dettagli minuscoli su fabbri e calzolai e persone nella piazza del villaggio che non superano mai la prima sezione). Immagino che la sua penna prenda il posto perché ha problemi a contenere tutto ciò che deve condividere.

Rompe ripetutamente la quarta parete e, sebbene ciò possa essere dirompente, i suoi pensieri sono così saggi e illuminanti che è difficile vederlo come un difetto. Ad un certo punto parla al lettore del suo amore per i dipinti olandesi, di come essi descrivono "l'esistenza familiare" e quanto sia più comune questa esistenza rispetto a ciò che normalmente vediamo nei romanzi. Ho subito pensato a Pieter Bruegel (uno dei miei preferiti), e in particolare al suo "matrimonio contadino", con tutti i suoi dettagli della vita reale. Quella verità e specificità sembra essere ciò che stava cercando di dimostrare in questa storia.

Questo ha l'empatia di Eliot che amo, ma ho lottato con alcune cose. Come con Scene di vita clericale (tre scene di cui Adam Bede è apparentemente il quarto), il ritmo a volte è glaciale e poi riprende alla fine. Questo andava bene con le storie più brevi in ​​Scene, ma trascinare avanti e indietro attraverso le prime 400 di 450 pagine è più difficile da trascurare. Ancora più importante, non mi importava dei personaggi principali. Di solito mi fa sentire tutti dei suoi personaggi, ma qui quelli buoni erano un po 'troppo puliti e quelli cattivi troppo prevedibili.

Leggere questa autrice è sempre un'esperienza edificante e le sue parole sono degne di tutto il tempo necessario per leggerle. Ma devo ammettere che questo è stato il mio preferito in assoluto finora.
04/21/2020
Luhey Witaszek

Potrebbe essere un'eresia (perché è sempre un'eresia non amare un "classico" quando lo stato di un libro come classico deriva principalmente dalla sua età?), Ma non sono particolarmente affezionato a George Eliot. Certo, ho letto i suoi libri quando ero piuttosto giovane, ma ho trovato il suo tono troppo moralista e prescrittivo e le sfumature politiche troppo stridenti. Adam Bede è forse uno dei miei libri preferiti tra quelli che ho letto. Abbiamo i nostri protagonisti eccessivamente abili, giusti e più santi di te, Adam Bede e Dinah Morris, per insegnarci la strada giusta. Apparentemente il "modo giusto" è, alla tenera età di vent'anni, andare in giro a predicare a tutti e fornire una guida morale a quegli esseri minori dalle proprie incredibili altezze di esperienza. Il "modo giusto" è di essere teso e silenzioso, di non godere di nulla e di infliggere intenzionalmente sofferenza a se stessi per imitare l'umiliazione subita da Gesù. (Oh, e di essere metodista. Sebbene Dinah sia chiamato alternativamente quacchero e metodista - non capisco davvero come queste convinzioni fossero confuse. Erano più simili all'epoca o Eliot semplicemente confondeva i due sistemi di credenze gallesi? ) Abbiamo anche i nostri esempi morali standard, i personaggi che si comportano male e sono debitamente puniti. È interessante notare che in questo libro diventa chiaro che i cattivi comportamenti includono vanità, autocompiacimento, egoismo, infanticidio (come osano le donne uscire dal ruolo di moglie e madre?) E, soprattutto, uscire dalla propria stazione sociale. Jane Austen, in particolare in Emma, predica anche le virtù delle rigide classi sociali e i mali della fraternizzazione interclasse, ma non posso fare a meno di sentire che Eliot è molto più dogmatico e ovvio nel spingere il messaggio in gola ai suoi lettori. A differenza di Austen, Eliot demonizza anche la classe superiore come frivola e amorale. In termini di tono, Eliot usa la stessa ricchezza di descrizioni e commenti narrativi favoriti da altri scrittori del periodo, tra cui Dickens e Hugo. Non è particolarmente il mio preferito. Ha qualche barbone furbo, ma tutti quelli che ho catturato sono dichiarati molto più abilmente dall'inimitabile Austen. Nel complesso, l'ho trovata una lettura lugubre e predicativa.
04/21/2020
Samul Susma

Ho scritto una recensione piuttosto lunga confrontando Eliot's Bede con Summer di Wharton, quindi se vuoi vederlo, dai un'occhiata alla mia recensione estiva. I libri hanno molte somiglianze ma anche molto diversi. L'estate è molto più breve e focalizzata sulla protagonista femminile. Bede è lungo e Adam Bede è il personaggio centrale, anche se abbiamo alcuni capitoli con la narrazione incentrata su Hetty Sorrel.

Una cosa che ho amato in Bede sono le relazioni tra genitori e tutori e i loro figli ... Bede ha una madre prepotente che non vuole che lui trovi l'amore romantico perché è gelosa. Cioè, fino a quando non si ammorbidisce un po 'alla fine del libro (e viene in qualche modo riacquistata da Dinah.) Hetty vive con sua zia e suo zio e possiamo vedere i loro stili genitoriali e anche il loro rapporto con Dinah, che è anche una nipote, penso, e molto indipendente, ma trascorre del tempo con loro.

Ci sono anche molte cose interessanti qui sul cristianesimo e sul metodismo in particolare. E ha un predicatore metodista femminile, che è piuttosto affascinante.

I personaggi di questo romanzo sono simbolici, ma stratificati. Quasi tutti in questo romanzo hanno dei difetti, ma pochi personaggi sono definiti, almeno non del tutto, dalle loro qualità più fini o dai loro errori. In tal senso, Eliot trova in modo interessante un equilibrio tra caricatura e complessità. Non che il libro non sia mai pesante, ma è molto pesante nella sua richiesta di moderazione, penso. I personaggi che sopravvivono sono personaggi che possono essere un po 'flessibili nelle loro idee e comportamenti.

Le abilità di Eliot come narratore sono evidenti in questo libro, ma lei spinge la trama un po 'troppo a lungo e un po' troppo lontano per i miei gusti e alla fine ero dubbioso. Ma qui c'è molto da esplorare, quindi lo consiglio vivamente.
04/21/2020
Anabella Hansson

Adoro questo romanzo. Sono certo che lo leggerò più volte durante la mia vita.

Le prime trecento pagine (travagli di pre-Hetty) erano perfette; Sono rimasto deluso quando la portata meravigliosamente senza centro ha ridotto la sua attenzione sugli eventi della fuga di Hetty.

Questo romanzo ha davvero alzato l'asticella per me con lo sviluppo del personaggio: anche il più piccolo (e superficialmente poco simpatico) dei personaggi ha un mondo interiore espansivo e dinamico come qualsiasi galassia, pieno di pregiudizi, dubbi, predilezioni e auto- delusioni, che si nutrono e si nascondono a vicenda. George Eliot presiede tutti loro come un attento e incisivo consiglio di difesa per il più basso dei personaggi. Nelle mani di chiunque altro Bartle Massey, Hetty Sorrel e Arthur Donnithorne avrebbero potuto essere fastidiosi o addirittura riprovevoli, ma li ho amati e scusati come si fa con qualsiasi membro della famiglia che è costretto a rappresentare al giudizio del mondo esterno.

Riesco a vedere alcuni lettori che non apprezzano quanto pesantemente la voce narrativa si affida a parte autoriale e aforisma, ma quando le intuizioni sono così astute, non mi dispiace. Molti potrebbero anche trovare la storia lenta, hokey e / o inesistente, ma ho amato così tanto l'ambientazione e i personaggi (come mi ha ricordato l'Iowa) che non mi importava affatto.
04/21/2020
Normand Cheaton

Lungo

Ad un certo punto questa storia è diventata droga e mi sono ritrovato a perdere interesse. Poi è successa una cosa interessante con un personaggio non così simpatico e la storia è decollata. Hetty, non sono un fan. Penso che gran parte di questa storia avrebbe potuto essere tralasciata perché non vedevo il punto, ma era nel complesso divertente.
04/21/2020
Sale Uriarte

Una lettura a tre stelle per questo lettore. Ambientato nella comunità rurale di Hayslope, il romanzo segue le sorti della famiglia Bede e dei loro conoscenti.

È stato difficile investire nel personaggio principale Adam Bede, alcune delle sue azioni e interazioni sembravano ipocrite, ma forse sono troppo duro nella mia valutazione. Non metteva sempre in pratica ciò che predicava. Fu il giovane, vanitoso, egocentrico Hetty Sorrel a suscitare il mio interesse e la mia simpatia. D'altra parte Dinah Morris, beh, la sua bontà l'ho trovata a volte.

Un romanzo di classe, fede, religione e fragilità umana ambientato in una comunità di clausura.
04/21/2020
Julis Leamon

Leggendo Adam Bede di George Eliot, mi sono ritrovato a ricordare i dipinti di Norman Rockwell, con la loro tecnica impeccabile e saccarina e kitsch soggetti quotidiani di un passato non così lontano. Come una Norman Rockwell del diciannovesimo secolo, Eliot sorride alla maggior parte dei suoi soggetti e ci fa desiderare di tornare ai bei vecchi tempi, anche se di tanto in tanto fa un po 'scherzosamente divertente a loro spese. Ma la nostalgia non è una lente attraverso la quale vediamo chiaramente, e questo ritratto di una comunità di Norman Rockwell si mescola a disagio con un tono che sembra giudicante e aspro.

La più grande forza di "Adam Bede" sono i personaggi che vivono nella città di Hayslope. Ci sono solo pochi personaggi in questa città che non sono fedeli alla vita e attentamente osservati. Lisbeth è il ritratto perfetto di una madre che incombe su un figlio e si lamenta continuamente. La signora Poyser è un'arguzia meravigliosa e una gran lavoratrice che gestisce suo marito, il suo caseificio ei suoi figli con una lingua affilata, un occhio veloce e un cuore d'oro. Lo sfortunato Seth Bede è un uomo disinvolto ma ben intenzionato e di buon cuore. L'unico personaggio noioso, purtroppo, è Adam stesso. Forte nelle braccia, generoso nelle azioni, nobile nella ragione e infinito nella facoltà, è il miglior carpentiere da Gesù. Non passa un capitolo in cui non ci viene ricordato noiosamente che è un "brav'uomo". Fortunatamente ci sono vaste aree del libro in cui non è direttamente coinvolto, e alla fine diventa leggermente più interessante.

Un tale ritratto della vita fa sembrare Hayslope un paradiso. È vero che ci sono alcuni problemi in Hayslope: il padre di Adam è un alcolizzato e il proprietario è un coglione. Ma qualsiasi comunità in cui un sermone può essere pronunciato sui mali di indossare orecchini chiaramente non ha molti problemi nel suo piatto. In questo vero giardino dell'Eden entra Hetty Sorrell, la bellissima stupida contadina. Se Adam Bede ha un cattivo, lo è Hetty. Proprio come i nostri sentimenti per Adam sono chiaramente destinati a essere positivi, Hetty finisce per sopportare il peso del disprezzo del narratore. Ciò che non è così chiaro è come l'ha guadagnato. È vana, è stupida ed è materialista. Certamente questi sono difetti del personaggio. Ma la quantità di disprezzo di giudizio accumulata su di lei sembra immediatamente così eccessiva in misura con le sue azioni. Il vero peccato di Hetty sembra essere quello che lei vuole uscire. Non vuole essere la povera ragazza carina che lavora nel caseificio, o la ferma moglie del falegname. Vuole qualcosa di meglio per se stessa- e in che altro modo lo otterrà oltre a sposarsi? Il narratore afferma di sentirsi dispiaciuto per lei, ma per me questo sembra lo stesso tipo di "pietà" che vedi in TV quando un telespettatore dice che gli dispiace che quei sodomiti stiano andando all'inferno. Mi dispiace abbastanza per Hetty e non apprezzo il narratore che la sminuisce come un idiota infantile ad ogni angolo.

È difficile parlare molto della trama del romanzo senza dare troppo, perché, come ho detto prima, non succede molto e ciò che accade sembra un po 'melodrammatico. George Eliot ha la brutta abitudine di iniziare i suoi romanzi con circa duecento pagine di tedio. In Middlemarch, questo è scusabile, poiché il romanzo è di circa novecento pagine, quindi le cose hanno il tempo di diventare interessanti. Ma "Adam Bede" ha solo circa quattrocento pagine e questo è un problema. Ci sono circa cento pagine di interesse prima che iniziamo ad arrivare al finale, cosa che non mi è piaciuta particolarmente. Fa di tutto per compiacere e sembra inventato e insoddisfacente.

Nonostante la bellezza della scrittura di Eliot e la nitidezza della sua caratterizzazione, non posso raccomandare Adam Bede. Anche i personaggi interessanti hanno bisogno di qualcosa da fare oltre a parlare del tempo, e troppo di questo libro non è soddisfacente per ottenere una buona valutazione. Middlemarch era molto meno giudicante, e tanto meglio per questo.

Lascia una recensione per Adam Bede