Homepage > Fantasia > Finzione > Fantascienza > La città in fiamme Recensioni

La città in fiamme

The Burning City
Da Larry Niven Jerry Pournelle,
Recensioni: 30 | Valutazione complessiva: Media
Premiato
3
Bene
6
Media
12
Male
7
Terribile
2
Ambientato nel mondo del famoso The Magic Goes Away di Larry Niven, The Burning City trasporta i lettori in un'antica città incantata che assomiglia in modo provocatorio alla nostra società moderna. Qui Yagen-Atep, il dio volatile e vorace del fuoco, protegge e distrugge alternativamente gli abitanti della città. A Tep's Town, nulla può bruciare al chiuso e nessun incendio può iniziare, tranne

Recensioni

04/21/2020
Zumstein Sor

Vedo che ho letto e apprezzato questo, diversi anni fa. Quando ho inserito la recensione, quella potrebbe essere stata la mia seconda o terza rilettura di questo volume.
Una delle caratteristiche accattivanti delle storie di fantasia di "Magic Goes Away" o "Warlock" di Niven, è stata il sottile (o talvolta appuntito) commento sociale. Cioè, la storia può essere goduta come una leggera fantasia, ma con un piccolo cambiamento di prospettiva, ti rendi conto che i problemi moderni si stanno svolgendo in questo antico mondo fantasy. (A volte il punto che i signori Niven e Pournelle desiderano fare è piuttosto pesante e privilegiato; quando ciò accade, mi limito a godermi il loro approccio, non tanto quanto il loro messaggio.)

Quindi, ai massimi livelli, queste storie sono ambientate in ciò che considereremmo la preistoria del nostro mondo, tranne in un momento in cui la magia era viva. Nelle prime storie, la magia era quasi ovunque, ma un potente mago (noto solo come lo Stregone) scopre che la magia è una risorsa non rinnovabile, proprio come abbiamo scoperto i limiti di petrolio e carbone negli anni '1970. Qual era il livello più profondo delle prime storie - cosa succede agli individui e alle società quando il potere della loro società diventa scarso.

Per qualificarti per il La città in fiamme, avanza di qualche decennio nel nostro mondo e forse di qualche secolo nel mondo di Stregone. La magia esiste e si rinnova molto lentamente, ma è piuttosto una merce. Altre parti della civiltà prosperano trovando soluzioni in assenza di magia. Uno di questi è Tep's Town, la città in fiamme, dove la maggior parte della magia viene portata dal dio del fuoco locale, che sopprime alternativamente il fuoco o possiede i suoi adoratori in tumulti di bruciature. Al livello più alto, questa è una semplice avventura dagli stracci alla ricchezza, poiché il protagonista passa dalla povertà alla vita in una roulotte commerciale.

Ma uno sguardo più attento rivela alcune cose interessanti su Tep's Town. È un po 'isolato, sulla costa occidentale di un vasto continente, e ha una fossa di catrame attiva dove il dio del fuoco risiede invisibile. La città è divisa lungo le linee socio-economiche, con ricchi e potenti signori sulle colline, una classe media e una classe unica di Lordkin che fanno poco ma combattono sul territorio e si riuniscono (rubano) alla classe media Kinless.

All'inizio l'ho visto come una critica creativa, anche se pesante, di Los Angele. Dal punto di vista di qualche anno, è quello, e un po 'più ... antropologico. Non è tanto una critica quanto una descrizione, qualche dimostrazione di scontro culturale. Ma le lezioni si perdono un po 'nella necessità di raccontare una bella storia, quindi la morale non è così chiara.
04/21/2020
Marlyn Manghane

Wow. Questo libro è stato scritto molto bene da autori rinomati, nel senso che tutte le parole sono state scritte correttamente e le frasi si sono susseguite in un ordine logico. E c'erano anche alcune cose da fare, ma non potevo preoccuparmi di seguirle. È come un gruppo di donne che parlano di qualcosa che sembra estremamente importante per loro, ma sei assolutamente sconcertato dal fatto che si preoccupino persino di parlare delle sciocchezze. Mi dispiace, ma probabilmente tutti i ragazzi conoscono la sensazione. Le persone sono diverse;)
Penso che "la storia non mi ha coinvolto" non inizia nemmeno a coprire ciò che provavo mentre ascoltavo questo libro. Così lontano da qualche parte vicino a Los Angeles di oggi alcune persone vivono e fanno le loro cose di tutti i giorni - e gli autori in realtà scrivono così.
Se altri autori impiegassero un po 'di tempo per spiegare lo sfondo e forse approfondire il motivo per cui alcuni ragazzi erano arrabbiati e attaccavano i nostri protagonisti, allora Pournelle e Niven affermano semplicemente: "Alcuni ragazzi stavano attaccando e il nostro protagonista ha vinto l'incontro. È stato difficile, ma hanno trovato un modo ".
CHE COSA? Perché erano ...? Chi sono ... Come ... ? Dai, dammi qualcosa qui? È solo una narrazione ridicola, piena di anti-climax. Perché stai persino raccontando la noiosa storia, se non vuoi davvero dare qualcosa al lettore.
Forse è così: gli autori stessi erano così maledettamente annoiati del tutto e hanno trasmesso il loro fastidio ai lettori in un modo così "magistrale" che dovrei davvero avere timore della loro eccellenza.
04/21/2020
Tullius Cahal

Ho evitato questo libro per un po 'di tempo a causa della sua premessa insolita: Los Angeles in un'era di magia. Non avrei dovuto aspettare; questo libro è tutto ciò che mi piace di Niven e Pournelle, un grande cast di personaggi in un mondo credibile e qualcosa di interessante a cui pensare.

14,000 anni fa, il mondo era magico. Tuttavia, la magia è una risorsa limitata e in diminuzione. Atlantide è recentemente affondata, vittima di un'acuta carenza di mana. The Burning City subisce periodiche conflagrazioni quando la magia che impedisce al fuoco di bruciare all'interno degli edifici decade.

Mentre Burning City condivide una posizione geografica e alcune caratteristiche con la Los Angeles che la seguirà 14,000 anni dopo, ha anche alcune differenze insolite. È governato da Lord di una persona inclinata che impiega hoplite altamente qualificati come esercito. I Lord sono assistiti dai loro alleati Lordkin, barbari selvaggi e ribelli che si sostengono da una forma di tassazione casuale e personale nota come raccolta. Tutto ciò che un Lordkin può prendere dal Kinless conquistato che può conservare. L'unica cosa che tiene sotto controllo Lordkin è la loro propensione a uccidersi a vicenda.

Impariamo a conoscere Burning City attraverso la vita di Whandall, un ragazzo Lordkin di insolita curiosità e guida. Il suo viaggio di scoperta è anche il nostro. Ciò conferisce a Burning City un campo di applicazione impressionante, quasi una mezza vita. Dobbiamo condividere tutto nella vita di Whandall e vedere uno strano nuovo [vecchio?] Mondo attraverso i suoi occhi.

Mi è piaciuto questo libro a modo suo, anche se Niven e Pournelle hanno macinato un'ascia o due. Chi sapeva che il destino di Atlantide era una tassazione eccessiva?
04/21/2020
Sale Erpenbach

Ambientato nel mondo di Larry Niven La magia se ne va, la storia segue Whandall Placehold mentre cresce a Tep's Town, una città in cui il dio del fuoco Yangin-Atep governa e, alternativamente, protegge gli abitanti della città e consente ai suoi seguaci di scatenare una folle follia incendiaria chiamata "The Burning".

I personaggi sono ben ponderati e la trama è molto avvincente: ti viene davvero in mente Whandall e senti di conoscerlo. La struttura di classe istituita con Lords, Lordkin e Kinless è interessante e la derivazione storica della struttura viene spiegata mentre la storia avanza.

La trama fantasy è credibile, innovativa e ti fa leggere. L'ho letto un paio di volte e sto programmando di tenerlo in giro per una o due letture future.
04/21/2020
Poppas Vandhna

Questo romanzo fantasy è ambientato nello stesso universo di Niven La magia se ne va, ma come molti lettori hanno notato, Niven e Pournelle insieme scrivono in modo considerevolmente diverso rispetto a Niven o Pournelle separatamente. La fusione della selvaggia immaginazione di Niven con la consapevolezza storica di Pournelle si traduce in un insieme che è maggiore della somma delle sue parti.

Perché gli abitanti di una città potrebbero bruciarlo periodicamente? Questo romanzo offre più di una spiegazione.

04/21/2020
Candace Folkerts

Il modo migliore in cui posso descrivere questo libro è: poco chiaro. Perché le persone fanno quello che fanno è spesso inspiegabile. A volte ti chiedi: cosa è appena successo? Non sembra esserci alcun tema unificante o narrativa reale. Avrebbe potuto essere buono, con molte più modifiche.
04/21/2020
Birgit Morelle

Niven aveva alcune cose da dire La magia se ne va, e le disse, quindi sono sempre sorpreso quando vedo un'altra storia ambientata in quel mondo. Ma sono generalmente buoni e sembrano essere un modo per divertirsi un po 'autorialmente. Come al solito con il libro di Niven e Pournelle, questo forse è meglio di qualsiasi altra cosa ambientata lì; è un po 'difficile da giudicare perché è una storia più lunga e più coinvolgente di qualsiasi altra che abbia mai visto.

Tuttavia, la prima metà del libro è a molto combustione lenta. Sebbene gran parte di ciò sia importante, in un modo o nell'altro, per il resto del libro, ho scoperto che guardare Whandall crescere un po 'logorando la mia pazienza e vorrei che fosse stato un po' ridotto. Il resto del libro in qualche modo sorprendentemente si divide in due sezioni molto irregolari. Il primo (tecnicamente parte della prima parte, ma ha più l'aspetto del resto del libro) tratta di essere uscito dai confini della proto-Los Angeles ed è più un'avventura nello spirito. Una volta che la trama si sta davvero spostando, il libro salta improvvisamente ventidue anni, dove Whandall è stabilito con la sua famiglia quando gli eventi tornano alla prima parte del libro.

Sì, parte dell'idea alla base di questo libro è che si occupa dell'area di Los Angeles nella preistoria di La magia se ne va universo, con il resto del libro in corso nella valle centrale. C'è un certo numero di riferimenti all'area moderna (i pozzi di Tar La Brea sono naturalmente un luogo importante nella storia), alcuni dei quali probabilmente non capisco perché non lo sono quella familiarità con la zona. (E alcuni sono senza dubbio scherzi; ho la sensazione che Condigeo sia un riferimento a Con Diego, una convenzione spettacolare senza successo collegata al Comic Con di San Diego ad un certo punto.)

Nonostante il mio brusio al ritmo, nel complesso questo è un altro buon libro di Niven e Pournelle, e come la maggior parte di essi, vale la pena leggere. Nonostante l'ambientazione fisica, la maggior parte dell'attenzione è rivolta alle varie società coinvolte nell'area e alle interazioni tra loro, nonché al passaggio personale dall'una all'altra.
04/21/2020
Randa Deubner

Non ho molti retroscena nel magico universo parallelo di Larlock Niven di Warlock e annegò Atlantide, ma è soprattutto una questione di opportunità mancate. Ho letto LIMITI, la raccolta di racconti che fa riferimento a Lion's Tower, che recita una parte in questo racconto. Niven ha un certo stile, così come Pournelle, e quando scrivono insieme è spesso diverso per lo stile di entrambi gli autori da soli. La voce autoriale combinata di Niven e Pournelle è meno coinvolgente di uno dei due autori da solo, ma ciò non significa che non siano divertenti come una squadra, come può testimoniare chiunque abbia letto The Mote in God's Eye, Footfall o Inferno. Tuttavia, penso che sia un protagonista che una trama potrebbero soffrire di essere divisi tra autori, e penso che potrebbe essere il caso di Burning City. Mi piace l'impostazione dell'universo magico, specialmente per il motivo che la magia è trattata come una risorsa non rinnovabile. L'energia che alimenta l'universo, Mana, ha iniziato ad essere consumata molto prima degli eventi di questo romanzo e si presenta naturalmente solo in una serie di luoghi improbabili in cui i Maghi di solito non vanno. L'ambientazione della prima parte del romanzo è Tepps 'Town, la casa di Whandall Feathersnake, il protagonista del romanzo. Whandall è un "Lordkin", che è un gruppo di criminali sanzionati che commettono abitualmente crimini contro un sottoclasse conquistato, chiamato Kinless. Oltre a ciò, esiste un misterioso, unico semi-gruppo definito chiamato Lord, che vive in una parte migliore della città in cui i Lordkin non sono ammessi a pena di morte.

La magia non sembra funzionare a Tepp's Town, a seguito dell'intervento della divinità del fuoco locale, Yangan-Atep. Yangan Atap è quasi diventato dormiente nel corso degli anni, ma esercita ancora una grande influenza nella città. Ad esempio, i fuochi di cottura si spengono quando sono accesi al chiuso. Il personaggio centrale, Whandall, trascorre la sua infanzia e la giovane età adulta a Tep's Town, pianificando di fuggire ... in qualche modo. La seconda metà è Whandall da adulto, che è fuggito da Tep's Town per iniziare una nuova vita come commerciante, e la confluenza di eventi che riportano lui e un compagno mago di nuovo a Tep's Town.

Come ho già detto, la combinazione Niven / Pournelle crea personaggi che non 'rivelano molto delle loro motivazioni e desideri. Quindi c'erano molti di me che riavvolgono, rileggono passaggi e meditano su dove diavolo è successo mentre leggevo. C'è un sacco di allegoria in questo libro - L'usanza folle di bruciare la città a terra che si verifica una volta ogni tanto mentre la cittadinanza è posseduta da Yangen-Atep ha chiaramente lo scopo di ritrarre le rivolte di Los Angeles sulla scia del Il battito di Rodney King (in effetti, Rodney King si presenta, dopo una moda, in questo romanzo, e sì, il suo pestaggio mette in moto un grande bruciore). C'erano molti riferimenti stravaganti a eventi reali o letterari nella Città Bruciante, tra cui il Racconto di Otello, il caso di omicidio di OJ Simpson e altri. L'intera relazione Lord-Lordkin-Kinless evoca le immagini moderne delle relazioni razziali a Los Angeles (apposta, penso) - e forse i misteriosi "Toranesti" sono i poliziotti di Los Angeles? Difficile da dire!

Nonostante tutto il loro stile letterario standoffish, ho finito per apprezzare un po 'l'ambientazione e la storia di Tepp's Town e Whandall. Ci vuole un po 'di tempo per saltare con entrambi i piedi, ma è una lettura molto soddisfacente dopo aver capito il mondo in cui Whandall vive.
04/21/2020
Swayne Pizzola

Volevo davvero apprezzare di più questo libro, perché ho un grande rispetto per Niven e Pournelle.

Il concetto e la costruzione del mondo erano freschi e fantasiosi, e ho adorato i dettagli culturali nelle interpretazioni tra Lord, Lordkin e parenti. La trama stessa è stata avvincente, ma superare il libro è stata una lotta.

Nella prima parte, ho faticato a interagire con i personaggi. Segue Whandall Placehold che cresce in un mondo pericoloso e diventa chiaro che lui, come uno dei Lordkin, è parte del problema. Sono poco più che dei criminali pigri e ladri, e ho trovato difficile vedere il personaggio con simpatia. La narrazione stessa è frammentata, saltando avanti in mesi e anni, e quando Whandall cresce e diventa un personaggio retto e simpatico, la crescita del personaggio non si è rivelata così convincente perché mi sentivo così distante da ciò che stava accadendo nella sua mente.

Alla fine, mi sono reso conto che la mia più grande lotta era nello stile della narrazione. Ogni scrittore principiante in questi giorni è pieno di consigli per "mostrare, non dire" e ho sempre avuto problemi con lo zelo ideologico con cui viene predicata questa idea. Questo libro dimostra il mio punto. Gran parte della storia si svolge attraverso il dialogo, con pochissimi indizi o promemoria espliciti per aiutarmi a immaginare cosa sta succedendo. Di conseguenza, mi sentivo come un estraneo che ascoltava una serie di battute "in" e conosceva gli sguardi in una cricca di cui non avrei mai potuto far parte. "Mostrare" dovrebbe portare il lettore sulla scena. In questo caso mi ha allontanato fino al punto in cui sono passate intere scene lasciandomi con un senso che qualcosa importante era appena accaduto, ma anche dopo diverse riletture non ne avevo ancora idea che cosa.

Grandi parti del libro mi hanno lasciato perplesso e mi sento stupido. Forse sono stupido, ma mi sono anche sentito irrispettoso come lettore. È un peccato, perché IMHO ha una storia fantastica qui che cerca di emergere da un'oscurità frustrante dello stile alla moda.
04/21/2020
Pillsbury Baugus

Questo era ... ok. Sono stato un po 'sorpreso dal fatto che tutti i vari personaggi appaiano e vivano le loro trame indipendenti fino a quando ho realizzato che è un libro scritto in collaborazione con Jerry Pournelle - con i pezzi di interesse umano standard inseriti.
Inoltre, mi aspettavo un libro degli Stregoni, quindi deludente. È nell'universo di Stregone, ma non ce l'ha. Spiega un po 'del suo retroscena, però.
Nel complesso, come Ringworld Throne - difficile identificarsi e seguire, ma un paio di concetti interessanti e idee per la trama - e l'epilogo dà uno sguardo affascinante su come questi sono nati e cresciuti nella mente dell'autore. Solo quella pagina valeva una stella in più.
04/21/2020
Trenna Loach

Questo libro non ha una storia riconoscibile. Ci sono alcune buone idee ma sono sprecate. Vorrei che questi due geni avessero assunto qualche giovane fireplug per fare la vera scrittura del loro contorno. In questo modo i loro fantastici concetti avrebbero creato un romanzo leggibile. Niven e Pournelle non sono proprio la squadra che erano in passato.

http://www.books.rosboch.net/?p=1126
04/21/2020
Casia Lokendra

Sono un grande fan di Larry Niven e Jerry Purnelle, stavo ascoltando la versione dell'audiolibro di questo libro ma non sono riuscito a superare la prima metà. In qualche modo la trama e i personaggi non mi hanno coinvolto. Inoltre mi ci è voluto troppo tempo per capire le cose di base sul mondo in cui è stato scritto il libro. Posso sicuramente consigliare altri libri di Larry Niven e Jerry Purnelle, ma non questo.
04/21/2020
Johnny Gearin

Questo è stato piuttosto il cambio di pagina! Mi è piaciuto molto questo libro. Parla di un giovane di nome Whandall Peacehold che vive in una città che viene periodicamente incendiata poiché i cittadini sono posseduti dal loro "dio del fuoco". Whandall vuole andarsene e avere una vita diversa e questa è la sua avventura.
04/21/2020
Emalee Honberger

Ho letto questo libro diversi anni fa mentre ero ancora al liceo. Mentre quel capitolo della mia vita si chiudeva, volevo rileggere alcuni dei libri che mi sono piaciuti molto, essendo quasi in cima.

Niven e Pournelle hanno creato più di una semplice storia, hanno creato un mondo politeistico complesso pieno di conflitti. La trama segue Whandall Placehold, un Lordkin con un pizzico di curiosità. Lo vediamo crescere da un bambino subdolo in un guerriero con sia la forza che la mente acuta. Una storia avvincente mi ha fatto venire voglia di leggere di più.

Il libro può essere letto con diversi obiettivi su cui concentrarsi. Una storia straordinaria piena di magia, azione e lotta per sopravvivere. Oppure, Los Angeles alla fine degli anni '1990. Una città di droga e violenza di gruppo. Non importa come scegli di leggerlo, sarai contento di averlo fatto.
04/21/2020
Jack Hendershot

Non sono sicuro di cosa mi aspettassi, ma non era così. Secondo me, la storia è stata sviluppata in modo abbozzato, si è mossa ad un ritmo di lumache e non ha portato il lettore. Quando leggo la fantascienza, la mia speranza è sempre quella di essere coinvolto nella storia e lasciarmi la sensazione di aver avuto una nuova esperienza. È stato un passo lento.
04/21/2020
Pond Masselli

La storia è davvero nervosa e ho sentito che era sconnessa. Non mi è proprio piaciuto come pensavo.
04/21/2020
Myrtle Briscoe

Una bella storia radicata nella mitologia. Divertente come ti aspetteresti, un po 'dappertutto, ma piacevole e leggero.
04/21/2020
Schargel Haydel

Copia della mia recensione del Launchpad del 2001:
Niven e Pournelle hanno preso prove e leggende precolombiane e le hanno intrecciate in una fantasia affascinante.
La trama ruota attorno a Whandall; un membro di un gruppo etnico chiamato Lordkin. Tre gruppi vivono nella città del titolo: i Lordkin, che sono socialmente criminali; esistono rubando ciò di cui hanno bisogno e trascorrono le giornate in politica familiare e di gruppo; i parenti, che lavorano duramente e costruiscono, solo per avere i loro beni "raccolti" dal Lordkin; infine, i Lord, che vivono in un'enclave murata, con ricchezze che vanno oltre i sogni di Lordkin.
Ogni diversi anni, i Lordkin vengono consumati dalla follia di gruppo e commettono atti di massa di incendio doloso; questo è visto come possesso dal loro dio.
Il libro è diviso in diverse sezioni che descrivono in dettaglio l'infanzia di Whandall in città, la sua partenza, la sua vita fuori città e il suo eventuale ritorno.
Come con Feist's Magician e altri, questa è la storia di un ragazzo di umile stirpe che è stato catturato negli ultimi anni di un modo di vivere e che è stato rifatto come eroe.
04/21/2020
Sauls Mosey

Nel complesso mi è piaciuto questo libro. Aveva una trama davvero buona che mi ha fatto leggere e c'erano alcune idee interessanti (in senso buono) nel mondo, in termini di ambientazioni e divinità in particolare. Tuttavia, non mi sono affezionato molto a nessuno dei personaggi. Lo stile di scrittura era un po 'strano; a volte mi andava bene perché sembrava che potesse essere il modo in cui il personaggio principale pensava e parlava, ma altre volte mi ritrovavo a dover rileggere alcune frasi per capire cosa significasse.

Sicuramente merita una lettura però.
04/21/2020
Armitage Oblinski

Il primo libro che ho letto da questi autori, scelto perché avevo sentito parlare così tanto di Niven. Sono stato davvero affascinato all'inizio, arrivando a capire il mondo attraverso il giovane protagonista mentre lentamente capiva come funzionava, ma quando ha raggiunto la mezza età le cose hanno smesso di essere nuove e mi sono annoiato. Il mondo era affascinante, anche i personaggi, la trama meno per me. La narrazione dell'audiolibro andava bene, anche se a volte le voci dei personaggi venivano confuse durante la conversazione.
04/21/2020
Nicks हंसाराम

Lo sto rileggendo, e non per la prima volta, perché Niven rimane un grande costruttore del mondo e, sospetto, un ragazzo davvero intelligente.
Non è uno scrittore carino, le sue frasi fanno il lavoro e non di più. Non ha le sottigliezze emotive e un'ottima descrizione. Ma il suo protag qui è intelligente, curioso, sempre in apprendimento, e così facendo ci dà una finestra favolosa sulla peculiare società in cui cresce.
Questo è ambientato nel grande mondo della magia / mana di cui Niven ha scritto diversi libri.
04/21/2020
McCandless Siprasoeuth

Ragionevolmente divertente. La prima delle due sezioni inizia lentamente e i tic verbali del mondo di Lordkin, almeno come resi nell'audiolibro, sono stati abbastanza fastidiosi da iniziare. Alla fine il ritmo della narrazione e la forza dei personaggi hanno vinto. Ho quasi smesso di ascoltare a metà del primo tempo, ma sono contento di non averlo fatto. Diversi personaggi sono abbastanza memorabili da restare con me per un po '.
04/21/2020
Meisel Aiudi

Penso di non essere un fan di Larry Niven. Questo libro come gli altri due che ho letto andava bene. Gran parte di questo mi sembra assolutamente noioso e mi ci vogliono anni per sfogliare il libro perché non sono abbastanza esperto per leggerlo.

Il climax del libro non era davvero così climatico, un po 'come il resto del libro.
04/21/2020
Lurette Viscia

Rally buon libro fantasy. Un po 'strano all'inizio, ma quando inizi a capire la società dei personaggi diventa davvero divertente. Un mondo sull'orlo di un cambiamento a causa della carenza di una risorsa non rinnovabile che è un'analogia con il nostro presente. Anche se ignori questo messaggio è un libro consigliato.
04/21/2020
Bluefield Bravender

La storia di Whandall Placehold e di come cresce e ha successo.

È un altro di quei romanzi di "viaggi di vita" che mi sembra di iniziare a leggere per caso. Ci vuole un po 'per andare avanti e non mi eccita mai troppo. Mi aspetto cose molto più interessanti dalla combinazione Niven / Pournelle, ma questo libro non l'ha fatto per me.
04/21/2020
Borrell Mlakar

Un ottimo libro Ha mantenuto la mia attenzione e interesse per tutto. Ma, non arriva al livello di grandezza come altri libri di Niven / Pournelle come "Il Mote nell'occhio di Dio" e "Legacy of the Heorot"
04/21/2020
Wilcox Vanauken

A volte incontri libri che leggi, dimentica ma ricorda ogni anno.
Questo libro è uno di questi.
Le prime 200 pagine sono crudeli, ma sono tutte necessarie per il payoff e il payoff è buono!

Leggilo!
04/21/2020
Hermes Juneau

Mi è piaciuta molto questa storia. È una fantasia classica con un piccolo commento sociale inserito e un po 'di sviluppo del personaggio troppo ovvio per trasformare il nostro eroe in un libero pensatore economicamente indipendente della civiltà repressa. Tuttavia, il mondo è interessante e la scrittura solida.

Lascia una recensione per La città in fiamme