Homepage > HistoricalFiction > Finzione > IrishLiterature > Morte e usignoli Recensioni

Morte e usignoli

Death and Nightingales
Da Eugene McCabe Colm Tóibín,
Recensioni: 29 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
10
Bene
9
Media
8
Male
0
Terribile
2
È il 1883 e contro la temibile e spietata bellezza del paesaggio di Fermanagh, si svolge il destino di Beth Winters. Beth è determinata a decidere il proprio destino ma incantata dal malvagio Liam Ward sembra destinata a ripetere i tragici errori del passato della sua famiglia. Attraverso gli eventi del suo venticinquesimo compleanno, decenni di dolore e tradimento si trasformano in un devastante, mortale

Recensioni

04/21/2020
Datnow Madeau

Ho letto questo libro per il Leaving Cert e senza dubbio è probabilmente una delle cose peggiori che abbia mai letto. Ho una vendetta personale contro questo libro. Lo odio. Ho delle battute con i miei amici su Death and Nightingales che mi prendono in giro. È così brutto. La mia insegnante, tuttavia, lo adorava e pensava che Eugene McCabe fosse uno dei migliori scrittori irlandesi di sempre, e questo era uno dei migliori romanzi irlandesi di sempre. Se è questo il caso e questo è uno dei suoi lavori migliori, penso che mia sorella pre-adolescente sarà il prossimo James Joyce. Scrive storie di ananas, guardala.

Il mio problema principale sono i personaggi e il ritmo del romanzo, McCabe non sembra avere molta idea di come creare personaggi interessanti, non si vede mai dentro le teste dei personaggi, e quindi è abbastanza difficile preoccuparsi davvero di nessuno di loro . Nessuno dei personaggi è molto simpatico secondo me, anche il protagonista. Il problema di Beth di rimanere incinta al di fuori del matrimonio è ... molto comune nella narrativa storica e appena elaborato su qualunque cosa, fondamentalmente le sue motivazioni sono egoistiche e la sua fiducia in Liam Ward (che è forse il cattivo più ottuso prefigurato che abbia mai visto, seriamente McCabe , impara a prefigurare sottilmente) è assolutamente sconcertante. Il romanzo cerca di presentarla come astuta e intelligente, ma al culmine del romanzo si comporta come una specie di stupida bionda da film horror, tranne per il fatto che è la rossa irlandese stereotipata.

L'altro grande problema con l'apice del romanzo è davvero meschino, ma è importante per me, come appassionato di storia della moda.
Beth Winters, che vive nell'anno 1883, ed è una donna relativamente benestante, eppure in qualche modo, nello spazio di probabilmente meno di trenta secondi, rimuove il suo COMPLETO DOTAZIONE in mutande.
Solo per togliere gli elementi VISIBILI dell'outfit. Nel 1880, le gonne trambusto con gonne "grembiule" erano alla moda. Questi erano legati separatamente all'attuale gonna principale. La gonna e il corpetto erano pezzi separati e i corpetti di solito avevano molti bottoncini molto piccoli, inoltre erano generalmente abbastanza stretti all'epoca. Poi arriva una copertina del corsetto (a seconda dell'outfit, ma non erano rari), almeno una sottoveste, un trambusto, che deve essere giusto, relativamente facile da sciogliere, ma potrebbe essere voluminoso e la cosa più grande, un corsetto.
McCabe implica anche che Beth vada completamente senza un corsetto (che all'epoca era indossato praticamente da ogni donna, era l'equivalente prima del XX secolo di un reggiseno e la maggior parte dei vestiti fuori dalle lenzuola non poteva essere indossata senza di loro, e lei era viaggiare così non avrebbe senso per lei non indossarne uno), che Beth si strappa il corsetto in SECONDS (il che è assolutamente impossibile a meno che non sia costruita come la carcassa, e sarebbe molto dolorosa, o che nuota in giro e " inarca la schiena "in un corsetto. semplicemente Piegarsi in corsetti potrebbe essere scomodo e scomodo, eppure Beth Winters è in grado di fare ginnastica e nuotare in essi. La precisione storica in generale non è sorprendente, Percy francese non era in realtà molto popolare all'epoca (era la fine del 20 quando divenne prolifico), eppure c'è un INTERO CAPITOLO dedicato a un popolare concerto di Percy francese, la mancanza di ricerche mi infastidisce onestamente, perché si tratta di informazioni che si possono trovare praticamente ovunque. Pagina di Wikipedia. Questo romanzo è stato presumibilmente scritto tra la fine degli anni '1880 e l'inizio degli anni '80, ma all'epoca esistevano sicuramente delle biblioteche, non ci sono davvero scuse.

Poi c'è Billy, che è solo odioso e si conferma che abusa sessualmente regolarmente di Beth, ma a quanto pare va bene perché non è tecnicamente sua figlia ed è carino quando non beve pesantemente (cosa che fa sempre). La sua "colpa" sembra performativa e sembra fingere costantemente di non aver fatto nulla a Beth e che lei dovrebbe perdonarlo per le sue azioni.

La fine del romanzo è a dir poco bizzarra, pigra e piuttosto inquietante. Dopo aver aggredito sua figlia con una frusta e averla picchiata a sangue, Billy chiede a Beth la sua mano in matrimonio. Apparentemente questo è simbolico, ma dato quanto poco ha portato a questo momento, e come Billy non abbia fatto davvero nulla per TENTARE di riconciliarsi con Beth, che ha tutto il diritto di non perdonarlo e forse anche di finirlo, dato che l'ha aggredita sessualmente più volte, ma inspiegabilmente chiede la sua mano nel matrimonio, essendo questa la fine del romanzo. Questo può essere considerato simbolico della riconciliazione tra sindacalisti e nazionalisti, ma è così bizzarro, pigramente scritto e pungente che è più sconcertante di ogni altra cosa. Se volessi usare quel simbolismo, sarebbe stato molto, molto più semplice fare qualcos'altro per mostrare la riconciliazione, o in realtà prefigurarlo in modo che abbia anche il minimo senso.

(Ma poi di nuovo, l'autore sembra voler far sembrare simpatico Billy, quindi non lo so. Certamente non ho simpatia per lui).

In generale, la scrittura del romanzo è piuttosto secca, c'è pochissima emozione inserita, la maggior parte delle tesi scientifiche hanno più emozioni di così. Ancora una volta, ritengo che il problema derivi dall'incapacità di McCabe di entrare nella testa dei suoi personaggi, si concentra sull'esterno piuttosto che sull'interno. Una cosa di questo romanzo che credo sia stata fatta bene è stata l'immaginazione, hai davvero un'idea dell'ambientazione della storia e dell'atmosfera e apprezzo che, comunque la trama e i personaggi soffrano ancora, e questa è l'unica cosa che io può davvero applaudire. Inoltre, come nota, la maggior parte dei personaggi ha a malapena una descrizione fisica, che mi è sembrata in qualche modo strana dato il dettaglio nelle immagini di Fermanagh, rendendo difficile immaginarli.

Il ritmo della storia è stato assolutamente orrendo, penso che la trama avrebbe potuto essere condensata in un romanzo molto più breve e resa molto più interessante. C'erano interi CAPITOLI di scene completamente inutili, come i braccianti agricoli che trovavano il vecchio burro nel terreno, che avanzarono in totale.
Il romanzo era generalmente estremamente lento e l'unica ragione per cui non smettevo di leggere era perché i miei voti dipendevano dalla mia comprensione di questo libro (almeno abbiamo fatto Shakespeare invece di quello come testo singolo). Era quasi a metà del libro prima che la trama emergesse davvero, prima c'erano solo scene, scene e scene di ... Non so nemmeno come descriverle. Si sentivano solo cose. Non è successo davvero niente.
Anche l'antagonista del romanzo è stato incontrato molto tardi, e prima ancora che il lettore lo incontri sappiano che è una brutta notizia, perché praticamente l'unico set che ha avuto è che non è una brava persona e dovrebbe essere evitato e sfrattato, il che non lo fa rendere il suo cattivo un po 'sorprendente. Sinceramente penso che questa trama avrebbe potuto essere fatta bene se fosse stata una novella anziché un romanzo integrale. In realtà, diversi capitoli avrebbero dovuto essere semplicemente rimossi dal testo finale. Nonostante non sia molto lungo, sembra che le scene durino per sempre.

In generale, non mi è proprio piaciuto il libro, molte delle questioni esplorate in esso non sono state presentate molto bene o esplorate correttamente secondo me, soprattutto perché riguardavano questioni molto delicate come l'alcolismo, l'abuso sessuale, relazioni malsane, e abuso fisico. Ti sconsiglio di leggere questo se hai brutte esperienze con qualcuno di questi, poiché sembrano essere gettati dentro e non affrontati molto bene. A quanto pare a molte persone piace questo libro, non so perché, ma se riesci a convincermi di qualcosa di veramente degno di questo libro, ti applaudo. Se sono solo immagini, preferirei leggere poesie, impiega meno del mio tempo.
04/21/2020
Augustus Sanes

Ok, ho bisogno di qualche momento per capire cosa ho letto e come riprendermi da un tale capolavoro. Anche se a volte difficile da seguire, è stato sorprendente e questa crudele opera d'arte che mi ha fatto piangere. Capisco perché ad alcune persone non è piaciuto molto il libro, ma va bene anche perché i libri sono progettati per opinioni contrastanti in cui i lettori possono incontrarsi e discutere di ciò che piace o non piace a un romanzo.

Ora passiamo alla serie TV!
04/21/2020
Udale Busque

Ho preso questo romanzo perché "È PRESTO IN ARRIVO ALLA BBC 2 COME UN GRANDE DRAMA". Venendo da Fermanagh, dove è ambientato questo romanzo, ho trovato la lettura di questo romanzo un'esperienza insolita. Ambientato in un periodo molto teso della storia irlandese, durante il periodo di Parnell, racconta la storia di Beth Winters, figliastra di Billy, proprietario di una cava protestante settaria sciamana di whisky, che sposò il suo cattolico (anche piuttosto settario) madre sei o sette mesi prima della sua nascita, all'insaputa di Billy, che comprensibilmente si sentì in qualche modo ingannata da questo evento. Roba scandalosa nell'odierna Irlanda del Nord, per non parlare degli anni 1850.

Venticinque anni avanti veloce e Beth sta per fuggire in America con l'oro di Billy e un inquilino dubbioso in fondo alla strada. È disposta a farlo perché il suo patrigno è settario (come quasi tutti nel libro) ed è anche incline a comportamenti ubriachi inappropriati.

Non dirò molto di più su questo libro perché potrei rovinarlo. È una buona lettura, la prosa è avvincente, intervallata da una terminologia irlandese e specificamente occidentale dell'Ulster come "sheugh" e "wet the tea". Per un lettore non irlandese, direi che alcune frasi dovranno essere cercate su Google. Il punto di forza del libro è il rievocare l'amarezza della divisione cattolico-protestante e il fatto che la terra e l'eredità svolgono un ruolo simile in esso. Incontro l'occasionale britannico che crede che il conflitto nell'Irlanda del Nord sia interamente legato alla religione, come se migliaia di persone ricorressero alla violenza sui grani del rosario, la transustanziazione e quale chiesa del libro di preghiere dovrebbe usare. Per comprendere le questioni di oggi, dobbiamo fare i conti con gli eventi del 1800 e il modo in cui la società è stata strutturata, con i proprietari terrieri protestanti, la Chiesa cattolica e il governo britannico tutti coinvolti nella repressione di gran parte della società. Questo libro aiuta ad affrontare la comprensione del passato complesso e doloroso dell'Irlanda.

McCabe presenta la mia contea di origine in un modo riconoscibile, anche se un po 'gotico e cupo, e penso che questo libro abbia un grande valore storico. Il mio unico problema è che tutti gli uomini di Fermanagh in esso sono fondamentalmente mascalzoni in qualche forma, ma forse lo prendo troppo sul personale. I personaggi probabilmente non sono così ben formati come potrebbero essere, in particolare il protagonista, Beth, che appare improbabilmente ingenuo e senza sforzo astuto in diversi punti del libro. Tuttavia, è una lettura avvincente.
04/21/2020
Orthman Odonovan


Un racconto irlandese suggestivo, lunatico, oscuro. Innamorato da quando l'ho letto per la prima volta.
04/21/2020
Deonne Smutny

Questo è un romanzo incredibilmente potente, sia ossessivo che desolante, e l'ho adorato. La scrittura è oscura e avvincente, e sei rapidamente attratto dal mondo emotivamente intenso e inquietante dell'eroina, Beth Winters. È una storia scioccante e toccante, con un finale selvaggio e ben scritto. Lo consiglio vivamente.
04/21/2020
Azaria Lorrison

Vuoi leggere un libro su una giovane donna scritta da un uomo che non ha idea di come creare un personaggio femminile?

Ti sei mai sentito come se un libro non avesse abbastanza prefigurazioni e vuoi che la storia ti colpisca in testa con la sua "sorpresa" rivelata?

Se è così, questo libro è per te!

E il finale? È assolutamente bello che il padre surrogato del personaggio principale l'abbia molestata fin dall'infanzia perché, ehi, era un uomo abbastanza grande da perdonarla per aver cercato di rubare il suo oro.

Fai meglio, autori maschi. Fare molto meglio.
04/21/2020
Strohben Nick

Avendo avuto di recente i miei romanzi sull'Ulster, mi sono imbattuto in questo titolo di un autore irlandese che in precedenza mi era sconosciuto.

Ambientato in un tempo irrimediabilmente precedente alla Bloody Sunday, il romanzo di McCabe è magnificamente strutturato, ritmicamente perfetto e perfetto nella sua interpretazione della lussureggiante campagna di Fermanaugh. Il personaggio di Elizabeth è profondo, complesso e vale la pena. Altamente raccomandato. NJAIN. (Non solo un altro romanzo irlandese).
04/21/2020
Karlen Warish

Ho letto questo prima di guardare l'adattamento alla BBC. Un libro molto breve ma una grande storia, piena di tradimento, amore, sospetto e senso di colpa, tutto racchiuso in un giorno di vita del protagonista. Mi è davvero piaciuto.
04/21/2020
Chaunce Eviston

Una semplice storia ambientata a Fermanagh nel 1883. Una ragazza cattolica che vive con il suo patrigno vedovo e protestante si innamora di un povero contadino inquilino. Le descrizioni del paesaggio rurale, delle persone e della vita quotidiana dei tempi sono belle e la magistrale gestione della trama da parte dell'autore crea una tensione che si sviluppa attraverso la storia, culminando in un climax drammatico.
04/21/2020
Zohara Conte

4.25. Davvero molto bene. Ci vuole del tempo per capire l'ambientazione e conoscere i personaggi, quindi la storia inizia a prendere vita molto lentamente ed è così intensa e piena di sensazioni. Scritto con perizia e posso anche consigliare vivamente l'adattamento BBC2. Molto ben fatto.
04/21/2020
Danny Tuchman

Questo è un bel romanzo e merita una lettura. Era un regalo di Natale di mamma. Ho avuto l'idea che Eugene McCabe fosse un drammatico drammaturgo, ma penso che lo stavo mescolando con Pat McCabe. Questo potrebbe essere il suo unico romanzo ma ha alcuni racconti.

C'è una sorta di irregolarità in esso, forse? Si apre con poche pagine molto difficili e molto impressionanti, ma poi si scioglie in qualcosa di più liscio ma un po 'meno schiaffo sulla fronte. Forse mi sono appena abituato al suo stile.

Interessante avere una storia sia sui proprietari terrieri protestanti che sui dipendenti cattolici, senza particolari preconcetti verso entrambi, specialmente in questo momento storico chiave (Parnell che crea forme, ecc.). La storia è un set drammatico tradizionale, c'è una buona aria di mistero e oscurità su tutto. È molto probabile che mi manchi qualche metafora più ampia per la proprietà terriera o le turbolenze politiche nell'Irlanda del XIX secolo, ma non ci sono molte informazioni al riguardo online.

Aggiornamento: Whoa. Appena trovato questa cosa dove racconta che si basa, in gran parte, su una storia vera. Spoiler, ovviamente. Il tutto è, a quanto pare, una prefigurazione delle future turbolenze politiche. Ovviamente.
04/21/2020
Auric Hoehne

"Quanto straordinariamente bello potrebbe essere il mondo e tutte le creature in esso, tranne l'umanità."

Nel bene o nel male, posso capire perché questo è nel corso Certificato di rilascio.

"Death and Nightingales" è ... beh ... um ... beh, è ​​un libro, questo è certo. La storia si svolge un giorno e una notte nel 1883, il compleanno di Miss Beth Winters, che è anche il giorno in cui ha pianificato di fuggire con il suo amante. Spera di sfuggire a grandi tensioni familiari, una casa piena di ricordi tragici e una comunità che si sta costantemente lacerando. Inoltre ci sono questioni di religione, eredità e gravidanza. E un po 'di omicidio.

Generalmente, la forza principale di questo libro sta nella sua umanizzazione dei personaggi. Eugene McCabe ci convince a entrare in empatia con personaggi sia maggiori che minori, buoni e cattivi. Ci sono alcuni giri di dialoghi particolarmente piacevoli che ci danno ripercussioni approfondite sulla mentalità dei personaggi che all'inizio avremmo potuto presumere di odiare; spesso ho trovato la mia opinione su alcuni individui che variavano avanti e indietro attraverso la scala etica nel corso del romanzo. Un personaggio chiave che McCabe sembra aver trascurato di umanizzare, tuttavia, è la stessa Beth Winters. È un po 'complicato quando questa donna è apparentemente la protagonista, o almeno il focus principale della trama. Una volta che l'azione riprende nella seconda metà del romanzo, si trova in qualche modo difficile curarsene.

La mia memoria duratura di questo libro è la quantità di potenziale che aveva. McCabe ha trascorso un periodo straordinariamente tumultuoso nella storia irlandese. Stabilisce una serie di idee che potrebbero rendere un'opera molto filosoficamente carica, ma sfortunatamente fa poco più che grattare la superficie di ognuna di esse. Un capitolo eccezionale - 11, credo - presenta un controverso incontro con Percy French (un vero e famoso cantautore comico irlandese), ma alla fine arriviamo a vedere che questo capitolo esiste effettivamente in isolamento, mentre la direzione alla fine della trama prende non è interessante come quello che avrebbe potuto essere. Ricordo che Colm Tóibín ha elogiato il libro per "prosa di bellezza desolata e disadorna"; in tutta onestà ha quasi colpito l'unghia sulla testa, se stava cercando di esprimere quanto deprimente e - ancor peggio - noioso, lo stile è. McCabe brilla nei dialoghi. Ma è così.

Questo libro sembra qualcosa che deve essere studiato dagli studenti. È piuttosto semplice in termini di prosa e opportunamente confuso in termini di temi, quindi forse ciò comporterebbe alcuni saggi interessanti. È improbabile che si tratti di qualcosa che si potrebbe leggere volontariamente e, se lo si fa, è improbabile che sia gratificante. È un bel libro Nient'altro da dire, davvero.
04/21/2020
Komarek Jubed

Ho scaricato questo libro sul mio Kindle per leggerlo prima di guardare il dramma della BBC2 che si basa su di esso e che ho registrato. Le versioni cinematografiche a volte possono essere difficili da seguire, non ultimo perché il suono delle produzioni moderne può essere seriamente distorto. O forse sto solo diventando sordo. In questa occasione ha sicuramente funzionato per me.

Ma mi è piaciuto il libro perché mi piace la buona scrittura descrittiva. Suppongo che la mia prospettiva, in quanto medico in pensione che si diverte a mettersi al passo con la lettura ricreativa che gli è sfuggita negli anni, è diversa da quella, diciamo, di uno studente di Leaving Cert o "A" Level. Oserei che noi vecchi siamo meno preoccupati della tendenza ad aderire alle esigenze di correttezza politica, politica di genere o altro e cercare altre cose quando si cerca la bellezza in prosa e la vita di paesaggi e personaggi ispiratori.

Un sacco di personaggi imperfetti qui, e alcuni anche seriamente spiacevoli. Ma non siamo tutti imperfetti? Immagino che siamo fatti per simpatizzare con Beth, ma lei è un biscotto duro e certamente nessun angelo. Il suo ultimo rapporto con Liam avrebbe assicurato la sua fine alla fine di una corda se fosse stata scoperta. Ma di cosa non è capace ognuno di noi se spinto ad esso? Beth certamente aveva abbastanza motivo per ricorrere agli estremi come conseguenza del suo trattamento da adulto, da bambino e persino persino nel tempo precedente alla sua nascita.
04/21/2020
Schubert Ehli

Posso solo dire che mi ha lasciato raffreddato fino all'osso. Depresso. Ansioso. Tutto intorno deluso dalla vita. Tuttavia, bisogna lodare l'autore per aver scritto così brillantemente che ti viene da pensare che il mondo sia oscuro e senza speranza.
Sebbene le idee siano state a dir poco cupe, hanno messo in evidenza problemi di abuso sessuale, tradimento, incesto * e morte (che a dire il vero, ne abbiamo già abbastanza in questo mondo).
Ma era uno scrittore molto bravo, sapeva come girare quei racconti, ma non lo avrei letto più. Per me, è stato troppo duro per il cuore ... E il mio cuore è già passato molto.

* alcuni potrebbero non essere d'accordo se hanno letto il libro, ma penso che ragazzo, se lo fai in famiglia, potrebbe essere un incesto!
04/21/2020
Savadove Outhier

Ho adorato questo libro - l'osservatore lo ha descritto in modo molto nitido, provocatorio e privo di carattere - ti mette magistralmente in Irlanda nel 1883, portando quel periodo di tempo vivo e reale - i riferimenti alla politica del tempo e del passato, alla natura della campagna e soprattutto la natura di tutti i proprietari terrieri clero e inquilini residenti la loro lingua e le loro abitudini sono tutte così abilmente e leggermente gestite che non ti senti mai tenuto a lezione o affaticato. E i personaggi - nessuno perfetto, eppure tutti molto simpaticamente rappresentati - hai sentito qualcosa che li ha licenziati tutti nonostante il loro inganno
Una grande storia di oltre 24 ore con drammi e intrighi che ti spingono alla pagina successiva e alla prossima da portare finalmente al punto di partenza
Un'ottima lettura
04/21/2020
Countess Amidei

SORPRENDENTE. Un libro così poetico. Anche così inquietante.
C'è un ovvio riferimento a Wuthering Heights, tranne che è molto meglio. Vai avanti, mordimi.
Beth è uno dei personaggi femminili più affascinanti che ho letto nella fiction nella mia vita. È come un angelo malvagio, dolce, intelligente e vendicativa. Il patrigno Billy riesce a essere crudele, sfregiato e pietoso, spregevole e simpatico. Il suo interesse amoroso, la sinistra Liam, finisce per essere il male minore dei tre e una pedina nella relazione amore-odio di Billy e Beth.
Ho letto questo romanzo dopo aver visto il dramma della BBC e sia il programma televisivo che il libro sono sbalorditivi. Jamie Dornan ottiene finalmente il ruolo da cattivo per cui è perfetto. Anche l'attrice che interpreta Beth è impressionante.

descrizione
04/21/2020
Dimitris Carnovale

Trovo quasi impossibile dire esattamente perché questo meriti così chiaramente una recensione a cinque stelle, anche se era ovvio dalla prima pagina che lo avrebbe fatto. Un senso di gioia per la fluidità e il piacere delle frasi - continuavo a pensare alla Irish Cream di Bailey. Il coinvolgimento nei destini di Beth e Billy Winters, il non sapere come sarebbe finito tutto, l'evocazione del luogo e della stagione, del tempo e del cielo. Tutto sommato a qualcosa di molto speciale.
(E no, dopo aver letto che era in TV, ho aggiunto il libro alla mia lista di Natale, sapendo di leggere l'unico modo per viverlo.)
04/21/2020
Flemming Boedeker

Questo libro è una lettura eccellente, avvincente e intrigante. Devo ammettere di non aver sentito parlare di Death and Nightingales fino a quando non ho visto la serie TV e questo ha suscitato il mio interesse. Beth e Billy Winters devono essere due dei personaggi più complessi mai scritti. Billy è una persona così disfunzionale, offensiva, eppure in qualche modo lo immagino ancora! (Particolarmente interpretato dallo splendido Matthew Rhys). La povera Beth mi ha ricordato un po 'di Tess d'urbervilles, condannata a un destino infelice e tragico, sebbene non sia così innocente. Sicuramente merita una lettura.
04/21/2020
Ulphia Coopper

Una giovane donna viene allevata dal patrigno nell'Irlanda rurale del 1880.
Questa era una fiction intrigante. Tra il periodo di tempo e il gergo nativo, è difficile capire tutto ciò che viene detto, ma sei ancora in grado di seguire la storia principale. Il grande spostamento del personaggio verso la fine è stato affascinante. Più di ogni altra cosa questo libro parla dell'inganno e dell'amore imperfetto.
04/21/2020
Ezekiel Mcconahay

Sono i dettagli e le frasi meravigliosamente scritte che elevano questo romanzo al di sopra della sua meditabonda e brutale trama.

I personaggi sono limitati dal loro mondo e quella claustrofobia permea l'esperienza di lettura.

È un bel romanzo; è solo colpa dell'incapacità di liberarsi dal soggetto opprimente.
04/21/2020
Tristram Mcmenamy

Questa è stata una lettura abbastanza buona - e c'è una svolta nella trama che non ho visto arrivare ... mi è piaciuto questo libro - anche se l'autore è irlandese - il libro si svolge in Irlanda - parlano inglese - ma hanno parole una frase: alcune delle quali ho potuto capire il contenuto dal contenuto e altre bene che non potevo dire.
04/21/2020
Joann Winland

La prosa è bellissima e i personaggi sono ben scritti. La trama è un po 'difficile da seguire a volte e il finale è ambiguo (che potrebbe essere stato il punto). È anche un po 'lungo. Quindi, sono diviso tra 2 e 3 stelle.
04/21/2020
Lenee Gravatt

Nessuna vera profondità

Non riesco a capire cosa Colm Tobin trova così meraviglioso in questo libro. È una storia abbastanza decente, ma non aggiunge molto alla comprensione della condizione umana. Detto questo, è divertente e forse è tutta una storia decente che deve essere.
04/21/2020
Ludwog Leddon

Questo libro ha risuonato di più con me perché sono appena tornato dall'Irlanda. Il paesaggio era familiare e bello, ma la storia è desolante ... molto irlandese e molto ben raccontata.

Lascia una recensione per Morte e usignoli