Homepage > Saggistica > LGBT > Queer > Suore lesbiche: Breaking Silence Recensioni

Suore lesbiche: Breaking Silence

Lesbian Nuns: Breaking Silence
Da Cordolo di rosmarino Nancy Manahan,
Recensioni: 28 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
10
Bene
11
Media
5
Male
0
Terribile
2
Autobiografie senza precedenti della vita religiosa.

Recensioni

04/21/2020
Nathanson Broomhall

Questa NON è fiction polpa erotica lesbica. È una saggistica: le storie di 50 lesbiche che erano suore, alcune erano anche suore.

Ho trovato davvero interessante sapere come esisteva una parola per descrivere e castigare le donne per aver sviluppato relazioni intime e intime all'interno del convento, "amicizie particolari".

Anche le descrizioni della vita all'interno dei conventi erano affascinanti. Sebbene alcune delle donne abbiano avuto rapporti fisici con altre suore all'interno, la maggior parte si è astenuta mentre cercava di uscire da sola come lesbica. È stato difficile leggere alcune di queste esperienze femminili al momento di lasciare il convento. Mentre alcune donne sembravano scoraggiate dall'abbandonare il convento, altre hanno lottato con depressione, disoccupazione, problemi familiari e hanno trovato il loro posto in una società ostile verso le donne, in particolare le donne queer.

Nel complesso, ho trovato il libro informativo.
04/21/2020
Phia Dunlow

Ho letto questo libro anni fa, quando è stato pubblicato per la prima volta. Certo, avevo una ragione migliore per leggerlo di alcuni. Ero appena uscito al quadrato; Ero uscito dal convento qualche anno prima ed ero uscito dall'armadio qualche anno dopo aver lasciato il convento. Quindi, potrei essere molto vicino alle storie di questo libro.
Era un tempo diverso. Roe v. Wade era relativamente recente. Il movimento delle donne stava andando forte. La decisione di Bakke ci dice che il contraccolpo dell'ala destra è stato ben finanziato anche prima delle elezioni di Reagan. I conservatori sono stati molto efficaci nel presentare il femminismo come lesbismo ... Significa che il movimento ha perso donne repubblicane, casalinghe e mamme del calcio impaurite da ciò che i loro mariti e la loro famiglia avrebbero pensato.

Molti di noi erano profondamente chiusi. Non era raro essere licenziati, anche sfrattati, per essere gay. Se sei cresciuto cattolico e femminile ci sono tre opzioni: matrimonio + figli illimitati, la vita religiosa o la vita da single, che era come guardare la tv in bianco e nero: mai per scelta e solo in assenza di altre opzioni.

Leggere le suore lesbiche: Breaking Silence è stato un evento spartiacque! Fino a quel momento, pensavo di essere solo al mondo. Un'ex suora e una lesbica? Quanto più di un mostro potrei essere ?? Ma molti nella piccola (ma vibrante) comunità femminile parlavano di questo libro. Ho scoperto rapidamente che non ero solo o nemmeno insolito. Aveva perfettamente senso. Mentre i miei amici d'infanzia stavano fantasticando di sposare la loro fidanzata al college e come sarebbero stati i bambini, stavo fantasticando di trasferirmi molto, molto lontano da casa e famiglia per poter capire chi diavolo fossi. Nel convento ho vissuto in stretta vicinanza con altre donne senza alcuna pressione per esplorare una relazione sessuale. Oggi può sembrare sospettosamente ingenuo, ma per le ragazze che crescono cattoliche all'epoca aveva molto senso. Non mi è stata data educazione sessuale. Il piccolo sesso che sapevo di aver imparato dai miei amici. E questo sicuramente non includeva l'argomento del lesbismo.

Nel convento siamo stati avvertiti di "amicizie particolari", un termine in codice per lesbismo. Le suore pensavano che, trascorrendo troppo tempo l'una con l'altra, ci saremmo innamorati. Anche questo non aveva senso per me da quando avevo solo 15 anni. Non avevo idea di cosa si riferissero fino a molto tempo dopo nella mia vita. La vita religiosa sembrava una buona idea al momento. Il fatto che non fossi terribilmente religioso non sembrava un grosso problema. L'elefante nel mezzo della stanza era la mia sessualità latente. Da questo libro, ho imparato che non ero nemmeno solo in questo.

Lesbian Nuns NON è erotico. Non si tratta di lesbiche che diventano calde e pesanti nel convento. Questo libro parla di auto-scoperta. È un compendio di molte storie "in uscita". Alcuni sono divertenti, altri abbastanza seri. Tutti si toccano a modo loro. Non tutti ti parleranno personalmente - non possiamo assolutamente relazionarci con le esperienze di tutti. Se sei una persona di fede - o lo eri contemporaneamente - questo libro ti parlerà in un modo in cui le altre storie LGBT che escono non lo faranno. Se sei curioso di conoscere la storia delle lesbiche a metà del 20 ° secolo, questo è un buon libro per te.
04/21/2020
Nola Rosenblatt

L'ho letto il secondo in cui sono uscito dalla scuola cattolica e improvvisamente tutto ciò che era accaduto nei 13 anni precedenti aveva perfettamente senso per me. Adoro ancora questo libro e offro importanti oggetti di scena a chiunque sia disposto a dire la propria verità e ad affermare qualunque cosa.
04/21/2020
Lasko Ringering

Ho letto suore lesbiche almeno 3 volte. Io ero uno. Non aspettarti l'erotica. Aspettati innocenza e onestà. E ricorda ... Non avevamo parole. Non avevamo lingua. Queste donne sono nate negli anni '40, '50 e '60
04/21/2020
Biernat Karan

Per la maggior parte della mia vita in convento i miei bisogni emotivi e sessuali sono stati repressi o reindirizzati in preghiera, lavoro o altre attività accettabili. (Jessie, 75)

Affascinante raccolta di storie di donne che si identificano come lesbiche (il libro lo ha scritto in maiuscolo - Lesbiche - che mi ha fatto il solletico rosa) e che erano, o sono, suore. È così interessante sia per le loro storie di rivelarsi a se stesse (molte delle quali erano abbastanza simili) ma anche per la diversità degli insegnamenti del convento e per gli scorci di quello che è successo dopo—Dopo aver realizzato la loro sessualità, dopo averci agito, dopo aver lasciato (o no) il convento.

Il libro ha ormai quasi trent'anni e molte delle donne rappresentate nel libro erano suore (e lasciarono i loro conventi) negli anni Cinquanta e Sessanta, o proprio intorno al Vaticano II. Mi è piaciuto vedere come, per alcuni di loro, il Vaticano II sia stato un cambiamento che è arrivato troppo tardi; per altri, era qualcosa di indesiderato, abbastanza di un disturbo da essere un catalizzatore per partire.

Come sempre con una raccolta di persone che sono in gran parte non-scrittori, alcuni pezzi sono più forti di altri, ma in generale hanno abbastanza distanza per parlare del loro tempo come suore con umorismo e intuizione. All'inizio, quando ero giovane e dedito, la mia coscienza avrebbe avuto la meglio su di me e sarei andato in cappella, mi sarei inginocchiato, avrei pianto e promesso che non mi sarei mai più allontanato. è stato tutto molto drammatico. Ma le mie risoluzioni non sono durate a lungo. (Charlotte A. Doclar, 177)

Ma gestisce la gamma dell'esperienza. Alcune donne avevano ordini relativamente liberali: Per la prima volta nella mia vita la sessualità è riconosciuta dagli adulti. I miei superiori religiosi dicono: "Sì, sei una persona sessuale, Helen. Potresti provare alcuni sentimenti. Scegli di non incoraggiarli". (Helen Horigan, 263) Lungo la fine degli "ordini liberali", alcuni scrittori del libro che erano ancora suore al momento della stesura descrivono comunità religiose che erano consapevoli, esplicitamente o meno, della loro sessualità e / o relazioni.

Dall'altro lato, hai questo: Non c'erano relazioni fisiche lesbiche nel mio convento perché avevamo una completa separazione dei corpi. Ognuno di noi aveva una cella e ogni cella era chiusa a chiave dall'esterno prima della pensione dalla madre superiora. (Maria Cristina, 214) Hai donne rimandate a casa a causa delle loro cotte, o disprezzate per essere troppo "maschili"; hai una storia dopo l'altra di una persona disciplinata o inviata in un altro luogo per spezzare una "particolare amicizia". (La donna che cito qui è in realtà un'anomalia nel libro, poiché sapeva di essere lesbica quando è entrata nel convento, e vedeva esplicitamente essere una suora come qualcosa di temporaneo, un momento di autoanalisi e di porre domande difficili. Non la rammarico per l'uso di uno pseudonimo, ma vorrei poterla cercare, perché è un altro tipo di viaggio, e mi piacerebbe saperne di più!)

Poco dopo, abbiamo preso i nostri primi voti. Durante la cerimonia dovevamo prostrarci sotto il lungo amico nero, professando celibato, povertà e obbedienza. Ho promesso a Dio di non provare mai più, di non essere mai visibile, di continuare il mio cammino verso la grandezza a cui tutti mi hanno detto che ero destinato. (Jane E. McLarson, 120)

Nel complesso, le donne che scrivono qui hanno scelto vite che li hanno portati lontano da quell'invisibilità: molti attivisti; molti radicali auto identificati e simili. Non sono sicuro di quanto sia rappresentativa delle ex suore lesbiche nel loro insieme (o delle ex suore nel loro insieme - posso solo pensare a una che conosco me stessa, e lei è molto incline all'attivista radicale), ma, bene, è bello vederli spingere i confini di ciò che si pensa quando si pensa suora.
04/21/2020
Jed Bentson

Questo libro di apertura degli occhi è una raccolta di 50 monache lesbiche che descrivono i loro anni trascorsi in convento. Non sto valutando questo libro sulla scrittura poiché ogni suora scrive in modo così diverso, ma sui punti principali proposti. Alcuni dei saggi sono scritti male, ed è in qualche modo difficile capire l'essenza. Alcuni sono stati scritti con un divertente senso dell'umorismo e mi hanno fatto una bella risata. Beh, penso che i miei affari siano un buon consigliere del campo quando suor Beth viene da me come una diga diesel in un bar a honkyton.171 Il loro messaggio combinato, tuttavia, è importante e la loro onestà e stile franco mi hanno conquistato mentre condividevano dettagli molto personali e spesso dolorosi delle loro esperienze.

Le realtà importanti sottolineate:

Chiudendo giovani donne insieme, appena uscito dal liceo, quando gli ormoni corrono dilaganti, molto probabilmente porterà a recitare su impulsi potenti e naturali. L'aggiunta di una giovane, solitaria, confusa lesbica butch a questa atmosfera carica, accenderà anche alcuni fuochi. I tentativi di reprimere, negare, minacciare o rendere colpevoli tali tendenze naturali molto probabilmente non avranno successo e causeranno dolore e confusione.

Negli anni '60 e '70, quando la maggior parte di queste suore entrò nel convento, le mura di clausura offrivano un rifugio percepito dal matrimonio, un'opportunità per ottenere un'istruzione universitaria e un santuario / tregua dalle pressioni sugli appuntamenti per coloro con identità sessuali confuse. Papà disse che era la mia vita da scegliere, ma non era elettrizzato dalla vita in convento. Né pensavano molto all'Air Force. E non potevano permettersi di mandarmi al college per diventare un insegnante di educazione fisica, anche se mio fratello minore è andato. Le ragazze hanno studiato la dattilografia, i ragazzi sono andati al college. Almeno, se andassi al convento, andrei al college ".113 Sono entrato nella vita religiosa a diciotto anni. Non volevo sposarmi, e in quei giorni la mia unica alternativa era la vita religiosa.139

Alcuni sacerdoti recitavano anche, sessualmente, nel convento, con le suore.

Non tutte le suore sono lesbiche e molte suore, comprese le suore lesbiche, rimangono celibi. Il voto del celibato è un alto ordine spirituale (gay o etero), e alcuni lo ottengono.

È importante, sano e naturale essere fedeli a te stesso.

Sono fiducioso che la chiesa possa passare da un atteggiamento di "non chiedere, non dire", all'accettazione piena e accogliente dei conventi e dei banchi.



04/21/2020
Vivica Ammar

Non erotica. Copre i conflitti psicologici che fanno a pezzi le donne che credono di essere suore lesbiche. Pubblicato nel 1985, la lingua era considerata molto controversa, tuttavia a volte sembrava un po 'noiosa per il pubblico liberale più esposto di oggi. L'affascinante intuizione della mentalità delle donne, prima, durante e dopo la loro devozione alla chiesa, vale le vecchie pagine fragili su cui è stampata. Leggilo per imparare qualcosa sulla lotta per essere gay e celibe o convento rispetto all'etica lesbica. Se questo libro fosse un film con Jessica Lang, Kathy Bates, Sally Field, Jane Seymore e Betty White che riflettono sulla loro vita ... saremmo tutti a teatro.
04/21/2020
Obala Purslow

In realtà ho imparato su questo libro perché l'amante di mia sorella di circa 40 anni ha scritto qualcosa per questo. Ho adorato il libro. Anche tra le donne più invisibili, le lesbiche sono invisibili!
04/21/2020
Greyson Kindig

È facile capire perché questo libro fosse così radicale per i suoi tempi; anche se è il 2018, ho dovuto cercare in alto e in basso eventuali memorie di suore, per non parlare di qualcosa del genere. Detto questo, non perseguire questo pezzo se stai cercando uno scandalo stimolante. Non c'è nessuno da avere.

Ciò che questo libro presenta è uno sguardo altamente personale sugli effetti della fede cattolica, della colpa, della pressione e delle gioie e dei dolori di essere una suora. Ciò è particolarmente importante perché nessuno dei riflessi è in bianco e nero. Partire non è facile, unirsi è altrettanto difficile e quasi a tutti manca cantare con le sorelle.

Detto questo, il testo è altamente colloquiale e non è stato pesantemente modificato per leggibilità e standard di pubblicazione. Permette alle voci delle ex suore di risplendere, ma può distrarre alcuni.

Lo consiglio a chiunque cerchi uno scorcio interiore della vita delle suore e di ciò che serve per spezzare l'alleanza e andarsene indipendentemente dalla loro sessualità.
04/21/2020
Weide Mccollester

Queste sono le storie, raccontate con parole proprie, di 50 suore lesbiche. La maggior parte ha lasciato i conventi, ma ce ne sono diversi tra i 50 che all'epoca erano ancora suore attive. Il libro è stato pubblicato nel 1985 ed è sicuramente datato ma ancora uno sguardo unico alla vita religiosa e alle lesbiche in un determinato momento e luogo. La prevalenza di "amicizie particolari" (chi sapeva che c'era un eufemismo?) E di come le sorelle / postulanti / novizie affrontarono i loro conflitti di spiritualità / sessualità era interessante. Sarebbe interessante avere un follow-up del volume "dove sono ora" per coloro che ancora vivono. Ho discusso tra 3 e 4 stelle per questo e ho deciso il 3 perché sembra un po 'datato.

A parte il lato umoristico, l'altro giorno stavo guardando una L-Word della terza stagione e questo libro è stato presentato nello snippet di flashback di apertura sulle monache degli anni '3.
04/21/2020
Mojgan Casimir

Questa è stata una lettura interessante e illuminante con grandi storie personali, molte informazioni di base per coloro che non hanno familiarità con il cattolicesimo e aggiunte decenti per questa più recente edizione di Spinsters Ink. A questo punto è semplicemente incredibilmente datato: nel linguaggio, nell'atteggiamento e nella portata. Vorrei che avessimo notizie delle donne e di dove siamo. Si legge come incompiuto.

Tuttavia, posso vedere quanto sia stato rivoluzionario in quel momento.
04/21/2020
Walke Hyde

Molti conti di prima mano di suore attuali ed ex. Un'interessante sbirciatina nell'istituzione proto-lesbica-separatista che è il convento cristiano.
04/21/2020
Landan Caloca

Ho preso questo libro dalla vendita di un libro degli Amici della Biblioteca un paio di anni fa. Mi è piaciuto leggerlo e mi sono sentito illuminato dalle storie personali che queste donne dovevano raccontare.

Devo ammetterlo, speravo in un po 'di eccitazione, ma questo libro non ne offriva davvero nessuno. Bummer.
04/21/2020
Roselane Pata

"Quando i non cattolici chiedono, come fanno SEMPRE," perché sei diventata suora? " ciò che realmente intendono è: “Gesù Cristo, perché diavolo l'hai fatto? i tuoi genitori ti hanno fatto il lavaggio del cervello? eri troppo brutto per catturare un uomo? colpa? non hai trovato lavoro? voleva un'istruzione universitaria gratuita? ”
persino i cattolici ordinari non riescono a capire la dolce follia di sentire la voce di Dio che obbliga il prescelto ad amare ”.


Wow. questo libro è stato un ritrovamento completamente casuale per me, ma sono così contento di averlo letto! ⛪️?

è una raccolta di storie di molte suore lesbiche ed ex suore, che fondono essenzialmente la vita religiosa con la sessualità / il lesbismo.

alcuni finirono per essere in grado di farlo dopo molti anni di speculazioni private e angosciose colpe, e alcuni decisero che volevano lasciare la chiesa del tutto perché trovavano oppressiva e patriarcale.

mentre la storia di tutti condivideva certe somiglianze, era ancora così affascinante leggere dal punto di vista di ogni persona. non è mai stato noioso, a volte è stato straziante, altre volte potenziante e meraviglioso.

mi è piaciuto vedere le foto prima e dopo; il primo nelle loro abitudini e poi il secondo quando erano "liberi". le loro personalità hanno davvero brillato ✨?

questo libro mi ha insegnato un bel po 'sulla vita del convento negli anni '60 e '70 e su tutte le regole. non avevo mai sentito parlare di "amicizie particolari" prima di leggere questo, che penso sia un modo interessante di descrivere le cose.

voglio sinceramente leggere altri libri sulle suore lesbiche?

questo libro è stato compilato nei primi anni '80 ed è strano pensare che tutte queste suore siano anziane ora (se non morte?)

04/21/2020
Bordy Prickett

Questo libro è stato scritto molto bene. Mi è piaciuto leggerlo. Per me è stata una svolta.

Come prodotto delle scuole cattoliche, ero molto interessato a imparare cosa succedeva dietro quelle mura del convento. Ci siamo tutti chiesti che da bambini come solo i "favoriti" dovevano entrare nel convento, quelli che un giorno erano stati scelti per essere curati. Da bambina, immaginavo tutte le suore che pregavano insieme tutto il tempo. Non ho mai immaginato nulla di simile a quanto descritto in "Lesbian Nuns: Breaking Silence".

Ora ho una prospettiva diversa sul comportamento di alcune suore. Alcune suore erano molto poco gentili, non tutte, ma alcune. In effetti, molti di loro erano scortesi.

Posso capire perché alcuni hanno lasciato la Chiesa cattolica. Tuttavia, non riesco a capire come abbiano lasciato anche Gesù. È difficile per me capire come chiunque conosca Gesù, possa lasciarlo diventare una strega.

Immagino che non tutte le suore possano essere una madre Teresa. Le cose sono certamente cambiate. Niente più conventi, niente più abitudini. Mi mancano quelle abitudini, mi mancano quei giorni. Le suore avevano certamente il controllo sull'aula. Non so come abbiano fatto. Avevamo 58 bambini nella nostra classe di laurea di terza media, ma abbiamo imparato.
04/21/2020
Dorca Tallis

È difficile immaginare quanto fosse sensazionale questo libro quando è stato pubblicato e quanto terreno ha rotto. In un certo senso, il libro sembra datato, perché lo è. È un documento culturale di oltre 30 anni fa e come tale è un pezzo di storia incredibilmente prezioso. Ma in altri modi è assolutamente senza tempo. Le storie raccontate dalle donne sono familiari a chiunque di noi sia stato fatto sentire sporco, pazzo, immorale, invisibile, scontato per quello che eravamo. Questo libro ha avviato una conversazione pubblica che ha portato (insieme ad altri attivisti) ai progressi nell'uguaglianza e nella pace di cui godiamo oggi. Sì, ci sono ancora pregiudizi là fuori. E la conversazione continua ancora.
04/21/2020
Duffy Vanschoor

Quante persone hanno scoperto questo libro a causa di quella scena storica della Parola L?

Alla fine ho trovato una copia presso la biblioteca accademica quest'estate e ho finito per scremarla. Molto interessante, anche se non avere molta familiarità con il cattolicesimo o le suore lo rese più alieno di quanto mi sarei aspettato. Alcune delle parti più sorprendenti per me sono state reminiscenze sulla vita quotidiana in un convento. E ... ora comincio a capire quello stereotipo sugli ex cattolici e sul BDSM, wow.
04/21/2020
Erna Honegger

questo è MOLTO interessante ma anche molto misto. il libro è diviso in diverse sezioni che contengono storie su / da donne che erano / sono nella vita religiosa (negli anni '1950 -'60 -'70) e che hanno scoperto durante o dopo che erano lesbiche.
alcuni hanno vocazioni ma in molte storie il caso sembra essere quello per evitare il matrimonio o per ottenere un'istruzione si unirono agli ordini religiosi.
04/21/2020
Dorthy Concha

L'ho letto quando è uscito per la prima volta nell'edizione tascabile. Tutti i miei nonni erano cattolici, ma i miei non lo erano, quindi non mi sono interessato al cattolicesimo fino a quando non ho visitato alcune volte l'Irlanda del Nord e ho scoperto che un parente aveva scritto un libro sulla vita cattolica in Irlanda nel 1800. Poi ho iniziato a leggere memorie e simili. Immagino di aver iniziato ad interessarmi alla storia della religione quando ero un adolescente, ma non sono mai stato cattolico.
04/21/2020
Gazzo Pautz

Questo libro è una serie di interviste con donne che sono o sono state suore cattoliche. Ho incontrato gli editori di questo libro in occasione di una conferenza di Studi sulle donne nel 1995. Quando il libro è stato pubblicato nel 1985, gli editori erano ospiti del Sally Jessie Raphael Show e all'epoca hanno creato molta agitazione. Ho trovato le storie individuali tristi, divertenti, edificanti, deprimenti e sempre interessanti.
04/21/2020
Debora Bupp

ehhhh davvero deludente, l'argomento potrebbe essere così interessante, ma i resoconti in prima persona erano francamente, non molto ben scritti e semplicemente messi, poco coinvolgenti. Non ho finito il libro, il che è davvero insolito per me.
04/21/2020
Ottilie Wicklow

Questo libro ha risuonato molto. Bello sentire tutte le storie delle donne. Il problema dei confini: questo è erotico? platonico? vietato? davvero risuonato con me.

Lascia una recensione per Suore lesbiche: Breaking Silence